REGIONI: VENETO; RUFFATO, CONTRO CRISI IMPRESA RESTA MODELLO
news locale - 27/02/2012 12:15

VENEZIA, 27 FEB - Un confronto aperto per conoscere, per aggiornare l'apparato legislativo a sostegno della flessibilità, per calibrare i percorsi formativi in base alle aspettative delle imprese e della società. Questi gli obiettivi degli Stati generali dell'economia e del lavoro indicati oggi, agli oltre 300 rappresentanti delle istituzioni, del mondo dell'economia e delle categorie produttive, delle parti sociali e delle agenzie formative convenuti all'Istituto universitario salesiano di Mestre su invito del presidente del Consiglio regionale del Veneto Clodovaldo Ruffato e della Conferenza regionale per l'economia e il lavoro. Una iniziativa voluta dal Consiglio veneto (e in particolare dalla commissione Attività produttive presieduta da Luca Baggio, Lega) e dalla Conferenza regionale per l'economia e il lavoro per riunire attorno a un tavolo di studio e di proposta tutti i soggetti attivi nel mercato del lavoro e nelle dinamiche economiche. "La crisi incalza - ha esordito il presidente Ruffato - in Veneto il tasso di disoccupazione è triplicato, un giovane su 4 non ha lavoro. Ma l'impresa, punto di forza del modello veneto, resta un punto di riferimento, ed è nostro compito sostenerla con infrastrutture più efficienti, banche più solidali, una formazione al passo con i tempi". Per Ruffato il Veneto e l'Italia usciranno dalla crisi "riscoprendo l'economia vera". "Le banche - ha indicato il presidente del Consiglio e del Crel - sono chiamate a sostenere la patrimonializzazione delle imprese e il credito alle idee più innovative. Sempre più determinante sarà l'economia della conoscenza". Obiettivo prioritario degli 'stati generali' - ha puntualizzato Ruffato - é dare indicazioni operative al legislatore regionale. "La Regione ha un ruolo di osservatore delle politiche nazionali e di proposta nei confronti del governo - ha chiarito il presidente - Ma ha anche un ruolo attivo nella formazione professionale, nel credito alle piccole imprese, nel sostegno alla cooperazione sociale". Di fronte alla perdita di competitività del tessuto economico e alla pressante concorrenza dei paesi esteri (dalla Cina al Brasile al SudAfrica) "l'allarme rimane alto - ha esortato Ruffato - dobbiamo fare di più per garantire reti di protezione sociale, organizzare meglio le risorse per premiare i talenti, investire in formazione e rinnovamento, sostenere le idee imprenditoriali migliori". Il confronto prosegue nei tre gruppi di lavoro dedicati alle imprese, al mercato del lavoro e alla formazione, introdotti dalle relazioni tematiche di Paolo Gubitta, docente dell'università di Padova sulle trasformazioni del tessuto produttivo veneto, di Sergio Rosato direttore di Veneto Lavoro e di Arduino Salatin, preside dell'Istituto universitario salesiano di Venezia sul ruolo della formazione. Le conclusioni nel pomeriggio con l'intervento del presidente della Regione Veneto Luca Zaia e con la tavola rotonda alla quale partecipano, tra gli altri, gli ex ministri Sacconi e Treu, il presidente degli industriali veneti Andrea Tomat, il segretario generale Cisl veneto e gli assessori Coppola e Donazzan.

