FRANCIA: TOLOSA; LUZZATTO, CAPRO ESPIATORIO IN MOMENTI CRISI
news locale - 20/03/2012 11:34

VENEZIA, 20 MAR - Il presidente della Comunità Ebraica di Venezia, Amos Luzzatto, è preoccupato dal rigurgito antisemitico che ha avuto a Tolosa, in Francia, uno dei momenti più dolorosi. Luzzatto, in una nota, rileva che non si tratta più "solo di accuse, insinuazioni, di ripetizioni di vecchi motivi che indicano in noi ebrei le radici di tutti i mali: oggi si passa direttamente all'azione, mirando selvaggiamente all'uccisione di bambini che si recano a scuola, colpevoli soltanto di appartenere a una minoranza che ha saputo sopravvivere a discriminazioni, persecuzioni e diffamazioni, grazie alla fedeltà alla propria cultura e alle proprie tradizioni". "Se qualcuno nel tempo della Liberazione, nel 1945, avesse ritenuto il crollo della Germania nazista come la garanzia affinché quella cultura che aveva dato origine alla Shoà fosse stata sradicata e aborrita nella stessa Europa che l'aveva imposta con il sangue e l'oppressione, - prosegue Luzzatto - oggi questi nuovi episodi parrebbero un monito crudele. Gli ebrei, assieme ad altre minoranze disperse nell'Occidente che si proclama civile, sono ancora un facile capro espiatorio nei momenti di crisi". Luzzatto fa "un appello agli ebrei" perché "conservando il loro sangue freddo, continuino, insistano, potenzino l'attività della Comunità stessa, come prima, più di prima; conservando una serena attenzione per prevenire e monitorare espressioni o atti di matrice antisemitica". Luzzatto sottolinea che l' antisemitismo e il razzismo sono "incompatibili con la democrazia" e spinge perché si lavori "assieme per edificare, faticosamente ma con sicurezza, una società dominata dalla fraternità fra le genti. Continueremo il dialogo fra le culture e le religioni nel fermo rifiuto di trasformare le differenze in barriere, in motivi di violenza".

FRANCIA: TOLOSA; LUZZATTO, CAPRO ESPIATORIO IN MOMENTI CRISI

VENEZIA, 20 MAR - Il presidente della Comunità Ebraica di Venezia, Amos Luzzatto, è preoccupato dal rigurgito antisemitico che ha avuto a Tolosa, in Francia, uno dei momenti più dolorosi. Luzzatto, in una nota, rileva che non si tratta più "solo di accuse, insinuazioni, di ripetizioni di vecchi motivi che indicano in noi ebrei le radici di tutti i mali: oggi si passa direttamente all'azione, mirando selvaggiamente all'uccisione di bambini che si recano a scuola, colpevoli soltanto di appartenere a una minoranza che ha saputo sopravvivere a discriminazioni, persecuzioni e diffamazioni, grazie alla fedeltà alla propria cultura e alle proprie tradizioni". "Se qualcuno nel tempo della Liberazione, nel 1945, avesse ritenuto il crollo della Germania nazista come la garanzia affinché quella cultura che aveva dato origine alla Shoà fosse stata sradicata e aborrita nella stessa Europa che l'aveva imposta con il sangue e l'oppressione, - prosegue Luzzatto - oggi questi nuovi episodi parrebbero un monito crudele. Gli ebrei, assieme ad altre minoranze disperse nell'Occidente che si proclama civile, sono ancora un facile capro espiatorio nei momenti di crisi". Luzzatto fa "un appello agli ebrei" perché "conservando il loro sangue freddo, continuino, insistano, potenzino l'attività della Comunità stessa, come prima, più di prima; conservando una serena attenzione per prevenire e monitorare espressioni o atti di matrice antisemitica". Luzzatto sottolinea che l' antisemitismo e il razzismo sono "incompatibili con la democrazia" e spinge perché si lavori "assieme per edificare, faticosamente ma con sicurezza, una società dominata dalla fraternità fra le genti. Continueremo il dialogo fra le culture e le religioni nel fermo rifiuto di trasformare le differenze in barriere, in motivi di violenza".

La Parità per crescere
Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Tags
trova altri articoli con gli stessi tags
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@gruppotv7.com

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy Cookie Policy
LA FRANCIA TRIONFA MA A PADOVA L'ENTUSIASMO È POCO - Non c'è molta gioia fra l...

La Peace Run, la corsa staffetta podistica internazionale più lunga del mondo che coinvolge circa 150 nazioni, ha fatto...

Padova_ Le Ong che si occupano dell'emergenza migranti lanciano il grido d'allarme. Mancano 600 milioni di euro per gestire l'emergenza e senza questi fondi si ...

Tv7 Match del 17/06/2016 -IL GIUSTIZIERE DEL TERZO MILLENNIO-BREXIT Ospiti: -Prof. ERMANNO CHASEN,Editore GruppoTV7 -ANDREA CAUSIN,on. Area Popolare -MICHELE DR...

Dal 14 al 29 marzo, nella prestigiosa cornice di Piazza Eremitani a Padova, arrivano direttamente dalla Francia i mercatini dedicati alla Belle Epoque e allo stile Liberty.  Molte le iniziative in pr...

Si è tenuta a PadovaFiere l'assemblea dei soci per approvare il nuovo bilancio, dove emerge che il bilancio 2016 chiuderà con una perdita di oltre tre milioni...

Si è tenuta a PadovaFiere l'assemblea dei soci, dove si è preso atto che il  bilancio 2015 chiuderà con una perdita ...

Affluenza quasi al 60% in Francia che vede la sconfitta del Front National, il partito di Marine Le Pen e della nipote Marion, al voto per i ballottaggi il 58,44% degli aventi dir...

Tv7 Match del 20/11/2015 - PARIGI?...VAL BENE UNA GUERRA! Ospiti: -STEFANO FOGATO,Fotografo - In coll. da Parigi -MATTE...

Contiene materie prime straniere circa un terzo (33 per cento) della produzione complessiva dei prodotti agroalimentari venduti in Italia ed esportati con il marchio Made in Italy, all’insaputa dei ...