AUTONOMIE: CORPI FORESTALI PUNTANO A COORDINAMENTO
news locale - 04/04/2012 11:50

TRENTO, 4 APR - L'istituzione di un coordinamento permanente tra i Corpi forestali dello Stato e delle Regioni e Province autonome è lo strumento individuato dai responsabili dei Corpi forestali interessati per collaborare. E' emerso stamani a Trento, al Castello del Buonconsiglio, dove il Corpo forestale della Provincia autonoma di Trento ha invitato quelli delle altre Regioni e Province autonome, cioé i Corpi forestali dello Stato della Regione autonoma del Friuli Venezia Giulia, della Provincia autonoma di Bolzano, della Regione autonoma della Sardegna, della Regione Siciliana e della Regione autonoma Valle d'Aosta. Obiettivo condiviso da tutti i capi e comandanti che si sono incontrati è stato quello di trovare, nel rispetto delle specificità, soluzioni comuni e concordate alle criticità derivanti in particolare dalla disparità di funzioni e ordinamenti. Le possibili forme di collaborazione sono state discusse anche in considerazione della riduzione delle risorse finanziarie a disposizione da parte delle amministrazioni. Un collegamento potrebbe essere attivato via telematica, insieme a incontri periodici. "I Corpi forestali delle Regioni e Province autonome italiane - ha affermato il presidente della Provincia autonoma di Trento, Lorenzo Dellai, intervenuto all'incontro - sono un segno distintivo delle nostre autonomie, realtà territoriali che per noi non si identificano in privilegi, ma in un modo di essere, e che si mettono a disposizione della più vasta comunità nazionale alla quale tutti ci sentiamo di appartenere".

AUTONOMIE: CORPI FORESTALI PUNTANO A COORDINAMENTO

TRENTO, 4 APR - L'istituzione di un coordinamento permanente tra i Corpi forestali dello Stato e delle Regioni e Province autonome è lo strumento individuato dai responsabili dei Corpi forestali interessati per collaborare. E' emerso stamani a Trento, al Castello del Buonconsiglio, dove il Corpo forestale della Provincia autonoma di Trento ha invitato quelli delle altre Regioni e Province autonome, cioé i Corpi forestali dello Stato della Regione autonoma del Friuli Venezia Giulia, della Provincia autonoma di Bolzano, della Regione autonoma della Sardegna, della Regione Siciliana e della Regione autonoma Valle d'Aosta. Obiettivo condiviso da tutti i capi e comandanti che si sono incontrati è stato quello di trovare, nel rispetto delle specificità, soluzioni comuni e concordate alle criticità derivanti in particolare dalla disparità di funzioni e ordinamenti. Le possibili forme di collaborazione sono state discusse anche in considerazione della riduzione delle risorse finanziarie a disposizione da parte delle amministrazioni. Un collegamento potrebbe essere attivato via telematica, insieme a incontri periodici. "I Corpi forestali delle Regioni e Province autonome italiane - ha affermato il presidente della Provincia autonoma di Trento, Lorenzo Dellai, intervenuto all'incontro - sono un segno distintivo delle nostre autonomie, realtà territoriali che per noi non si identificano in privilegi, ma in un modo di essere, e che si mettono a disposizione della più vasta comunità nazionale alla quale tutti ci sentiamo di appartenere".

La Parità per crescere
Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Tags
trova altri articoli con gli stessi tags
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@gruppotv7.com

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy Cookie Policy
E' possibile raggiungere per la Regione Veneto l'indipendenza? Quali sono le esigenze per far ripart...

BOLZANO, 8 MAG - "Non c'é e non ci sarà un'aggressione alle autonomie, sareb...

TRENTO, 1 OTT - "L'Associazione Comuni di Confine ha ragione nel sostenere il ...