ATTENTATO BRINDISI: STUDENTI VENETO, NOME SCUOLE A VITTIME
news locale - 21/05/2012 13:26

VENEZIA, 21 MAG - La Rete degli Studenti Medi Veneto ha lanciato una mobilitazione per oggi chiedendo agli studenti di "reintitolare" la propria scuola in ricordo delle vittime dell'infame attentato di sabato a Brindisi e di tutte le vittime delle stragi del terrorismo e della criminalità organizzata. "Qualunque sia la matrice di un attentato gravissimo come quello di sabato, crediamo che la mobilitazione dopo i momenti spontanei di raccoglimento e solidarietà nelle piazze della nostra regione, debba proseguire" ha spiegato Alberto Irone, coordinatore regionale della Rete degli Studenti Medi. "Quest'attentato ha voluto colpire in maniera terrorista un luogo simbolo della nostra democrazia: una scuola. Non possiamo limitarci alla solidarietà". Irone ha aggiunto che gli studenti si mobiliteranno anche dopodomani, organizzando serate di riflessione all'interno di almeno una scuola per capoluogo con l'aiuto di rappresentanti degli studenti, genitori, presidi e insegnanti. "Il 23 marzo 2012 - ha ricordato - ricorre il ventennale dell' attentato in cui morirono Francesca Morvillo, Giovanni Falcone e gli uomini della scorta, crediamo sia fondamentale sottolineare in una giornata come questa che gli attacchi agli istituti democratici del nostro paese non ci fermeranno, ma ci vedranno fermamente uniti nella difesa delle nostre idee, del nostro Stato e della nostra democrazia".

ATTENTATO BRINDISI: STUDENTI VENETO, NOME SCUOLE A VITTIME

VENEZIA, 21 MAG - La Rete degli Studenti Medi Veneto ha lanciato una mobilitazione per oggi chiedendo agli studenti di "reintitolare" la propria scuola in ricordo delle vittime dell'infame attentato di sabato a Brindisi e di tutte le vittime delle stragi del terrorismo e della criminalità organizzata. "Qualunque sia la matrice di un attentato gravissimo come quello di sabato, crediamo che la mobilitazione dopo i momenti spontanei di raccoglimento e solidarietà nelle piazze della nostra regione, debba proseguire" ha spiegato Alberto Irone, coordinatore regionale della Rete degli Studenti Medi. "Quest'attentato ha voluto colpire in maniera terrorista un luogo simbolo della nostra democrazia: una scuola. Non possiamo limitarci alla solidarietà". Irone ha aggiunto che gli studenti si mobiliteranno anche dopodomani, organizzando serate di riflessione all'interno di almeno una scuola per capoluogo con l'aiuto di rappresentanti degli studenti, genitori, presidi e insegnanti. "Il 23 marzo 2012 - ha ricordato - ricorre il ventennale dell' attentato in cui morirono Francesca Morvillo, Giovanni Falcone e gli uomini della scorta, crediamo sia fondamentale sottolineare in una giornata come questa che gli attacchi agli istituti democratici del nostro paese non ci fermeranno, ma ci vedranno fermamente uniti nella difesa delle nostre idee, del nostro Stato e della nostra democrazia".

La Parità per crescere
Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Tags
trova altri articoli con gli stessi tags
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@gruppotv7.com

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy Cookie Policy
In tutte le città del Veneto, oggi ha preso vita l'iniziativa Io non ci sto! promossa dalla rete degli Studenti medi del Veneto. Gli studenti sono scesi nell...