VINITALY: CCIAA VERONA DIFENDE AMARONE NEGLI USA
news locale - 26/03/2012 12:19

VERONA, 26 MAR - Ancora un successo della Camera di Commercio nella difesa dell'Amarone negli Usa: sulla base di una segnalazione di un produttore, l'ente ha avviato a gennaio l'ennesima azione di tutela basandola sui propri marchi collettivi "Amarone" e "Amarone della Valpolicella" depositati negli Stati Uniti fin dal 2004. Il tentativo di imitazione riguardava un vino qualificato come "Italian Amarone" prodotto dall'azienda Pleasant Valley Winery (Arizona) e commercializzato anche attraverso ebay. La Camera di Commercio ha immediatamente attivato la procedura di cancellazione da ebay dell'annuncio di vendita del prodotti, che é stata effettuata senza che la controparte potesse replicare, proprio perché basata su un precedente titolo di proprietà industriale della Cciaa, ossia del marchio registrato. Successivamente, tramite un legale americano, è stata inviata alla società statunitense una diffida, a seguito della quale il produttore locale ha immediatamente comunicato di aver cessato la produzione, chiedendo l'autorizzazione allo smaltimento delle scorte di magazzino, richiesta abbastanza usuale nella prassi nordamericana e che quindi è stata accolta dalla Cciaa. Non si tratta del primo intervento della Camera di Commercio sul mercato statunitense: già in passato infatti, con le stesse modalità, era stata bloccata la produzione e commercializzazione di un vino denominato "Amarone" prodotto da un'azienda della Virginia, la Villa Appalaccia Winery. E basandosi sui propri marchi anteriori la Camera aveva presentato, sempre negli USA, opposizioni alla registrazione di due marchi simili, il "Conte di Bregonzo Amarone della Valpolicella", depositato da un'azienda californiana - la Santini Fine Wines - e l'"Amarina", depositato da un'azienda veronese e poi ritirato a seguito dell'azione camerale.

VINITALY: CCIAA VERONA DIFENDE AMARONE NEGLI USA

VERONA, 26 MAR - Ancora un successo della Camera di Commercio nella difesa dell'Amarone negli Usa: sulla base di una segnalazione di un produttore, l'ente ha avviato a gennaio l'ennesima azione di tutela basandola sui propri marchi collettivi "Amarone" e "Amarone della Valpolicella" depositati negli Stati Uniti fin dal 2004. Il tentativo di imitazione riguardava un vino qualificato come "Italian Amarone" prodotto dall'azienda Pleasant Valley Winery (Arizona) e commercializzato anche attraverso ebay. La Camera di Commercio ha immediatamente attivato la procedura di cancellazione da ebay dell'annuncio di vendita del prodotti, che é stata effettuata senza che la controparte potesse replicare, proprio perché basata su un precedente titolo di proprietà industriale della Cciaa, ossia del marchio registrato. Successivamente, tramite un legale americano, è stata inviata alla società statunitense una diffida, a seguito della quale il produttore locale ha immediatamente comunicato di aver cessato la produzione, chiedendo l'autorizzazione allo smaltimento delle scorte di magazzino, richiesta abbastanza usuale nella prassi nordamericana e che quindi è stata accolta dalla Cciaa. Non si tratta del primo intervento della Camera di Commercio sul mercato statunitense: già in passato infatti, con le stesse modalità, era stata bloccata la produzione e commercializzazione di un vino denominato "Amarone" prodotto da un'azienda della Virginia, la Villa Appalaccia Winery. E basandosi sui propri marchi anteriori la Camera aveva presentato, sempre negli USA, opposizioni alla registrazione di due marchi simili, il "Conte di Bregonzo Amarone della Valpolicella", depositato da un'azienda californiana - la Santini Fine Wines - e l'"Amarina", depositato da un'azienda veronese e poi ritirato a seguito dell'azione camerale.

La Parità per crescere
Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Tags
trova altri articoli con gli stessi tags
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@gruppotv7.com

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy Cookie Policy
VERONA | Sono scattati oggi i primi provvedimenti viabilistici nella zona fieristica, in vista del debutto di Vinitaly. Al più importante salone internazionale dedicato al mondo del vino e dei distil...

Verona | Fa il bis la rassegna enogastronomica inserita nel Fuorisalone di Vinitaly, e sceglie anche...

Veronesi Protagonisti - 1/04/2017 Magazine settimanale che racconta le aziende eccellenti del terri...

La prossima apertura del nuovo centro commerciale all’uscita del casello autos...

"Renzi ha mostrato rispetto nei confronti dei veneti accettando la nostra band...

Il Premier Renzi, oggi presente al Vinitaly, ha ricevuto in dono da Luca Zaia una bandiera del Veneto: "La accetto perchè sono il Presidente del Consiglio e sono orgoglioso di r...

VINITALY: TUTTO VENDUTO PER LA 48° EDIZIONE Si preannuncia un grande successo la prossima edizione del Vinitaly, il più grande salone espositivo dedicato al vino, che ha visto il tutto esaurit...

VERONA, 9 APR - Donne e uomini sono diversi anche nell'approccio al vino: alle prime piace sorseggiare un buon bicchiere di bianco o di rosso soprattutto fuori casa, al ristorante o nei locali pubbl...

VERONA, 09 APR - In Brasile il prezzo di una bottiglia di Lambrusco passa da 1...

VENEZIA, 4 APR - "I vini veneti? Ottimi, tipici, la maggior parte autoctoni, capaci di soddisfare ogni esigenza della tavola e tutte le as...