CONSUMATORI: INCONTRO SU NUOVE NORME SICUREZZA GIOCATTOLI
news locale - 23/04/2012 13:53

VENEZIA, 23 APR - Incontro dedicato all'approfondimento delle nuove norme sulla sicurezza dei giocattoli oggi nella sede dell'Unioncamere del Veneto, con la partecipazione dei responsabili dell'associazione di categoria, Assogiocattoli. "Le nuove regole che responsabilizzano i distributori dei giocattoli - ha detto l'assessore regionale alla tutela del consumatore, Frabco Manzato - sono un'arma in più contro quanti mettono in vendita giochi potenzialmente pericolosi per i bambini. L'obiettivo era e rimane la tolleranza zero: chi lucra sulla pelle dei più piccoli non merita alcuna attenuante. Informiamo i consumatori perché possano essere protagonisti nell'azione di contrasto contro chi non vuole rispettare le regole". L'Italia, è stato ricordato, ha recepito una direttiva comunitaria che stabilisce nuove regole e pesanti sanzioni in questo settore, responsabilizzando il distributore, del quale dovrà essere indicato nome e indirizzo (in precedenza tale obbligo riguardava fabbricanti e importatori). "Saranno proprio i distributori - ha aggiunto Manzato - a dover controllare che istruzioni e informazioni siano in lingua italiana e facilmente comprensibili, a verificare che le istruzioni per l'uso, il montaggio, il funzionamento, la sicurezza siano a norma e a informare le competenti autorità nazionali nel caso i requisiti richiesti non venissero rispettati". Le autorità nazionali competenti, dal canto loro, accertano le caratteristiche del giocattolo mediante verifiche documentarie, fisiche e di laboratorio. Se il giocattolo non risulta conforme la distribuzione viene bloccata; se mancano la certificazione CE, documentazione tecnica o avvertenze, fabbricante o importatore devono regolarizzare il tutto entro 30 giorni, pena sanzioni amministrative. La nuova direttiva, peraltro, definisce nuovi requisiti meccanico - fisici, di infiammabilità, elettrici e include tra i giocattoli qualsiasi prodotto destinato a essere utilizzato per fini di gioco da bambini di età inferiore ai 14 anni.

CONSUMATORI: INCONTRO SU NUOVE NORME SICUREZZA GIOCATTOLI

VENEZIA, 23 APR - Incontro dedicato all'approfondimento delle nuove norme sulla sicurezza dei giocattoli oggi nella sede dell'Unioncamere del Veneto, con la partecipazione dei responsabili dell'associazione di categoria, Assogiocattoli. "Le nuove regole che responsabilizzano i distributori dei giocattoli - ha detto l'assessore regionale alla tutela del consumatore, Frabco Manzato - sono un'arma in più contro quanti mettono in vendita giochi potenzialmente pericolosi per i bambini. L'obiettivo era e rimane la tolleranza zero: chi lucra sulla pelle dei più piccoli non merita alcuna attenuante. Informiamo i consumatori perché possano essere protagonisti nell'azione di contrasto contro chi non vuole rispettare le regole". L'Italia, è stato ricordato, ha recepito una direttiva comunitaria che stabilisce nuove regole e pesanti sanzioni in questo settore, responsabilizzando il distributore, del quale dovrà essere indicato nome e indirizzo (in precedenza tale obbligo riguardava fabbricanti e importatori). "Saranno proprio i distributori - ha aggiunto Manzato - a dover controllare che istruzioni e informazioni siano in lingua italiana e facilmente comprensibili, a verificare che le istruzioni per l'uso, il montaggio, il funzionamento, la sicurezza siano a norma e a informare le competenti autorità nazionali nel caso i requisiti richiesti non venissero rispettati". Le autorità nazionali competenti, dal canto loro, accertano le caratteristiche del giocattolo mediante verifiche documentarie, fisiche e di laboratorio. Se il giocattolo non risulta conforme la distribuzione viene bloccata; se mancano la certificazione CE, documentazione tecnica o avvertenze, fabbricante o importatore devono regolarizzare il tutto entro 30 giorni, pena sanzioni amministrative. La nuova direttiva, peraltro, definisce nuovi requisiti meccanico - fisici, di infiammabilità, elettrici e include tra i giocattoli qualsiasi prodotto destinato a essere utilizzato per fini di gioco da bambini di età inferiore ai 14 anni.

La Parità per crescere
Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Tags
trova altri articoli con gli stessi tags
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@gruppotv7.com

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy Cookie Policy
Tv7 con Voi del 18/2/2020 - Questioni di giustizia Ospite:  - Marco Paccagnella, Presidente Naz. Federcontribuenti - Eduardo Sivori, Resp....

Tv7 con Voi del 13/2/2020 - Questioni di giustizia Ospiti: - Avv. Marco Zanetti, Dir. Gen. Federcontribuenti - Eduardo Sivori, Resp Comunicazione Federcontribuenti - Iscriviti al canale YouTube del ...

CARTE O CONTANTI, AD OGNUNO LE SUE RAGIONI. C'è chi rimane affezionato al contante, come una volta, chi invece sfrutta le tecnologie per fare acquisti in tutta semplicità. Ecco il mondo dei consumat...

DAL 5 GENNAIO SCATTANO I SALDI IN VENETO. A partire da domani, via agli sconti in tutti i negozi di Padova e provincia. Secondo le stime, i ...

Fino al 20 agosto le scadenze fiscali saranno sospese mentre i processi tributari-amministrativi e civili saranno in pausa fino a fine mese. Lo ricorda l'ADICO.

QV è il sistema di qualità che la Regione del Veneto ha istituito con una legge regionale a tutela e valorizzazione dei prodotti agricoli e agroalimentari di qualità, per qualif...

RINCARI ORTOFRUTTA: LA STANGATA AI CONSUMATORI. Mercato ortofrutticolo alle stel...

Torna anche quest'anno in Prato della Valle "Sapori d' Autunno" , il mercato dei prodotti tipici pad...

Siamo stati tra la gente a chiedere un bilancio sui primi giorni di saldi, cominciati sabato 2 luglio e che proseguirann...

Dopo sette anni di buio le spese per il Natale 2015 si preannunciano in crescita. Il primo dopo tanto tempo con il segno piu' lo dice la Confcommercio.