SGOMINATA GANG CINESE DEDITA RAPINE E SEQUESTRI, DUE ARRESTI
news locale - 09/03/2012 11:17

PADOVA, 9 MAR - Uno è stato bloccato dai carabinieri di Padova all'aeroporto di Milano in procinto di lasciare l'Italia per fare rientro in Cina, l'altro si nascondeva in una sorta di 'chinatown' in Provincia di Venezia: entrambi fanno parte della banda di cinesi che da qualche mese terrorizza i commercianti connazionali nel padovano con rapine e sequestri di persona. I due sono stati posti in stato di fermo in esecuzione di un provvedimento emesso dal Pm Paola De Franceschi, titolare dell'indagine. Da quanto emerso dalla indagini del nucleo investigativo dei carabinieri di Padova, i due, assieme ad altri complici ancora in corso di identificazione, avevano trovato nelle rapine e nei sequestri di persona una facile e proficua fonte di guadagno. Come obiettivo avevano scelto gli esercizi commerciali dei loro connazionali, in prevalenza bar, ma le abitazioni di pertinenza dove venivano custoditi gli incassi. Il modus operandi era sempre lo stesso: diversi sopralluoghi effettuati nei giorni precedenti la rapina per accertare l'orario e di apertura di chiusura, il numero delle persone presenti a servire, eventuali elementi di disturbo, come allarmi o vigilanza, la frequenza dei depositi e le modalità con cui venivano gestiti gli incassi. Poi l'assalto al locale, sempre a ridosso dell'orario di chiusura, armati di pistole e di coltelli da cucina. Il momento propizio veniva scelto in funzione del fatto che non ci fosse nessuno nei paraggi.

SGOMINATA GANG CINESE DEDITA RAPINE E SEQUESTRI, DUE ARRESTI

PADOVA, 9 MAR - Uno è stato bloccato dai carabinieri di Padova all'aeroporto di Milano in procinto di lasciare l'Italia per fare rientro in Cina, l'altro si nascondeva in una sorta di 'chinatown' in Provincia di Venezia: entrambi fanno parte della banda di cinesi che da qualche mese terrorizza i commercianti connazionali nel padovano con rapine e sequestri di persona. I due sono stati posti in stato di fermo in esecuzione di un provvedimento emesso dal Pm Paola De Franceschi, titolare dell'indagine. Da quanto emerso dalla indagini del nucleo investigativo dei carabinieri di Padova, i due, assieme ad altri complici ancora in corso di identificazione, avevano trovato nelle rapine e nei sequestri di persona una facile e proficua fonte di guadagno. Come obiettivo avevano scelto gli esercizi commerciali dei loro connazionali, in prevalenza bar, ma le abitazioni di pertinenza dove venivano custoditi gli incassi. Il modus operandi era sempre lo stesso: diversi sopralluoghi effettuati nei giorni precedenti la rapina per accertare l'orario e di apertura di chiusura, il numero delle persone presenti a servire, eventuali elementi di disturbo, come allarmi o vigilanza, la frequenza dei depositi e le modalità con cui venivano gestiti gli incassi. Poi l'assalto al locale, sempre a ridosso dell'orario di chiusura, armati di pistole e di coltelli da cucina. Il momento propizio veniva scelto in funzione del fatto che non ci fosse nessuno nei paraggi.

La Parità per crescere
Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Tags
trova altri articoli con gli stessi tags
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@gruppotv7.com

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy Cookie Policy
VERONA, 26 NOV - Entravano nei ristoranti e rubavano i portafogli agli avvento...

VERONA, 23 OTT - I carabinieri della Compagnia di Verona hanno arrestato un ro...

VENEZIA, 30 MAG - La squadra mobile di Venezia ha arrestato due magrebini per estorsione aggravata...

PERUGIA, 5 DIC - Oltre 160 chili di marijuana sono stati sequestrati dalla squ...

VERONA, 26 SET - Due giovani veronesi di 19 anni, Francesco Katter e Simona Pirolli, conosciuti dalla polizia come tossicodipendenti, sono...