CASE POPOLARI: STOP A PRIVILEGIATI
Notizie e politica - 26/08/2014 16:57

200.000 euro: tanto sono pesati sulla collettività 12 cittadini stranieri, con età comprese fra i 29 e i 42 anni, taluni con partner e minori a carico, che hanno beneficiato senza averne diritto di un'assistenza data dalle precedenti amministrazioni. Quattro di loro sono ospitati in strutture di accoglienza, quali comunità, appartamenti di sgancio, e ricettive, a beneficio delle quali l'Amministrazione versa un corrispettivo. Si tratta di U.N., siriano del 1972, che, a seguito di sgombero, è stato ospitato prima in comunità, poi in albergo e successivamente presso una cooperativa dal 2012 ad oggi, per il suo mantenimento sono stati corrisposti ben 71.310 euro; O.V., nigeriano del 1975, che non ha ottemperato all'impegno di compartecipare ai costi delle rette per un totale di euro 16.967, così come M.E., nigeriano della stessa classe, che ha accumulato un passivo di euro 6.032; O.S., nigeriana del 1982, la cui posizione è in fase di valutazione.I restanti otto cittadini sono concessionari di alloggi disposti per emergenza abitativa e rientrano nel progetto ex “Casa Buona”, concepito per offrire una soluzione temporanea, quindi non perpetua, a chi si trovi in situazioni di improvvisa indisponibilità di un alloggio. L'Amministrazione patavina procederà al recupero degli otto alloggi di cui i predetti hanno beneficiato e, nello specifico, per i 3 di proprietà comunale, alla messa a disposizione in favore di aventi diritto, secondo le nuove linee guida che privilegeranno i residenti nel Comune di Padova da 10/15 anni.

“L'Amministrazione precedente chiamava solidarietà quello che è spreco di soldi pubblici a carico della collettività – ha commentato il sindaco Massimo Bitonci – La nuova Amministrazione privilegerà i padovani che finora sono stati esclusi. Quei 200.000 euro dovevano finire in tasca a 200 anziani con pensione minima o a 200 famiglie di nostri concittadini che non arrivano alla fine del mese”.
 

Clicca mi piace sulla nostra pagina facebook https://www.facebook.com/gruppotv7 per rimanere aggiornato in tempo reale sulle notizie del tuo territorio. Grazie

CASE POPOLARI: STOP A PRIVILEGIATI

200.000 euro: tanto sono pesati sulla collettività 12 cittadini stranieri, con età comprese fra i 29 e i 42 anni, taluni con partner e minori a carico, che hanno beneficiato senza averne diritto di un'assistenza data dalle precedenti amministrazioni. Quattro di loro sono ospitati in strutture di accoglienza, quali comunità, appartamenti di sgancio, e ricettive, a beneficio delle quali l'Amministrazione versa un corrispettivo. Si tratta di U.N., siriano del 1972, che, a seguito di sgombero, è stato ospitato prima in comunità, poi in albergo e successivamente presso una cooperativa dal 2012 ad oggi, per il suo mantenimento sono stati corrisposti ben 71.310 euro; O.V., nigeriano del 1975, che non ha ottemperato all'impegno di compartecipare ai costi delle rette per un totale di euro 16.967, così come M.E., nigeriano della stessa classe, che ha accumulato un passivo di euro 6.032; O.S., nigeriana del 1982, la cui posizione è in fase di valutazione.I restanti otto cittadini sono concessionari di alloggi disposti per emergenza abitativa e rientrano nel progetto ex “Casa Buona”, concepito per offrire una soluzione temporanea, quindi non perpetua, a chi si trovi in situazioni di improvvisa indisponibilità di un alloggio. L'Amministrazione patavina procederà al recupero degli otto alloggi di cui i predetti hanno beneficiato e, nello specifico, per i 3 di proprietà comunale, alla messa a disposizione in favore di aventi diritto, secondo le nuove linee guida che privilegeranno i residenti nel Comune di Padova da 10/15 anni.

“L'Amministrazione precedente chiamava solidarietà quello che è spreco di soldi pubblici a carico della collettività – ha commentato il sindaco Massimo Bitonci – La nuova Amministrazione privilegerà i padovani che finora sono stati esclusi. Quei 200.000 euro dovevano finire in tasca a 200 anziani con pensione minima o a 200 famiglie di nostri concittadini che non arrivano alla fine del mese”.
 

Clicca mi piace sulla nostra pagina facebook https://www.facebook.com/gruppotv7 per rimanere aggiornato in tempo reale sulle notizie del tuo territorio. Grazie

Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@gruppotv7.com

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy Cookie Policy
CASE POPOLARI; EQUITÀ SOCIALE E LEGALITÀ A CADONEGHE ---- L’Amministrazione di Cadoneghe in #Altapdovana ha approvato in queste ore i nuovi criteri per l’...

ACCORDO COMUNE-ATENEO PER LA PROMOZIONE DELLA CITTÀ - Il sindaco  Sergio Giordani e il rettore dell'Università , Ros...

Tv7 con Voi del 20/9/2019 - Dramma alloggi popolari Ospiti: - Michele Brombin, ...

AL VIA AUTO E MOTO D’EPOCA, IL PIANO ANTI TRAFFICO Saranno quattro giornate di fuoco per le arterie stradali che circondano il polo fieristico patavino data ...

IL FUTURO INCERTO DI CHI RICEVE LO SFRATTO - Davanti all'Ufficio della Casa di Palazzo Gozzi si è riunito un piccolo manipolo di persone ch...

Massimo Bitonci, leader dell'opposizione in Consiglio Comunale a Padova, torna s...

Saranno chiuse temporaneamente al traffico veicolare: via San Giacomo, lunedì 16/10/2017 dalle ore 9.00 alle ore 15.00, per il tempo strettamente necessari...

Ieri nel tardo pomeriggio, in comune a Padova, un tavolo di confronto e collaborazione tra Universi...

IMPIANTI SPORTIVI A PADOVA, UN FUTURO MIGLIORE Novità da fine agosto per gli impianti sportivi a P...

PADOVA: LA NUOVA GIUNTA DI SERGIO GIORDANI Ecco gli assessori della nuova giunta patavina.