FISCO: GDF PASSA SETACCIO VICENZA PER SCONTRINI E 'FURBETTI'
news locale - 02/03/2012 13:08

VICENZA, 2 MAR - Bar, negozi e ristoranti di Vicenza e provincia sono stati passati al setaccio dalla Guardia di Finanza in un'operazione di contrasto ai reati fiscali, come la mancata emissione di scontrini e ricevute, e al lavoro sommerso. Sono state 80 le sanzioni emesse per irregolarità negli scontri e fatture. Tra i vari casi, anche quello di un commerciante cinese che si era 'dimenticato' per ben 71 volte di far funzionare la cassa, a fronte di pagamenti in nero per circa 1500 euro, nei soli primi 15 giorni di febbraio. Complessivamente le 'Fiamme Gialle' hanno compiuto 180 verifiche per gli scontrini, frutto di un'analisi preliminare basata anche sulle numerose segnalazioni di cittadini giunte al 117. Telefonate queste, spiega la Gdf di Vicenza, aumentate in modo considerevole negli ultimi mesi. Sono stati multati venditori ambulanti al mercato cittadino, esercenti di bar, pizzerie ed altri esercizi. Nel settore del contrasto al lavoro 'nero' i finanzieri hanno compiuto 14 controlli in aziende vicentine della ristorazione e del commercio, trovando 24 lavoratori in nero o irregolari. Nell'ambito di una verifica fiscale in un'azienda che utilizzava manodopera cinese sono stati individuati 6 lavoratori in nero; 3 di questi erano anche privi di permesso di soggiorno; l'impresa é stata sanzionata tra l'altro per per aver emesso fatture false per circa 150.000 euro. Scoperti infine altri casi di cosiddetti 'furbetti' del Fisco: persone cioé che 'barando' sui patrimoni immobiliari dei quali sono in possesso - in una caso a fronte di un valore di 5.000 euro dichiarato i finanzieri ne hanno accertato uno effettivo di 216.500 euro - avevano presentato false dichiarazioni Isee per ottenere, ad esempio, i contributi pubblici per i libri scolastici dei figli.

FISCO: GDF PASSA SETACCIO VICENZA PER SCONTRINI E 'FURBETTI'

VICENZA, 2 MAR - Bar, negozi e ristoranti di Vicenza e provincia sono stati passati al setaccio dalla Guardia di Finanza in un'operazione di contrasto ai reati fiscali, come la mancata emissione di scontrini e ricevute, e al lavoro sommerso. Sono state 80 le sanzioni emesse per irregolarità negli scontri e fatture. Tra i vari casi, anche quello di un commerciante cinese che si era 'dimenticato' per ben 71 volte di far funzionare la cassa, a fronte di pagamenti in nero per circa 1500 euro, nei soli primi 15 giorni di febbraio. Complessivamente le 'Fiamme Gialle' hanno compiuto 180 verifiche per gli scontrini, frutto di un'analisi preliminare basata anche sulle numerose segnalazioni di cittadini giunte al 117. Telefonate queste, spiega la Gdf di Vicenza, aumentate in modo considerevole negli ultimi mesi. Sono stati multati venditori ambulanti al mercato cittadino, esercenti di bar, pizzerie ed altri esercizi. Nel settore del contrasto al lavoro 'nero' i finanzieri hanno compiuto 14 controlli in aziende vicentine della ristorazione e del commercio, trovando 24 lavoratori in nero o irregolari. Nell'ambito di una verifica fiscale in un'azienda che utilizzava manodopera cinese sono stati individuati 6 lavoratori in nero; 3 di questi erano anche privi di permesso di soggiorno; l'impresa é stata sanzionata tra l'altro per per aver emesso fatture false per circa 150.000 euro. Scoperti infine altri casi di cosiddetti 'furbetti' del Fisco: persone cioé che 'barando' sui patrimoni immobiliari dei quali sono in possesso - in una caso a fronte di un valore di 5.000 euro dichiarato i finanzieri ne hanno accertato uno effettivo di 216.500 euro - avevano presentato false dichiarazioni Isee per ottenere, ad esempio, i contributi pubblici per i libri scolastici dei figli.

La Parità per crescere
Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Tags
trova altri articoli con gli stessi tags
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@gruppotv7.com

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy Cookie Policy
ASCOM, CHIUSE ATTIVITA' PER IL PUGNO DURO DEL FISCO - "Per un pugno di euro, rischiamo di mandare al macero la cultura c...

SCONTRINO ELETTRONICO OBBLIGATORIO DAL 1 GENNAIO - Esteso anche agli esercenti che fatturano meno di 400.000 euro annui l'obbligo di munirsi...

CONFAPI: PADOVA VERSA PIÙ TASSE DELL'INTERA UMBRIA. Suscitano impressione, i dati elaborati da Confapi Padova sulle ent...

Verona | Aumentano i contribuenti stranieri nel Nord Est. Il Veneto si posiziona infatti al secondo posto in Italia per numero di contribuen...

Maxi cartella per Cariparo arrivata a fine dicembre dopo i controlli effettuati dalla Guardia di Finanza. Riguarda i guadagni realizzati nel 2005 grazie ai der...

Cambiano le cose in Svizzera, rientrano i soldi in "nero", quelli non dichiarati al Fisco, che in pa...

  Parliamo di tasse - Tv7 con Voi del 12/2/14    A Tv7 con Voi...

PADOVA - "L'Italia è un paese dove la civiltà non esiste più, dove tu paghi le tasse i...

VENEZIA, 15 NOV - Lo scatto dell'aliquota Iva il primo ottobre scorso ha gelato la ripresa. Ne è convinto il direttore Ufficio studi della Confcomme...

VENEZIA, 4 NOV - "Mentre il meridione viene ampiamente sussidiato con fondi a piog...