AGRICOLTURA: COLDIRETTI PADOVA LANCIA ALLARME SICCITA'
news locale - 27/02/2012 12:34

PADOVA, 27 FEB - Dopo un inverno anomalo, con piogge quasi inesistenti e scarse nevicate, l'agricoltura padovana fa i conti con la siccità e teme una nuova emergenza in campagna. In tre mesi nel padovano sono caduti 57 millimetri di pioggia e neppure le timide nevicate della prima metà di febbraio hanno portato qualche beneficio. Ora, afferma Coldiretti Padova, con il rialzo precoce delle temperature, le colture hanno bisogno d'acqua ma i canali di irrigazione sono vuoti e c'é preoccupazione per le prossime settimane. "Ogni giorno in più senza pioggia non fa che aggravare la situazione. - spiega Marco Calaon, presidente di Coldiretti Padova -. Ad oggi i problemi maggiori li registriamo per i cereali, in particolare grano e orzo, la cui maturazione potrebbe essere compromessa dalla mancanza di piogge". Situazione analoga per il radicchio, mentre nei prossimi giorni inizieranno le semine delle barbabietole, mais e soia. "Sulla crescita di queste colture - dice Calaon - l'assenza di precipitazioni potrà avere dei pesanti contraccolpi. Alla penuria d'acqua si aggiungono gli effetti di questo anticipo di primavera con temperature al di sopra della media. Un fenomeno che "inganna" le piante con il risveglio delle gemme, le quali però non saranno più in grado di resistere al ritorno del clima invernale. Le piante di albicocco, ciliegio, susino e pesco, ma anche di pero e melo sono stimolate dalle temperature primaverili a preparare le gemme per la fioritura con il risultato di renderle meno resistenti al freddo che potrebbe tornare a farsi sentire. Il rischio è un crollo delle fioriture e quindi della produzione dei frutti nella prossima primavera-estate". Per salvare le colture è necessario - è detto in una nota - che arrivi presto la pioggia e che cada in maniera costante, duratura e non troppo intensa e a preoccupare la Coldiretti sono i cambiamenti climatici che si fanno sempre più marcati.

AGRICOLTURA: COLDIRETTI PADOVA LANCIA ALLARME SICCITA'

PADOVA, 27 FEB - Dopo un inverno anomalo, con piogge quasi inesistenti e scarse nevicate, l'agricoltura padovana fa i conti con la siccità e teme una nuova emergenza in campagna. In tre mesi nel padovano sono caduti 57 millimetri di pioggia e neppure le timide nevicate della prima metà di febbraio hanno portato qualche beneficio. Ora, afferma Coldiretti Padova, con il rialzo precoce delle temperature, le colture hanno bisogno d'acqua ma i canali di irrigazione sono vuoti e c'é preoccupazione per le prossime settimane. "Ogni giorno in più senza pioggia non fa che aggravare la situazione. - spiega Marco Calaon, presidente di Coldiretti Padova -. Ad oggi i problemi maggiori li registriamo per i cereali, in particolare grano e orzo, la cui maturazione potrebbe essere compromessa dalla mancanza di piogge". Situazione analoga per il radicchio, mentre nei prossimi giorni inizieranno le semine delle barbabietole, mais e soia. "Sulla crescita di queste colture - dice Calaon - l'assenza di precipitazioni potrà avere dei pesanti contraccolpi. Alla penuria d'acqua si aggiungono gli effetti di questo anticipo di primavera con temperature al di sopra della media. Un fenomeno che "inganna" le piante con il risveglio delle gemme, le quali però non saranno più in grado di resistere al ritorno del clima invernale. Le piante di albicocco, ciliegio, susino e pesco, ma anche di pero e melo sono stimolate dalle temperature primaverili a preparare le gemme per la fioritura con il risultato di renderle meno resistenti al freddo che potrebbe tornare a farsi sentire. Il rischio è un crollo delle fioriture e quindi della produzione dei frutti nella prossima primavera-estate". Per salvare le colture è necessario - è detto in una nota - che arrivi presto la pioggia e che cada in maniera costante, duratura e non troppo intensa e a preoccupare la Coldiretti sono i cambiamenti climatici che si fanno sempre più marcati.

La Parità per crescere
Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Tags
trova altri articoli con gli stessi tags
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@gruppotv7.com

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy Cookie Policy
COVID, ASSUNZIONI IN CALO IN AGRICOLTURA - Da un'indagine di Cia Padova e Veneto Lavoro emerge che nel 2020, l'anno dell'inizio dell'emergenza sanitaria da covid, il territorio pa...

L'AGRICOLTURA RISENTE DEGLI EFFETTI DELLA PANDEMIA - L'agricoltura in Veneto è stata penalizzata dalle restrizioni dovute al Covid, ma è ...

Tv7 con Voi del 16/12/2020 - Recovery Fund e agricoltura Ospite: - Gianmichele Passarini, Presidente CIA Veneto - Iscriviti al canale YouTube del Gruppo Tv7, e non perderti nemmeno un nostro video....

Tv7 con Voi del 20/5/2020 - Non solo agricoltura Ospite: - Giuseppe Pan, Assess...

#lacampagnanonsiferma, questo è l’hashtag diffuso tra i post dei social di imprenditori e consumatori che cercano di sostenere il Made in Italy. Così la con...

VOGLIA DI RIPRESA AL MERCATO KM 0 DI CITTADELLA   ---- Il Covid-19, è causa nel padovano di un danno economico pari a 80 milioni di euro....

FONDI IN ARRIVO PER LO SVILUPPO DI SAN MARTINO  ---- Compito di ogni Amministrazione, quello di fare il possibile per incentivare la crescita e lo sviluppo del proprio territorio. Grazie a fondi euro...

IN ALTA PADOVANA IL PERCOLATO DIVENTA FERTILIZZANTE ---- Ciò che inquina grazie allo studio e alla volontà di chi preserva l'ambiente si trasforma in fertilizzante. Potrebbe sembrare solo fantasia m...

Tv7 con Voi del 27/6/2019 - Agricoltura: parliamo anche di pensioni Ospiti: - Massimo Lazzarin,Direttore INAC-CIA Padov...

CRESCE L'AGRICOLTURA VENETA, PRODOTTI 6,4 MILIARDI - Presentato all'Agripolis di Legnaro il primo report sul settore agricoltura della Regione Veneto, una risorsa del territorio che lo scorso hanno ha...