CRIMINALITA': UCCISERO GIOVANE FRACASSANDOGLI TESTA, ARRESTI
news locale - 16/04/2012 10:48

PADOVA, 16 APR - Arrestati dai carabinieri di Padova due immigrati accusati di aver ucciso un connazionale fracassandogli la testa. La vittima, il marocchino Mhammed Choufaoui, era appena rientrato in Italia ed è stato trovato morto il 14 maggio 2011 in un vecchio rudere abbandonato a Piove di Sacco (Padova). Il cadavere era in avanzato stato di decomposizione: era privo di documenti, a torso nudo, con la testa fracassata, tra bottiglie di birra e sedie rotte. Schizzi di sangue sono stati trovati anche sul soffitto. I carabinieri del Nucleo investigativo del Comando Provinciale di Padova, con il supporto dei colleghi di Piove di Sacco e gli specialisti della sezione Investigazioni scientifiche dell'Arma, dopo aver isolato la zona sono riusciti a dare un'identità all'uomo grazie alle impronte prelevate dalla salma. I carabinieri hanno poi ricostruito le frequentazioni dell'immigrato e gli eventi che lo avevano portato a quella tragica fine. Sulla base degli accertamenti svolti, il gip di Padova Paola Cameran, concordando con gli elementi raccolti dai militari dell'Arma nella richiesta presentata dal pm Renza Cescon, ha emesso un'ordinanza di custodia cautelare in carcere che è stata eseguita questa notte nei confronti di due marocchini dimoranti nella città euganea. I dettagli dell'operazione saranno resi noti in una conferenza stampa prevista alle 10.30 presso il Comando provinciale dei Carabinieri di Padova.

CRIMINALITA': UCCISERO GIOVANE FRACASSANDOGLI TESTA, ARRESTI

PADOVA, 16 APR - Arrestati dai carabinieri di Padova due immigrati accusati di aver ucciso un connazionale fracassandogli la testa. La vittima, il marocchino Mhammed Choufaoui, era appena rientrato in Italia ed è stato trovato morto il 14 maggio 2011 in un vecchio rudere abbandonato a Piove di Sacco (Padova). Il cadavere era in avanzato stato di decomposizione: era privo di documenti, a torso nudo, con la testa fracassata, tra bottiglie di birra e sedie rotte. Schizzi di sangue sono stati trovati anche sul soffitto. I carabinieri del Nucleo investigativo del Comando Provinciale di Padova, con il supporto dei colleghi di Piove di Sacco e gli specialisti della sezione Investigazioni scientifiche dell'Arma, dopo aver isolato la zona sono riusciti a dare un'identità all'uomo grazie alle impronte prelevate dalla salma. I carabinieri hanno poi ricostruito le frequentazioni dell'immigrato e gli eventi che lo avevano portato a quella tragica fine. Sulla base degli accertamenti svolti, il gip di Padova Paola Cameran, concordando con gli elementi raccolti dai militari dell'Arma nella richiesta presentata dal pm Renza Cescon, ha emesso un'ordinanza di custodia cautelare in carcere che è stata eseguita questa notte nei confronti di due marocchini dimoranti nella città euganea. I dettagli dell'operazione saranno resi noti in una conferenza stampa prevista alle 10.30 presso il Comando provinciale dei Carabinieri di Padova.

La Parità per crescere
Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Tags
trova altri articoli con gli stessi tags
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@gruppotv7.com

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy Cookie Policy
LOTTA ALLO SPACCIO: DUE ARRESTI. Proseguono da parte della polizia i controlli antispaccio che nelle ultime ore hanno po...

SICUREZZA: UN PROGETTO INNOVATIVO A SANTA GIUSTINA  --- Un progetto di sicurezza innovativo, quello in fase di realizzazione dall'Amministrazione di Santa Giustina in Colle in #...

ARRESTATO LO STALKER DELLA SINDACA DI CASALSERUGO. Elisa Venturini, sindaca uscente di Casalserugo e...

IN MANETTE IL COMPLICE DI "OCCHI DI GHIACCIO". Si chiude definitivamente la vicenda del rapinatore seriale che, un anno fa, aveva messo a segno dieci colpi ai d...

MAFIA A PADOVA, DROGA E DENARO: 16 ARRESTI. Operazione della DIA di Padova contr...

COSÌ LA NDRANGHETA S'ERA INFILTRATA A PADOVA. Nelle parole del capo della DIA di padova, la ricostruzione del collegamento tra i tre calabresi arrestati oggi a...

DECAPITATA LA MAFIA CINESE: UN FERMO A PADOVA. La maxi operazione di stamattina denominata "China truck", che ha scoperchiato un'associazione a delinquere cinese che gestiva il monopolio della logist...

1230 ARRESTI NEL 2017: IL BILANCIO DEI CARABINIERI. Tempo di bilanci anche al Comando Provinciale de...

SAN DONÀ: 4 KG DI MARIJUANA, ARRESTATO UN ALBANESE. Ieri pomeriggio, durante un...

E' stata sgominata dai Carabinieri del comando provinciale di Padova la banda dedita a furti in appartamento, commessi a...