REGIONI: VENETO; RUFFATO, CONTRO CRISI IMPRESA RESTA MODELLO

VENEZIA, 27 FEB - Un confronto aperto per conoscere, per aggiornare l'apparato legislativo a sostegno della flessibilità, per calibrare i percorsi formativi in base alle aspettative delle imprese e della società. Questi gli obiettivi degli Stati generali dell'economia e del lavoro indicati oggi, agli oltre 300 rappresentanti delle istituzioni, del mondo dell'economia e delle categorie produttive, delle parti sociali e delle agenzie formative convenuti all'Istituto universitario salesiano di Mestre su invito del presidente del Consiglio regionale del Veneto Clodovaldo Ruffato e della Conferenza regionale per l'economia e il lavoro. Una iniziativa voluta dal Consiglio veneto (e in particolare dalla commissione Attività produttive presieduta da Luca Baggio, Lega) e dalla Conferenza regionale per l'economia e il lavoro per riunire attorno a un tavolo di studio e di proposta tutti i soggetti attivi nel mercato del lavoro e nelle dinamiche economiche. "La crisi incalza - ha esordito il presidente Ruffato - in Veneto il tasso di disoccupazione è triplicato, un giovane su 4 non ha lavoro. Ma l'impresa, punto di forza del modello veneto, resta un punto di riferimento, ed è nostro compito sostenerla con infrastrutture più efficienti, banche più solidali, una formazione al passo con i tempi". Per Ruffato il Veneto e l'Italia usciranno dalla crisi "riscoprendo l'economia vera". "Le banche - ha indicato il presidente del Consiglio e del Crel - sono chiamate a sostenere la patrimonializzazione delle imprese e il credito alle idee più innovative. Sempre più determinante sarà l'economia della conoscenza". Obiettivo prioritario degli 'stati generali' - ha puntualizzato Ruffato - é dare indicazioni operative al legislatore regionale. "La Regione ha un ruolo di osservatore delle politiche nazionali e di proposta nei confronti del governo - ha chiarito il presidente - Ma ha anche un ruolo attivo nella formazione professionale, nel credito alle piccole imprese, nel sostegno alla cooperazione sociale". Di fronte alla perdita di competitività del tessuto economico e alla pressante concorrenza dei paesi esteri (dalla Cina al Brasile al SudAfrica) "l'allarme rimane alto - ha esortato Ruffato - dobbiamo fare di più per garantire reti di protezione sociale, organizzare meglio le risorse per premiare i talenti, investire in formazione e rinnovamento, sostenere le idee imprenditoriali migliori". Il confronto prosegue nei tre gruppi di lavoro dedicati alle imprese, al mercato del lavoro e alla formazione, introdotti dalle relazioni tematiche di Paolo Gubitta, docente dell'università di Padova sulle trasformazioni del tessuto produttivo veneto, di Sergio Rosato direttore di Veneto Lavoro e di Arduino Salatin, preside dell'Istituto universitario salesiano di Venezia sul ruolo della formazione. Le conclusioni nel pomeriggio con l'intervento del presidente della Regione Veneto Luca Zaia e con la tavola rotonda alla quale partecipano, tra gli altri, gli ex ministri Sacconi e Treu, il presidente degli industriali veneti Andrea Tomat, il segretario generale Cisl veneto e gli assessori Coppola e Donazzan.

La Parità per crescere
Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Tags
trova altri articoli con gli stessi tags
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@gruppotv7.com

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy Cookie Policy
Quest’anno in gara a Sanremo due voci venete, Francesca Michielin e Madame. La...

COVID, ASSUNZIONI IN CALO IN AGRICOLTURA - Da un'indagine di Cia Padova e Veneto Lavoro emerge che nel 2020, l'anno del...

In Veneto il tumore colpisce più gli uomini che le donne ma negli ultimi anni le nuove diagnosi hanno registrato dei ca...

VIRUS, IL DICEMBRE DEL VENETO RIMANE INSPIEGABILE - Prima una scalata vertiginosa ben al di sopra dei numeri della prima ondata, poi il crollo verticale addirittura prima che le restrizioni natalizie ...

MORTI SUL LAVORO, IL 40% A CAUSA DEL COVID ---- Drammatici i dati sulle morti bianche da gennaio a dicembre 2020 elaborati da Vega Engineeri...

SALDI AL VIA IN VENETO: OSSIGENO PER I NEGOZIANTI-----Primo giorno di saldi per il Veneto. Grandi le aspettative che potrebbero essere confermate dal vivace movimento che si registra già dalle prime ...

TAMPONI IN FARMACIA: ADESIONI IN CRESCITA-----Sempre più farmacie del territorio, hanno aderito in ...

COMINCIANO I SALDI IN VENETO----Inversione di marcia per il mondo dello shopping. La categoria si interroga sul saldo, come tipologia di vendita, a pochi giorni...

L'AGRICOLTURA RISENTE DEGLI EFFETTI DELLA PANDEMIA - L'agricoltura in Veneto è ...

ZAIA: "PARAMETRI UNIFORMI PER LE NUOVE RESTRIZIONI" - Il Presidente del Veneto s...