CERCA DI FAR RAPIRE RIVALE IN AMORE, ARRESTATA CON COMPLICI
news locale - 13/12/2011 09:50

VERONA, 13 DIC - Risolto dopo cinque mesi di indagini a Verona il caso del tentato rapimento di una donna di 40 anni, veronese, sfuggita al sequestro in strada il 13 luglio scorso grazie all'intervento di alcuni automobilisti di passaggio. Ad architettare il piano sarebbe stata una rivale in amore, Francesca Urban, 55 anni, impiegata nell'azienda sanitaria di Verona, arrestata nella tarda serata di ieri dai Carabinieri. In manette anche due suoi complici, mentre è ricercato un terzo uomo coinvolto nel progetto criminoso. L'idea del rapimento, secondo gli investigatori, era nata nell'impiegata per il forte risentimento provato nei confronti della donna, sua rivale in una storia sentimentale. Con Francesca Urban è finito in carcere Giampaolo Corso, 47 anni, collega di lavoro dell'impiegata; per attirarlo nel piano di sequestro, Urban si era finta proprietaria di un'azienda veronese nota a livello internazionale, promettendogli un incarico di prestigio. Insieme avevano tentato il sequestro della donna veronese avvalendosi di due complici: Livio Volonté, operaio 55enne veronese, già tratto in arresto precedentemente, ed un altro uomo, ora ricercato dai carabinieri di Verona. Sul luogo del tentato sequestro i militari dell'Arma avevano trovato un grosso barattolo di soda caustica in scaglie, caduto dal furgone dove gli arrestati volevano caricare la vittima. La mandante del sequestro, per depistare le indagini, aveva a sua volta finto di essere stata vittima di aggressioni da parte della rivale, denunciando ai carabinieri di aver anche ricevuto una richiesta di estorsione per 100mila euro. Al fine di rendere più più verosimile il depistaggio, Urban, aiutata da Corso, era giunta a causarsi tre ferite al corpo con un coltello.

CERCA DI FAR RAPIRE RIVALE IN AMORE, ARRESTATA CON COMPLICI

VERONA, 13 DIC - Risolto dopo cinque mesi di indagini a Verona il caso del tentato rapimento di una donna di 40 anni, veronese, sfuggita al sequestro in strada il 13 luglio scorso grazie all'intervento di alcuni automobilisti di passaggio. Ad architettare il piano sarebbe stata una rivale in amore, Francesca Urban, 55 anni, impiegata nell'azienda sanitaria di Verona, arrestata nella tarda serata di ieri dai Carabinieri. In manette anche due suoi complici, mentre è ricercato un terzo uomo coinvolto nel progetto criminoso. L'idea del rapimento, secondo gli investigatori, era nata nell'impiegata per il forte risentimento provato nei confronti della donna, sua rivale in una storia sentimentale. Con Francesca Urban è finito in carcere Giampaolo Corso, 47 anni, collega di lavoro dell'impiegata; per attirarlo nel piano di sequestro, Urban si era finta proprietaria di un'azienda veronese nota a livello internazionale, promettendogli un incarico di prestigio. Insieme avevano tentato il sequestro della donna veronese avvalendosi di due complici: Livio Volonté, operaio 55enne veronese, già tratto in arresto precedentemente, ed un altro uomo, ora ricercato dai carabinieri di Verona. Sul luogo del tentato sequestro i militari dell'Arma avevano trovato un grosso barattolo di soda caustica in scaglie, caduto dal furgone dove gli arrestati volevano caricare la vittima. La mandante del sequestro, per depistare le indagini, aveva a sua volta finto di essere stata vittima di aggressioni da parte della rivale, denunciando ai carabinieri di aver anche ricevuto una richiesta di estorsione per 100mila euro. Al fine di rendere più più verosimile il depistaggio, Urban, aiutata da Corso, era giunta a causarsi tre ferite al corpo con un coltello.

Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Tags
trova altri articoli con gli stessi tags
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@gruppotv7.com

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy Cookie Policy