SOCIALE: SERNAGIOTTO, CONCILIARE ECONOMIA E BISOGNI PERSONE
news locale - 19/03/2012 13:22

TREVISO, 19 MAR - "Non vogliamo perdere il modello europeo di welfare che anzi va rinsaldato ed esportato. Non è una buona società quella che pensa all'economia ma non alle persone più fragili. E' una buona società quella che sa che per non perdere il modello di welfare europeo si devono conciliare economia e bisogni delle persone più fragili". Questo uno dei passaggi dell'intervento di Remo Sernagiotto, Assessore alle politiche sociali della Regione Veneto e Presidente delle rete europea Elisan che riunisce i responsabili politici delle politiche sociali di oltre 1.200 tra Città e Regioni d'Europa, all'apertura dei lavori della prima giornata del convegno internazionale che si svolge al Palazzo dei Trecento di Treviso, e che mette al centro un confronto a tutto campo sulle politiche sociali in Europa. "Da quando un anno e mezzo fa sono stato eletto Presidente della rete europea per le politiche sociali Elisan - ha detto Sernagiotto - è stato fatto un lavoro importante e comune da parte di tutti i soggetti tanto che il network è stato riconosciuto e finanziato dall'Unione Europea". Secondo l'Assessore, l'integrazione sociosanitaria è la caratteristica vincente del sistema di assistenza del Veneto perché è proprio sulla parte dell'integrazione che poggiano le risposte in termini di 'buona vita' da dare ai temi della non autosufficienza e della disabilità (con l'integrazione scolastica prima e poi l'inserimento sociale e lavorativo). "Dobbiamo costruire politiche - ha detto - che tengano conto delle risorse. E una di queste politiche è il fare rete in Europa per superare le difficoltà comuni e fare buon uso delle soluzioni e delle esperienze positive fatte da noi come Veneto (e sono tante) ma anche imparare dai nostri vicini. Dopo il tempo dell'individualismo, l'Europa deve accoglierne uno nuovo, il tempo delle relazioni, della chiarezza dei rapporti, della condivisione di progetti". Sulla non autosufficienza, Sernagiotto si è soffermato in modo specifico sottolineando che l'attenzione sarà rivolta al grande spazio d'intervento esistente tra autosufficienza e non autosufficienza e cioé per le forme parziali di non autosufficienza sulle quali i servizi e le politiche possono intervenire con forme di sostegno, con l'aumento dei servizi domiciliari (i servizi dovrebbero essere il 65% domiciliari), con servizi di riabilitazioni più economici che libererebbero risorse per le politiche del lavoro a favore dei giovani e dei disabili. "L'Europa - ha concluso Sernagiotto - non vuol perdere nulla di ciò che ha costruito per le politiche sociali dal dopoguerra ad oggi; dobbiamo ora correggerlo, migliorarlo, politiche più incisive per una 'buona vita' delle persone fragili ma anche più incisive nello spendere meno".

