PORTI: ZAIA,ABBIAMO OBBLIGO DARE SERVIZI AI NOSTRI TERRITORI
news locale - 13/02/2012 12:46

VENEZIA, 13 FEB - Per il governatore del Veneto Luca Zaia, intervenuto all'inaugurazione dell'Anno Portuale del Porto di Venezia, il fatto che due terzi del traffico portuale "non sono gestiti da noi, ma vanno verso nord, significa che paghiamo una tassa logistica che non ci possiamo permettere: abbiamo quindi l'obbligo, come comunità, di dare servizi ai nostri territori". Zaia ha quindi detto che non bisogna vivere il Porto "come un mammut". "La Regione Veneto - ha spiegato - coglie questa sfida, sostenendo il porto d'altura, ma anche con la volontà di riconoscere che, in questi quattro anni, ci sono stati investimenti per mezzo miliardo. Perché la sfida da cogliere passa attraverso il rilancio di queste aree, puntando anche sull'intermodalità, con la connessione con interporti e traffico aeroportuale. E noi stiamo portando avanti la partita con la prospettiva della macroregione, perché credo che il corridoio Adriatico-Baltico, il corridoio Helsinki-La Valletta, il corridoio 5 siano tutti elementi su cui dobbiamo lavorare insieme". Zaia ha quindi allargato il ragionamento anche ad altre due tematiche : il trasporto su rotaia e le bonifiche. Quanto alla prima, Zaia ha affermato che la grande partita del ferro "é ancora inespressa, perché mancano ancora i finanziamenti e soprattutto la volontà di completare il collegamento con il Friuli, per completare l'attraversamento est-ovest. E il rischio é quello di perdere, scusate il gioco di parole, questo importante treno". Sulle bonifiche, invece, "siamo in dirittura d'arrivo - ha detto - perché l'accordo con il Ministero è questione di giorni e anche l'Eni è disponibile ad affrontare con noi la partita su queste aree. E questo significa che ci sono aziende pronte ad entrare nelle aree di Porto Marghera: aziende serie che hanno pronti due miliardi di investimenti".

PORTI: ZAIA,ABBIAMO OBBLIGO DARE SERVIZI AI NOSTRI TERRITORI

VENEZIA, 13 FEB - Per il governatore del Veneto Luca Zaia, intervenuto all'inaugurazione dell'Anno Portuale del Porto di Venezia, il fatto che due terzi del traffico portuale "non sono gestiti da noi, ma vanno verso nord, significa che paghiamo una tassa logistica che non ci possiamo permettere: abbiamo quindi l'obbligo, come comunità, di dare servizi ai nostri territori". Zaia ha quindi detto che non bisogna vivere il Porto "come un mammut". "La Regione Veneto - ha spiegato - coglie questa sfida, sostenendo il porto d'altura, ma anche con la volontà di riconoscere che, in questi quattro anni, ci sono stati investimenti per mezzo miliardo. Perché la sfida da cogliere passa attraverso il rilancio di queste aree, puntando anche sull'intermodalità, con la connessione con interporti e traffico aeroportuale. E noi stiamo portando avanti la partita con la prospettiva della macroregione, perché credo che il corridoio Adriatico-Baltico, il corridoio Helsinki-La Valletta, il corridoio 5 siano tutti elementi su cui dobbiamo lavorare insieme". Zaia ha quindi allargato il ragionamento anche ad altre due tematiche : il trasporto su rotaia e le bonifiche. Quanto alla prima, Zaia ha affermato che la grande partita del ferro "é ancora inespressa, perché mancano ancora i finanziamenti e soprattutto la volontà di completare il collegamento con il Friuli, per completare l'attraversamento est-ovest. E il rischio é quello di perdere, scusate il gioco di parole, questo importante treno". Sulle bonifiche, invece, "siamo in dirittura d'arrivo - ha detto - perché l'accordo con il Ministero è questione di giorni e anche l'Eni è disponibile ad affrontare con noi la partita su queste aree. E questo significa che ci sono aziende pronte ad entrare nelle aree di Porto Marghera: aziende serie che hanno pronti due miliardi di investimenti".

La Parità per crescere
Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Tags
trova altri articoli con gli stessi tags
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@gruppotv7.com

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy Cookie Policy
VIRUS, IL DICEMBRE DEL VENETO RIMANE INSPIEGABILE - Prima una scalata vertiginosa ben al di sopra dei numeri della prima ondata, poi il crol...

ZAIA: "PARAMETRI UNIFORMI PER LE NUOVE RESTRIZIONI" - Il Presidente del Veneto si fa portavoce delle istanze delle Regioni. Intanto migliorano i dati sui ricoveri.

MEZZI DI TRASPORTO: SI SALE CON GUANTI E MASCHERINE. E' entrata in vigore dalla scorsa mezzanotte e lo sarà fino al 13 ...

SPECIALIZZANDI IN CORSIA, ECCO COSA CAMBIA - Le nuove assunzioni di specializzandi negli ospedali veneti non inficieranno la qualità dell'assistenza, grazie a una programmazione d...

SINDACATI: "DALLA REGIONE PIU' RISORSE AGLI ANZIANI" - Nella conferenza stampa congiunta di SPI CGIL...

VENETO, NUOVI INTROITI DALLA VENDITA DEGLI IMMOBILI - 6 milioni di introito nel...

MEDICI SPECIALIZZANDI, ACCORDO REGIONE-UNIVERSITA' - La Giunta Regionale ha autorizzato la firma dei protocolli di intesa tra Regione Venet...

ACCESO L'ABETE VENETO IN PIAZZA SAN PIETRO -  Anche quest'anno c'è molto Veneto nelle celebrazioni natalizie in Vaticano: Papa Francesco oggi ha inaugurato  il presepe artistico del gurppo Paré di...

SP47, PONTE CURTAROLO, ZAIA RISPONDE ALLA PROVINCIA --- Porta la data del 27 settembre 2019, la lettera che il Presidente della Provincia di Padova , Fabio Bui ha scritto al Governatore della Regione ...

BUFERA SU AUTONOMIA, ZAIA "IL PROGETTO È SERIO" - Botta e risposta fra il premier Conte e i governatori Zaia e Fontana, che escludono la possibilità di firmar...