CALCIO: COSMI IN SILENZIO, DI CARLO 'LECCE ORGOGLIOSO'
news locale - 14/05/2012 11:15

VERONA, 14 MAG - Serse Cosmi lascia il Bentegodi senza rilasciare dichiarazioni. Al triplice fischio si incammina verso la curva dei tifosi salentini. Li applaude a lungo, riceve in cambio cori d'affetto. Ma non se la sente a fine gara di affrontare microfoni e taccuini. E così a fine partita a parlare è solo Mimmo Di Carlo che ha subito un pensiero per il Lecce e per il collega Cosmi. "Il Lecce ha onorato il campionato, si è dimostrata una squadra orgogliosa. Voglio fare al Lecce pronti auguri di un'immediata risalita. Cosmi ha saputo riportare entusiasmo e fiducia attorno alla squadra, credo che i tifosi lo abbiano capito e abbiano capito soprattutto che i giocatori hanno fatto tutto il possibile. Per questo anche alla fine della partita li hanno applauditi a lungo, hanno accettato il verdetto del campo proprio perché hanno capito che la squadra ha dato tutto. E se lo fai, i tifosi lo comprendono". Sul Chievo Di Carlo è altrettanto chiaro. "Siamo finiti decimi in campionato, ma soprattutto in questo ultimo mese, a salvezza di fatto conquistata, la squadra non ha mai mollato, la nostra stagione è finita in crescendo. Sono davvero soddisfatto. Sono molto contento per il gol di Vacek, il ragazzo se lo meritava davvero, così per la prestazione di Puggioni. Siamo stati bravi anche stasera perché questa non era certo una partita facile, contro un avversario vivo e motivato. E' una posizione finale che consolida il valore del Chievo, della società, di questo gruppo". Ora si guarda all'immediato futuro e ad un prolungamento di contratto che non è stato ancora ufficializzato. Anche su questo argomento Di Carlo sembra avere le idee chiare. "Io penso che questo matrimonio s'ha da fare. Però ciò che conta é la solidità di questa società, il lavoro del presidente Campedelli e quello del direttore Sartori. Loro sono fondamentali. Chiaro, anche un allenatore deve portare le proprie idee, il proprio entusiasmo. Penso si possa ripartire con basi chiare dalla prossima stagione, non dimenticando mai che l'obiettivo per una squadra come il Chievo debba essere la conferma della categoria".

CALCIO: COSMI IN SILENZIO, DI CARLO 'LECCE ORGOGLIOSO'

VERONA, 14 MAG - Serse Cosmi lascia il Bentegodi senza rilasciare dichiarazioni. Al triplice fischio si incammina verso la curva dei tifosi salentini. Li applaude a lungo, riceve in cambio cori d'affetto. Ma non se la sente a fine gara di affrontare microfoni e taccuini. E così a fine partita a parlare è solo Mimmo Di Carlo che ha subito un pensiero per il Lecce e per il collega Cosmi. "Il Lecce ha onorato il campionato, si è dimostrata una squadra orgogliosa. Voglio fare al Lecce pronti auguri di un'immediata risalita. Cosmi ha saputo riportare entusiasmo e fiducia attorno alla squadra, credo che i tifosi lo abbiano capito e abbiano capito soprattutto che i giocatori hanno fatto tutto il possibile. Per questo anche alla fine della partita li hanno applauditi a lungo, hanno accettato il verdetto del campo proprio perché hanno capito che la squadra ha dato tutto. E se lo fai, i tifosi lo comprendono". Sul Chievo Di Carlo è altrettanto chiaro. "Siamo finiti decimi in campionato, ma soprattutto in questo ultimo mese, a salvezza di fatto conquistata, la squadra non ha mai mollato, la nostra stagione è finita in crescendo. Sono davvero soddisfatto. Sono molto contento per il gol di Vacek, il ragazzo se lo meritava davvero, così per la prestazione di Puggioni. Siamo stati bravi anche stasera perché questa non era certo una partita facile, contro un avversario vivo e motivato. E' una posizione finale che consolida il valore del Chievo, della società, di questo gruppo". Ora si guarda all'immediato futuro e ad un prolungamento di contratto che non è stato ancora ufficializzato. Anche su questo argomento Di Carlo sembra avere le idee chiare. "Io penso che questo matrimonio s'ha da fare. Però ciò che conta é la solidità di questa società, il lavoro del presidente Campedelli e quello del direttore Sartori. Loro sono fondamentali. Chiaro, anche un allenatore deve portare le proprie idee, il proprio entusiasmo. Penso si possa ripartire con basi chiare dalla prossima stagione, non dimenticando mai che l'obiettivo per una squadra come il Chievo debba essere la conferma della categoria".

La Parità per crescere
Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Tags
trova altri articoli con gli stessi tags
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@gruppotv7.com

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy Cookie Policy
PRONTO RISCATTO PER IL PADOVA, TRIS AL MATELICA  - La squadra di Mandorlini cancella lo 0-3 di Perugia con un perentori...

MANDORLINI: "VOGLIAMO DARE IL MASSIMO" - Alla vigilia della sfida di Coppa Italia contro il Frosinone il tecnico biancoscudato ha presentato la gara tornando anche sulla sconfitta all'esordio in campi...

IL FUTURO DEL CALCIO A PRIMUS INTER PARES. Puntata interamente dedicata alle conseguenze del Coronavirus nel calcio, quella di ieri della trasmissione Primus In...

IL FUTURO DEL CALCIO A PRIMUS INTER PARES. Puntata interamente dedicata alle conseguenze del coronavirus nel mondo del c...

Canale: TV7 Triveneta Dalle 14:30 in diretta nel weekend Tuttincampo la trasmissione sportiva di TV7. - calcio di serie A, Serie B, Lega Pro - rugby di Serie A...

Canale: TV7 Triveneta Lunedì sera dalle 21:05 Tuttincampo la trasmissione sportiva di TV7. - calcio di serie A, Serie B, Lega Pro - rugby...

IN SERIE B È L'INCERTEZZA A REGNARE SOVRANA. La prossima settimana dovrebbero essere varati i calendari del campionato ...

RUSSIA 2018, VIA AI QUARTI TRA FAVORITE E SORPRESE. Tra domani e sabato si giocano le quattro gare d...

DETENUTI E GIORNALISTI, CALCIO E SENSO DI LIBERTÀ. Si è tenuta giovedì, all'interno del carcere "Due Palazzi", l'amichevole organizzata p...

VENETO DAVANTI A TUTTI NELLA NUOVA SERIE B 2018/19. 12 regioni rappresentate, 22 squadre divise soprattutto tra il Nord (8) e il Sud d'Italia (9), con il Veneto a fare da capofila grazie alle sue quat...