SOCIALE: SERNAGIOTTO, CONCILIARE ECONOMIA E BISOGNI PERSONE

TREVISO, 19 MAR - "Non vogliamo perdere il modello europeo di welfare che anzi va rinsaldato ed esportato. Non è una buona società quella che pensa all'economia ma non alle persone più fragili. E' una buona società quella che sa che per non perdere il modello di welfare europeo si devono conciliare economia e bisogni delle persone più fragili". Questo uno dei passaggi dell'intervento di Remo Sernagiotto, Assessore alle politiche sociali della Regione Veneto e Presidente delle rete europea Elisan che riunisce i responsabili politici delle politiche sociali di oltre 1.200 tra Città e Regioni d'Europa, all'apertura dei lavori della prima giornata del convegno internazionale che si svolge al Palazzo dei Trecento di Treviso, e che mette al centro un confronto a tutto campo sulle politiche sociali in Europa. "Da quando un anno e mezzo fa sono stato eletto Presidente della rete europea per le politiche sociali Elisan - ha detto Sernagiotto - è stato fatto un lavoro importante e comune da parte di tutti i soggetti tanto che il network è stato riconosciuto e finanziato dall'Unione Europea". Secondo l'Assessore, l'integrazione sociosanitaria è la caratteristica vincente del sistema di assistenza del Veneto perché è proprio sulla parte dell'integrazione che poggiano le risposte in termini di 'buona vita' da dare ai temi della non autosufficienza e della disabilità (con l'integrazione scolastica prima e poi l'inserimento sociale e lavorativo). "Dobbiamo costruire politiche - ha detto - che tengano conto delle risorse. E una di queste politiche è il fare rete in Europa per superare le difficoltà comuni e fare buon uso delle soluzioni e delle esperienze positive fatte da noi come Veneto (e sono tante) ma anche imparare dai nostri vicini. Dopo il tempo dell'individualismo, l'Europa deve accoglierne uno nuovo, il tempo delle relazioni, della chiarezza dei rapporti, della condivisione di progetti". Sulla non autosufficienza, Sernagiotto si è soffermato in modo specifico sottolineando che l'attenzione sarà rivolta al grande spazio d'intervento esistente tra autosufficienza e non autosufficienza e cioé per le forme parziali di non autosufficienza sulle quali i servizi e le politiche possono intervenire con forme di sostegno, con l'aumento dei servizi domiciliari (i servizi dovrebbero essere il 65% domiciliari), con servizi di riabilitazioni più economici che libererebbero risorse per le politiche del lavoro a favore dei giovani e dei disabili. "L'Europa - ha concluso Sernagiotto - non vuol perdere nulla di ciò che ha costruito per le politiche sociali dal dopoguerra ad oggi; dobbiamo ora correggerlo, migliorarlo, politiche più incisive per una 'buona vita' delle persone fragili ma anche più incisive nello spendere meno".

La Parità per crescere
Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Tags
trova altri articoli con gli stessi tags
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@gruppotv7.com

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy Cookie Policy
TASSAZIONE BASSA E SERVIZI, A CARMIGNANO SI PUÒ ---- I tagli ai Comuni mettono a serio rischio i servizi elargiti dalle Amministrazioni ai propri cittadini. Due le alternative; cadere nella tentazion...

Primus Inter Pares del 28/11/2018 - Sergio Giordani Ospite: - Sergio Giordani, Sindaco di Padova - Iscriviti al canale YouTube del Gruppo Tv7, e non perderti nemmeno un nostro vi...

Primus Inter Pares del 17/10/2018 - Sergio Giordani Ospite: - Sergio Giordani, Sindaco di Padova - Iscriviti al canale YouTube del Gruppo Tv7, e non perderti ...

Primus Inter Pares del 26/09/2018 - Sergio Giordani Ospite: - Sergio Giordani, Sindaco di Padova -...

Primus Inter Pares del 05/09/2018 - Sergio Giordani Ospiti: - Sergio Giordani, Sindaco di Padova -...

SACRA FAMIGLIA, IL FUTURO PARTE DALLE PERSONE - Pur a ridosso delle mura del centro storico, il quar...

Primus Inter Pares del 11/7/2018 - Associazione Down Dadi Ospiti: - Guido Marangoni, Laboratorio Zelig - Martina Scarm...

TASSE ALTE E POCA SPESA SOCIALE: SEMPRE PIÙ POVERI. Il rischio di povertà ed esclusione sociale ormai tocca più 18 milioni di italiani. Lo ha stabilito l'ultimo studio della Cgia di Mestre, che ha ...

"WE LOVE PEOPLE": IL VOLONTARIATO DI MONSELICE. - We Love People è il progetto di promozione sociale organizzato dal Gruppo Alì supermercati, che arriva anche...

REDDITO DI INCLUSIONE: 309 DOMANDE IN 5 GIORNI. Dal primo dicembre è possibile aprire le pratiche a...