VOLONTARY DISCLUSURE;IN SVIZZERA NIENTE PIU’ SEGRETI BANCARI

13 Gennaio 2015 16:29

Cambiano le cose in Svizzera, rientrano i soldi in "nero", quelli non dichiarati al Fisco, che in passato gli spallieri italiani hanno ben nascosto in conti elvetici coperti dal segreto bancario. La Swizzera dal 2017 sarà depennata dalla black list dei paesi a fiscalità privilegiata come il Lussemburgo, le Cayman, Singapore ecc. Il processo si attiverà questo 2 marzo con la firma del protocollo d'intesa con l'Italia, che autorizza il rientro dei soldi dalla Svizzera all'Italia, così da permettere ai nostri connazionali evasori, denunciandosi volontariamente (volontary disclosure), di sanare il debito con il Fisco. Curiosa la distinzione penale elvetica , ci spiega a microfono spendo il Dr. Nicola Ramundo Presidente dell'Osservatorio del Cittadino Contribuente, che definisce la frode il frutto di falsificazioni di documenti e quant'altro, mentre l'evasione una dimenticanza. Questo rientro fiscale però potrebbe far finire gambe all'aria molti istituti bancari svizzeri, già si notano macchinate, in 5 per auto, che trasportano in Italia valuta per 10.000€ ciascuno limite legale consentito alla frontiera. La Polizia registra il fenomeno ma nulla può, è tutto legale.

FacebookTwitterLinkedIn

leave a reply