TENTANO COMMERCIO ANABOLIZZANTI, DUE ARRESTI NEL VENEZIANO
news locale - 16/04/2012 13:32

SAN DONA' DI PIAVE (VENEZIA), 16 APR - I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di San Donà di Piave hanno arrestato Michele Bolzonella, 43 anni, di Marghera, e Daniele Urso, 39 anni, originario del veneziano e oggi senza fissa dimora, già noti alle forze dell'ordine. L'indagine era partita dai sospetti di un farmacista della zona che, nei giorni scorsi, si era visto arrivare un cliente che, con tanto di ricetta medica, voleva acquistare dieci confezioni di un farmaco anabolizzante utilizzato in casi di carenze ormonali e come sostanza dopante. Farmaco che, se usato in modo scorretto e senza controllo medico, può avere ripercussioni non solo gravi, ma anche letali. Il farmacista, nutrendo qualche dubbio sulla prescrizione, ha consegnato solo una confezione, si è fatto dare il numero di telefono del paziente e ha garantito che lo avrebbe chiamato non appena le altre nove fossero arrivate. Ha naturalmente trattenuto la ricetta e ha subito chiamato il medico. Quando ha scoperto che quest'ultimo, nelle scorse settimane, era stato vittima di un furto e che gli erano spariti due ricettari, ha chiamato i militari facendo scattare gli accertamenti. Si è scoperto che un episodio del tutto simile si era verificato anche in un'altra farmacia della zona: anche in questo caso, il titolare, vedendo una prescrizione di dieci confezioni, aveva nutrito dubbi e, sostenendo di non averne in sede, si era fatto lasciare il cellulare con la promessa di ordinarli. Quando, avvisato da uno dei farmacisti che erano arrivate le confezioni richieste il cliente è andato a ritirarle, con il complice che attendeva all'esterno della farmacia, oltre alle scorte di anabolizzanti ha trovato ad attenderlo anche i militari. Nell'auto dei due sono state trovate 26 scatole del farmaco, una ricetta falsificata e un elenco di farmacie della zona con tutte le indicazioni: dagli ordini effettuati alle scatole ritirate. Altro materiale è stato ritrovato nell'abitazione di Michele Bolzanella. Oltre alle confezioni (complessivamente sono state sequestrate 53 fiale intramuscolari di prodotto) del farmaco c'erano dei ricettari e dei timbri contraffatti di studi medici. I due avrebbero fatto acquisti in almeno sei farmacie. I due dovranno rispondere dell'accusa di tentato commercio di farmaci anabolizzanti e ricettazione; quest'ultimo capo di imputazione per l'utilizzo delle ricette che sono risultate provento di furto commesso all'interno di uno studio medico di Noventa di Piave.

TENTANO COMMERCIO ANABOLIZZANTI, DUE ARRESTI NEL VENEZIANO

SAN DONA' DI PIAVE (VENEZIA), 16 APR - I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di San Donà di Piave hanno arrestato Michele Bolzonella, 43 anni, di Marghera, e Daniele Urso, 39 anni, originario del veneziano e oggi senza fissa dimora, già noti alle forze dell'ordine. L'indagine era partita dai sospetti di un farmacista della zona che, nei giorni scorsi, si era visto arrivare un cliente che, con tanto di ricetta medica, voleva acquistare dieci confezioni di un farmaco anabolizzante utilizzato in casi di carenze ormonali e come sostanza dopante. Farmaco che, se usato in modo scorretto e senza controllo medico, può avere ripercussioni non solo gravi, ma anche letali. Il farmacista, nutrendo qualche dubbio sulla prescrizione, ha consegnato solo una confezione, si è fatto dare il numero di telefono del paziente e ha garantito che lo avrebbe chiamato non appena le altre nove fossero arrivate. Ha naturalmente trattenuto la ricetta e ha subito chiamato il medico. Quando ha scoperto che quest'ultimo, nelle scorse settimane, era stato vittima di un furto e che gli erano spariti due ricettari, ha chiamato i militari facendo scattare gli accertamenti. Si è scoperto che un episodio del tutto simile si era verificato anche in un'altra farmacia della zona: anche in questo caso, il titolare, vedendo una prescrizione di dieci confezioni, aveva nutrito dubbi e, sostenendo di non averne in sede, si era fatto lasciare il cellulare con la promessa di ordinarli. Quando, avvisato da uno dei farmacisti che erano arrivate le confezioni richieste il cliente è andato a ritirarle, con il complice che attendeva all'esterno della farmacia, oltre alle scorte di anabolizzanti ha trovato ad attenderlo anche i militari. Nell'auto dei due sono state trovate 26 scatole del farmaco, una ricetta falsificata e un elenco di farmacie della zona con tutte le indicazioni: dagli ordini effettuati alle scatole ritirate. Altro materiale è stato ritrovato nell'abitazione di Michele Bolzanella. Oltre alle confezioni (complessivamente sono state sequestrate 53 fiale intramuscolari di prodotto) del farmaco c'erano dei ricettari e dei timbri contraffatti di studi medici. I due avrebbero fatto acquisti in almeno sei farmacie. I due dovranno rispondere dell'accusa di tentato commercio di farmaci anabolizzanti e ricettazione; quest'ultimo capo di imputazione per l'utilizzo delle ricette che sono risultate provento di furto commesso all'interno di uno studio medico di Noventa di Piave.

La Parità per crescere
Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Tags
trova altri articoli con gli stessi tags
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@gruppotv7.com

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy Cookie Policy