NOMADI: MOBILE VERONA CONCLUDE 'OPERAZIONE LOVE',11 ARRESTI
news locale - 27/03/2012 13:04

VERONA, 27 MAR - La Squadra Mobile della Questura di Verona ha identificato 24 persone, di cui 11 colpite da ordinanze di custodia cautelare e 13 denunciate a piede libero per associazione a delinquere finalizzata alla commissione di reati contro il patrimonio. Si tratta di un gruppo di sinti residenti nella provincia di Verona dediti ai furti in abitazione in varie provincie limitrofe tra cui Verona, Padova, Rovigo Vicenza, Mantova e Venezia. Durante il periodo delle indagini sono stati individuati ben 25 furti commessi in abitazioni, ma considerando i ritmi della loro attività delittuosa, non ci sono dubbi sul fatto che si possa trattare di una banda che riusciva a compiere centinaia di furti nel giro di pochi mesi. Secondo gli investigatori i sinti monitorati si dimostravano particolarmente abili nel cercare di eludere le indagini a loro carico, sostituendo frequentemente le auto in loro uso, cambiando le utenze telefoniche e utilizzando, nelle conversazioni, la loro lingua per non essere compresi da eventuali ascoltatori. Sempre nel corso delle indagini si riusciva a identificare anche uno dei principali ricettatori, un cittadino italiano che è stato denunciato a piede libero e la cui gioielleria di Verona è stata perquisita questa mattina. Dell'organizzazione fanno parte anche alcune donne che hanno partecipato attivamente ai furti che in alcuni casi, proprio grazie al loro operato, si sono trasformati, a tutti gli effetti, in odiose truffe agli anziani. In lingua sinti i soldi vengono chiamati "love" da qui il nome all'operazione e durante le intercettazioni telefoniche, i sinti parlavano spesso del fatto che bisognava andare in cerca di "love" e di "sunacai" oro. Le indagini sono state svolte per diversi mesi, utilizzando pedinamenti, appostamenti, approfonditi riscontri ed immagini acquisite in maniera riservata, attraverso appostamenti o sistemi di video-registrazione a circuito chiuso. Per l'esecuzione delle ordinanze e le relative perquisizioni, alcune delle quali svolte all'interno di campi nomadi, sono stati impiegati circa 80 uomini della Questura di Verona, con la fattiva e preziosa collaborazione anche delle Squadre Mobili di Padova e Treviso e del Reparto Prevenzione Crimine del Veneto.

NOMADI: MOBILE VERONA CONCLUDE 'OPERAZIONE LOVE',11 ARRESTI

VERONA, 27 MAR - La Squadra Mobile della Questura di Verona ha identificato 24 persone, di cui 11 colpite da ordinanze di custodia cautelare e 13 denunciate a piede libero per associazione a delinquere finalizzata alla commissione di reati contro il patrimonio. Si tratta di un gruppo di sinti residenti nella provincia di Verona dediti ai furti in abitazione in varie provincie limitrofe tra cui Verona, Padova, Rovigo Vicenza, Mantova e Venezia. Durante il periodo delle indagini sono stati individuati ben 25 furti commessi in abitazioni, ma considerando i ritmi della loro attività delittuosa, non ci sono dubbi sul fatto che si possa trattare di una banda che riusciva a compiere centinaia di furti nel giro di pochi mesi. Secondo gli investigatori i sinti monitorati si dimostravano particolarmente abili nel cercare di eludere le indagini a loro carico, sostituendo frequentemente le auto in loro uso, cambiando le utenze telefoniche e utilizzando, nelle conversazioni, la loro lingua per non essere compresi da eventuali ascoltatori. Sempre nel corso delle indagini si riusciva a identificare anche uno dei principali ricettatori, un cittadino italiano che è stato denunciato a piede libero e la cui gioielleria di Verona è stata perquisita questa mattina. Dell'organizzazione fanno parte anche alcune donne che hanno partecipato attivamente ai furti che in alcuni casi, proprio grazie al loro operato, si sono trasformati, a tutti gli effetti, in odiose truffe agli anziani. In lingua sinti i soldi vengono chiamati "love" da qui il nome all'operazione e durante le intercettazioni telefoniche, i sinti parlavano spesso del fatto che bisognava andare in cerca di "love" e di "sunacai" oro. Le indagini sono state svolte per diversi mesi, utilizzando pedinamenti, appostamenti, approfonditi riscontri ed immagini acquisite in maniera riservata, attraverso appostamenti o sistemi di video-registrazione a circuito chiuso. Per l'esecuzione delle ordinanze e le relative perquisizioni, alcune delle quali svolte all'interno di campi nomadi, sono stati impiegati circa 80 uomini della Questura di Verona, con la fattiva e preziosa collaborazione anche delle Squadre Mobili di Padova e Treviso e del Reparto Prevenzione Crimine del Veneto.

La Parità per crescere
Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Tags
trova altri articoli con gli stessi tags
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@gruppotv7.com

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy Cookie Policy
GIORDANI:"ORGOGLIOSO DEI 100.000 € PER VIA LONGHIN". Ospite della trasmissione Primus Inter Pares, il sindaco di Padova Sergio Giordani ha...

L'INTEGRAZIONE ROM, DALLE ROULOTTE ALLE CASE - La comunità Rom di Padova è variegata, una complessità che rende la convivenza non sempre semplice, tuttavia e...

LA GRANDE MUSICA A PADOVA NEL WEEKEND - Dal concerto del trio Nek - Max - Renga...

La Squadra Mobile di Padova, , dopo aver arrestato nelle scorse settimane due donne della ex yugoslavia ritenute responsabili di furti in casa nel padovano, oltre che nelle province venete e lombarde,...

Padova - Tornano in cella i due nomadi che nell'agosto del 2014 avevano aggredito un 30enne fuori da...

Padova. Ieri pomeriggio, intorno alle 15.40, due donne 21 enni d'origine nomande, hanno tentato di rubare due autoradio al Centro Commercia...

Gli insediamenti nomadi in area private censite nel territorio comunale di Padov...

51 lavori tra dischi in studio, live, raccolte, oltre 15 milioni di copie vendute, 90 concerti l'anno, 100 fan club da tutta Italia, sono ...

Anche i Nomadi partecipano alla lotta contro il cancro e lo fanno con un concerto in programma il...

Nomadi in concerto per lo Iov. Sabato 7 giugno alle 21 allo Stadio Plebiscito ...