CRISI: RICERCA; IN VENETO OCCUPAZIONE STRANIERA CALA ANCORA
news locale - 05/01/2012 12:36

VENEZIA, 5 GEN - Continua, per effetto della crisi, il calo dell'occupazione straniera nelle piccole imprese in Veneto ma per l'inizio dell'anno sono previste nuove assunzioni che però saranno a termine. E' quanto emerge dalla periodica rilevazione della Fondazione veneziana "Leone Moressa" che rileva come la nuova occupazione é rivolta agli stranieri per mancanza di manodopera locale per le professioni operaie. L'occupazione straniera nelle piccole imprese venete fa registrare nel 2/o semestre 2011 un calo del -0,8% rispetto al semestre precedente, ma si prevede una ripresa del 2,7% nella prima parte del nuovo anno. La riduzione degli occupati stranieri sembra riguardare in particolare i settori dei servizi alle imprese (-2,8%) e con le stesse proporzioni nella produzione e nell'edilizia (-0,7%), comparto quest'ultimo che fa maggior ricorso alla manodopera straniera: su cento imprese edili quasi 40 annoverano lavoratori stranieri. Rimane invariata l'occupazione nel settore dei servizi alle persone, dove si registra un'alta incidenza di lavoratrici straniere. Le previsioni per la prima parte del nuovo anno segnalano l'intenzione delle piccole imprese ad assumere più lavoratori tra gli stranieri (+2,7%) che tra gli autoctoni (+0,1%), soprattutto nei settori dei servizi alle imprese e nella produzione. I lavoratori stranieri attualmente occupati nelle piccole imprese venete provengono principalmente dai Paesi dell'Est Europa, primi tra tutti i romeni (25,9%), seguiti da albanesi (18,0%) e moldavi (5,9%). Come terzo Paese si trova il Marocco dal quale proviene il 13,4% della forza lavoro straniera.

CRISI: RICERCA; IN VENETO OCCUPAZIONE STRANIERA CALA ANCORA

VENEZIA, 5 GEN - Continua, per effetto della crisi, il calo dell'occupazione straniera nelle piccole imprese in Veneto ma per l'inizio dell'anno sono previste nuove assunzioni che però saranno a termine. E' quanto emerge dalla periodica rilevazione della Fondazione veneziana "Leone Moressa" che rileva come la nuova occupazione é rivolta agli stranieri per mancanza di manodopera locale per le professioni operaie. L'occupazione straniera nelle piccole imprese venete fa registrare nel 2/o semestre 2011 un calo del -0,8% rispetto al semestre precedente, ma si prevede una ripresa del 2,7% nella prima parte del nuovo anno. La riduzione degli occupati stranieri sembra riguardare in particolare i settori dei servizi alle imprese (-2,8%) e con le stesse proporzioni nella produzione e nell'edilizia (-0,7%), comparto quest'ultimo che fa maggior ricorso alla manodopera straniera: su cento imprese edili quasi 40 annoverano lavoratori stranieri. Rimane invariata l'occupazione nel settore dei servizi alle persone, dove si registra un'alta incidenza di lavoratrici straniere. Le previsioni per la prima parte del nuovo anno segnalano l'intenzione delle piccole imprese ad assumere più lavoratori tra gli stranieri (+2,7%) che tra gli autoctoni (+0,1%), soprattutto nei settori dei servizi alle imprese e nella produzione. I lavoratori stranieri attualmente occupati nelle piccole imprese venete provengono principalmente dai Paesi dell'Est Europa, primi tra tutti i romeni (25,9%), seguiti da albanesi (18,0%) e moldavi (5,9%). Come terzo Paese si trova il Marocco dal quale proviene il 13,4% della forza lavoro straniera.

La Parità per crescere
Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Tags
trova altri articoli con gli stessi tags
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@gruppotv7.com

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy Cookie Policy
UN ANNO SENZA SPETTACOLI AL GRAN TEATRO GEOX - È trascorso esattamente un anno da quando si sono chiusi i battenti dei teatri e degli spettacoli dal vivo, ma c'è chi, come Valeria Arzenton, vicepres...

Dopo mesi di attesa, è atterrata la sonda Perseverance sul Pianeta Marte, a ben 220 milioni di chilometri dalla Terra. Si tratta della sonda più sofisticata che l’agenzia spazi...

Nel corso del 2020, il sistema economico della provincia di Padova ha registrato...

SANREMO SENZA PUBBLICO: IL PENSIERO DEI PADOVANI -  Il Festival di Sanremo, in programma per cinque serate dal 2 al 6 m...

300 RISTORANTI DIVENTANO MENSE NEL PADOVANO-----Attualmente 50 a Padova e 250 in provincia, le realtà della ristorazione che hanno aderito alla “riconversione” del proprio ese...

COMMERCIO: TUTTO FERMO A CITTADELLA----Cittadella è come una fotografia. Tutto è fermo, tutto si è bloccato per colpa dalla pandemia. Eppure questa cittadina dell’Alta Padovan...

CROLLANO I CONSUMI IN VENETO - "Una cifra impressionante che da sola la dice lunga sulla necessità di provvedimenti rap...

IL COMMERCIO AD ABANO SENZA TURISTI E' CRITICO - E’ una voce unanime quella del commercio aponense...

UN'APP PER VALORIZZARE I COMMERCIANTI DI CARMIGNANO Una App per creare un filo diretto tra commercianti, alcune categori...

+++RISTORANTI E ALBERGHI: PERSI 1,6 MILIARDI IN VENETO+++ A livello regionale, dopo la Lombardia e il Lazio, la più colpita è il Veneto con -1,6 miliardi di euro, ben 906.550milioni di euro in meno ...