VINO: GIUNTA VENETA INDIVIDUA COMMISSIONE DEGUSTAZIONE D.O
news locale - 03/01/2012 10:48

VENEZIA, 3 GEN - La Giunta veneta ha prorogato fino a tutto giugno 2012 il funzionamento delle Commissioni di degustazione dei vini a Denominazione d'Origine, individuando per ciascuna i presidenti ed i relativi segretari nonché i rispettivi supplenti e formulando gli elenchi dei degustatori abilitati ad operare. "Il provvedimento - ha detto l'assessore all'agricoltura Franco Manzato - consente di assicurare la piena funzionalità delle Commissioni stesse dopo il decreto ministeriale che ha stabilito le nuove linee guida per la nomina, la composizione ed il funzionamento di questi organismi, provvedimento emanato nel novembre scorso, ma pubblicato il 20 dicembre". Per la rivendicazione e presentazione dei vini a Denominazione, ogni singola partita deve essere sottoposta ad analisi chimico - fisiche e ad un esame organolettico, ovvero ad un assaggio da parte di apposite commissioni, che garantisca la rispondenza delle caratteristiche con quanto previsto dai disciplinari di produzione. La costituzione delle commissioni, la nomina dei presidenti e relativi sostituti e dei segretari e relativi sostituti era di competenza del Ministro delle politiche agricole, mentre spettava alle singole Camere di commercio farsi carico dell'operatività delle stesse e della tenuta degli elenchi dei degustatori. Con il decreto ministeriale di novembre, è stato stabilito che la costituzione delle Commissioni sia effettuata dalle Regioni, che devono anche istituire l'"Elenco dei tecnici degustatori" e l'"Elenco degli esperti degustatori. Dall'1 gennaio i vini ai devono inoltre essere sottoposti alle procedure gestite dalle strutture incaricate dei controlli. Queste ultime hanno segnalato l'urgenza di poter operare già a partire dai primi giorni di questo mese, per far fronte alle costanti richieste di certificazione che pervengono degli operatori vinicoli. "Di qui il provvedimento della Giunta - ha spiegato Manzato - considerato che non c'erano i tempi necessari per individuare e definire i criteri e le modalità sia per la costituzione e gestione delle Commissioni di degustazione, sia per l'aggiornamento degli elenchi dei degustatori, senza pregiudicare l'attività di certificazione".

VINO: GIUNTA VENETA INDIVIDUA COMMISSIONE DEGUSTAZIONE D.O

VENEZIA, 3 GEN - La Giunta veneta ha prorogato fino a tutto giugno 2012 il funzionamento delle Commissioni di degustazione dei vini a Denominazione d'Origine, individuando per ciascuna i presidenti ed i relativi segretari nonché i rispettivi supplenti e formulando gli elenchi dei degustatori abilitati ad operare. "Il provvedimento - ha detto l'assessore all'agricoltura Franco Manzato - consente di assicurare la piena funzionalità delle Commissioni stesse dopo il decreto ministeriale che ha stabilito le nuove linee guida per la nomina, la composizione ed il funzionamento di questi organismi, provvedimento emanato nel novembre scorso, ma pubblicato il 20 dicembre". Per la rivendicazione e presentazione dei vini a Denominazione, ogni singola partita deve essere sottoposta ad analisi chimico - fisiche e ad un esame organolettico, ovvero ad un assaggio da parte di apposite commissioni, che garantisca la rispondenza delle caratteristiche con quanto previsto dai disciplinari di produzione. La costituzione delle commissioni, la nomina dei presidenti e relativi sostituti e dei segretari e relativi sostituti era di competenza del Ministro delle politiche agricole, mentre spettava alle singole Camere di commercio farsi carico dell'operatività delle stesse e della tenuta degli elenchi dei degustatori. Con il decreto ministeriale di novembre, è stato stabilito che la costituzione delle Commissioni sia effettuata dalle Regioni, che devono anche istituire l'"Elenco dei tecnici degustatori" e l'"Elenco degli esperti degustatori. Dall'1 gennaio i vini ai devono inoltre essere sottoposti alle procedure gestite dalle strutture incaricate dei controlli. Queste ultime hanno segnalato l'urgenza di poter operare già a partire dai primi giorni di questo mese, per far fronte alle costanti richieste di certificazione che pervengono degli operatori vinicoli. "Di qui il provvedimento della Giunta - ha spiegato Manzato - considerato che non c'erano i tempi necessari per individuare e definire i criteri e le modalità sia per la costituzione e gestione delle Commissioni di degustazione, sia per l'aggiornamento degli elenchi dei degustatori, senza pregiudicare l'attività di certificazione".

La Parità per crescere
Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Tags
trova altri articoli con gli stessi tags
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@gruppotv7.com

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy Cookie Policy
180 ANNI FA LA NASCITA DEL PADRE DEL PROSECCO - Oggi ricorre il 180° anniversario della nascita di...

COLDIRETTI: FRA TRE ANNI 75% DI VIGNETI BIOLOGICI - Il Piano operativo della Federazione Coldiretti in Veneto prevede di portare la coltivazione biologica del vino al 75% entro il 2020, un progetto di...

GLI ITALIANI PREFERISCONO IL VINO BIANCO - In vetta alle preferenze nazionali in fatto di vini, i b...

AI VENETI PIACE FARE L'OSTE Sono ben 713 le enoteche disseminate per la regione: a totalizzare i numeri più rilevanti sono Venezia, con i suoi 155 tradizional...

Verona | Cambiamenti climatici e un'estate, quella in corso, particolarmente calda e siccitosa hanno anticipato a metà...

Ai giorni d'oggi l'alcool è divenuto un fenomeno di dipendenza che necessita gr...

AGROALIMENTARE IN VENETO, IL BILANCIO DEL 2016 Ammonta a 5 miliardi e mezzo di euro il valore dell'...

Numerosi sono gli eventi tra l'11 e il 12 novembre  che faranno  di Padova una gustosa vetrina, gr...

Padova- Per chi conosce lo splendore dei colli Euganei è facile intuire che non...

Prende il via ufficialmente il 31 ottobre il Novembre PataVino 2015, giunto quest'anno alla sua seconda edizione; un vero e proprio festival che invaderà la città e i suoi luog...