NON SI FERMA ALT PER BISOGNINO,RICONOSCIUTO STATO NECESSITA'
news locale - 14/12/2011 12:47

TREVISO, 14 DIC - Per un 'bisognino' urgente, in pieno divieto, ha fatto una serie di manovre pericolose in auto non fermandosi all'alt dei carabinieri ma una volta multato la sanzione gli è stata annullata dal giudice di pace che ha riconosciuto "lo stato di necessità". Protagonista della vicenda un notaio trevigiano che ai militari si era giustificato più o meno così: mi scappava la pipì, non ce la facevo più dovevo correre in bagno". I carabinieri avevano comunque sanzionano il professionista con una pesante multa ma il notaio ha impugnato il provvedimento facendo ricorso. Così - come riferisce oggi La Tribuna di Treviso - il giudice di pace ha annullato la sanzione perché, alla luce anche di un certificato medico, è stato riconosciuto "lo stato di necessità". Per quella pipì, avevano sostenuto in udienza i carabinieri, il notaio, lungo il trafficato Terraglio tra Venezia e Treviso, aveva sorpassato una loro auto di servizio sulla linea continua all'altezza di un pericoloso incrocio per poi negarsi all'alt salvo affrontarli solo dopo aver espletato i propri bisogni fisiologici in un bar.

NON SI FERMA ALT PER BISOGNINO,RICONOSCIUTO STATO NECESSITA'

TREVISO, 14 DIC - Per un 'bisognino' urgente, in pieno divieto, ha fatto una serie di manovre pericolose in auto non fermandosi all'alt dei carabinieri ma una volta multato la sanzione gli è stata annullata dal giudice di pace che ha riconosciuto "lo stato di necessità". Protagonista della vicenda un notaio trevigiano che ai militari si era giustificato più o meno così: mi scappava la pipì, non ce la facevo più dovevo correre in bagno". I carabinieri avevano comunque sanzionano il professionista con una pesante multa ma il notaio ha impugnato il provvedimento facendo ricorso. Così - come riferisce oggi La Tribuna di Treviso - il giudice di pace ha annullato la sanzione perché, alla luce anche di un certificato medico, è stato riconosciuto "lo stato di necessità". Per quella pipì, avevano sostenuto in udienza i carabinieri, il notaio, lungo il trafficato Terraglio tra Venezia e Treviso, aveva sorpassato una loro auto di servizio sulla linea continua all'altezza di un pericoloso incrocio per poi negarsi all'alt salvo affrontarli solo dopo aver espletato i propri bisogni fisiologici in un bar.

Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Tags
trova altri articoli con gli stessi tags
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@gruppotv7.com

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy Cookie Policy