SI COSTITUISCE ERGASTOLANO EVASO DA CARCERE PADOVA
news locale - 17/01/2012 11:27

PADOVA, 17 GEN - Pressato dalla polizia, un ergastolano che si era reso latitante otto mesi fa, non rientrando più in carcere dopo un permesso premio, si è costituito. Il triestino Fulvio Penco, 56 anni, il 16 maggio scorso non aveva fatto rientro nel carcere di Padova dove stava scontando l'ergastolo per l'omicidio di un'assistente sociale. Nonostante le serrate ricerche, l'uomo era rimasto latitante fino ai primi giorni di gennaio, quando ha inviato alla Procura di Padova una lettera dal contenuto farneticante nei confronti di un alto magistrato della Sorveglianza di Venezia. Gli elementi raccolti dagli investigatori grazie alla provenienza della missiva, ha quindi permesso al pm euganeo Paolo Luca di incaricare la squadra mobile padovana della sua cattura. Gli agenti hanno concentrato le ricerche nella zona della provincia di Rovigo, Lendinara in particolare. Poliziotti delle squadre mobili di Padova e Rovigo hanno effettuato accertamenti in quella zona, specie nei luoghi di accoglienza, pressando Pengo al punto che questi ha deciso preso contatto, con un fax, con il presidente dell'Ufficio di Sorveglianza di Venezia, informando che in breve si sarebbe costituito al carcere di Rovigo. Agli investigatori il ricercato ha detto che nel periodo di latitanza si era avvicinato alla preghiera e che intendeva iniziare una nuova vita.

SI COSTITUISCE ERGASTOLANO EVASO DA CARCERE PADOVA

PADOVA, 17 GEN - Pressato dalla polizia, un ergastolano che si era reso latitante otto mesi fa, non rientrando più in carcere dopo un permesso premio, si è costituito. Il triestino Fulvio Penco, 56 anni, il 16 maggio scorso non aveva fatto rientro nel carcere di Padova dove stava scontando l'ergastolo per l'omicidio di un'assistente sociale. Nonostante le serrate ricerche, l'uomo era rimasto latitante fino ai primi giorni di gennaio, quando ha inviato alla Procura di Padova una lettera dal contenuto farneticante nei confronti di un alto magistrato della Sorveglianza di Venezia. Gli elementi raccolti dagli investigatori grazie alla provenienza della missiva, ha quindi permesso al pm euganeo Paolo Luca di incaricare la squadra mobile padovana della sua cattura. Gli agenti hanno concentrato le ricerche nella zona della provincia di Rovigo, Lendinara in particolare. Poliziotti delle squadre mobili di Padova e Rovigo hanno effettuato accertamenti in quella zona, specie nei luoghi di accoglienza, pressando Pengo al punto che questi ha deciso preso contatto, con un fax, con il presidente dell'Ufficio di Sorveglianza di Venezia, informando che in breve si sarebbe costituito al carcere di Rovigo. Agli investigatori il ricercato ha detto che nel periodo di latitanza si era avvicinato alla preghiera e che intendeva iniziare una nuova vita.

La Parità per crescere
Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Tags
trova altri articoli con gli stessi tags
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@gruppotv7.com

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy Cookie Policy