STALKING: ARRESTATO VENEZIANO, VITTIMA UN IMPRENDITORE
news locale - 14/11/2011 14:21

VENEZIA, 14 NOV - Ha consegnato un mazzo di fiori alla sua vittima, un impreditore, non per fare pace, ma perché li mettesse sulla sua tomba, il veneziano arrestato per stalking dai carabinieri. Nonostante fosse stato condannato la scorsa estate, sempre per stalking, Renzo De Gasperi, 57 anni, di Mirano, si è nuovamente reso responsabile dello stesso reato. Ad ammanettarlo sono stati i carabinieri di Mirano e Spinea che si erano già occupati dell'uomo per due volte, la scorsa primavera ed estate, per atti persecutori nei confronti di un imprenditore con il quale aveva avuto un rapporto di lavoro. A maggio De Gasperi aveva fatto all'imprenditore anche una richiesta estorsiva, non andata a buon fine per l'intervento dell'arma che lo aveva arrestato in flagranza di reato. L'uomo era stato condannato a 14 mesi di reclusione. Terminati gli arresti domiciliari, e di nuovo libero, De Gasperi, a luglio, aveva di nuovo preso di mira la sua vittima, responsabile, a dire dell'indagato, della mancata restituzione di una somma di denaro, dovutagli da circa 20 anni e per la quale era stata anche intrapresa una causa civile, conclusasi per lui con esito sfavorevole. Nonostante i due arresti, l'indagato è tornato alla carica, ricorrendo nuovamente alle vie di fatto: si è recato sotto casa dell'imprenditore con un mazzo di fiori in mano. "Questi sono per te, da mettere sulla tomba" ha detto De Gasperi all'uomo che ha poi rincorso, minacciandolo fino a quando questi non è riuscito a trovare rifugio nella sua abitazione. L'intervento dei carabinieri, che avevano realizzato un monitoraggio della situazione a tutela della vittima e dei suoi familiari, hanno rintracciato De Gasperi nei pressi dell'abitazione dell'imprenditore, mentre cercava di allontanarsi.

STALKING: ARRESTATO VENEZIANO, VITTIMA UN IMPRENDITORE

VENEZIA, 14 NOV - Ha consegnato un mazzo di fiori alla sua vittima, un impreditore, non per fare pace, ma perché li mettesse sulla sua tomba, il veneziano arrestato per stalking dai carabinieri. Nonostante fosse stato condannato la scorsa estate, sempre per stalking, Renzo De Gasperi, 57 anni, di Mirano, si è nuovamente reso responsabile dello stesso reato. Ad ammanettarlo sono stati i carabinieri di Mirano e Spinea che si erano già occupati dell'uomo per due volte, la scorsa primavera ed estate, per atti persecutori nei confronti di un imprenditore con il quale aveva avuto un rapporto di lavoro. A maggio De Gasperi aveva fatto all'imprenditore anche una richiesta estorsiva, non andata a buon fine per l'intervento dell'arma che lo aveva arrestato in flagranza di reato. L'uomo era stato condannato a 14 mesi di reclusione. Terminati gli arresti domiciliari, e di nuovo libero, De Gasperi, a luglio, aveva di nuovo preso di mira la sua vittima, responsabile, a dire dell'indagato, della mancata restituzione di una somma di denaro, dovutagli da circa 20 anni e per la quale era stata anche intrapresa una causa civile, conclusasi per lui con esito sfavorevole. Nonostante i due arresti, l'indagato è tornato alla carica, ricorrendo nuovamente alle vie di fatto: si è recato sotto casa dell'imprenditore con un mazzo di fiori in mano. "Questi sono per te, da mettere sulla tomba" ha detto De Gasperi all'uomo che ha poi rincorso, minacciandolo fino a quando questi non è riuscito a trovare rifugio nella sua abitazione. L'intervento dei carabinieri, che avevano realizzato un monitoraggio della situazione a tutela della vittima e dei suoi familiari, hanno rintracciato De Gasperi nei pressi dell'abitazione dell'imprenditore, mentre cercava di allontanarsi.

Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Tags
trova altri articoli con gli stessi tags
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@gruppotv7.com

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy Cookie Policy
ARRESTATO LO STALKER DELLA SINDACA DI CASALSERUGO. Elisa Venturini, sindaca uscente di Casalserugo e in carica da dieci anni, negli ultimi tre ha vissuto un incubo: un uomo, un trevigiano cinquantenne...

INTIMIDIVA LA EX DA MESI: STALKER AI DOMICILIARI. Continuava a perseguitare la ex compagna, e nonostante il divieto di i...

E' una data simbolo il 25 novembre, una giornata per far riflettere collettivamente sulla gravità di un fenomeno che non accenna ad arrestarsi quale la violenza sulle donne che sia fisica, sessual...

Tv7 con Voi del 22/05/2015 - ANCORA TROPPA VIOLENZA. DONNE: LE VITTIME Ospite: - ROBERTO BELLIO, Pres. Fondazione Ferrioli e Bo - Iscriviti al canale YouTube...

E' questa la proposta degli Studenti Uniti per Udu Padova,  per prevenire la piaga della violenza di genere. Partire da...

Convegno al Bo in aula magna, sulla violenza di genere nella giornata che internazionalmente ricorda la vergogna di alcuni uomini, 25 Novembre.  "Approccio multidisciplinare nel s...

Nella tarda serata di ieri i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Mestre (VE) hanno tratto in arresto un uomo di 43 anni, del...

I panificatori di Padova sono in prima linea nella lotta contro la violenza sulle donne. Lo afferma con forza Patrizio...

VERONA, 21 OTT - I Carabinieri di Verona hanno arrestato un cinquantatreenne che, dopo aver avuto una relazione con una ...

VENEZIA, 10 OTT - I carabinieri di Chioggia hanno proceduto all'arresto di un 28enne del luogo, ritenuto responsabile dei reati di atti persecutori, lesioni personali, percosse e danneggiamento, comme...