ESTORSIONE AI DANNI IMPRENDITORE PER USO COCAINA,DUE ARRESTI
news locale - 30/05/2012 11:22

VENEZIA, 30 MAG - La squadra mobile di Venezia ha arrestato due magrebini per estorsione aggravata e spaccio di cocaina. L'indagine è nata dalla denuncia di un imprenditore nel settore dell'abbigliamento di alta moda con punti vendita a Venezia e a Mestre, che, sopraffatto anche dalla crisi, aveva iniziato a consumare cocaina indebitandosi fortemente coi due indagati. L'uomo era giunto a prendere alla settimana circa 10 grammi dello stupefacente per il cui pagamento aveva preso, a insaputa del suo socio, soldi dall'attività, non riuscendo però a far completamente fronte al debito arrivato a oltre 10 mila euro. I due indagati, secondo quanto accertato dalla Polizia, avevano minacciato l'uomo e la sua famiglia per costringerlo a pagare, arrivando anche ad impossessarsi di capi di abbigliamenti nei negozi. Disperato, l'imprenditore aveva meditato di suicidarsi scrivendo una lettera ai familiari per spiegarne il motivo. L'intervento della Squadra mobile di Mestre e di Marsala (Trapani) ha portato all'arresto dei due immigrati nei cui confronti il gip di Venezia Michele Medici aveva emesso le ordinanze di custodia cautelare chieste dal pm Walter Ignazitto.

ESTORSIONE AI DANNI IMPRENDITORE PER USO COCAINA,DUE ARRESTI

VENEZIA, 30 MAG - La squadra mobile di Venezia ha arrestato due magrebini per estorsione aggravata e spaccio di cocaina. L'indagine è nata dalla denuncia di un imprenditore nel settore dell'abbigliamento di alta moda con punti vendita a Venezia e a Mestre, che, sopraffatto anche dalla crisi, aveva iniziato a consumare cocaina indebitandosi fortemente coi due indagati. L'uomo era giunto a prendere alla settimana circa 10 grammi dello stupefacente per il cui pagamento aveva preso, a insaputa del suo socio, soldi dall'attività, non riuscendo però a far completamente fronte al debito arrivato a oltre 10 mila euro. I due indagati, secondo quanto accertato dalla Polizia, avevano minacciato l'uomo e la sua famiglia per costringerlo a pagare, arrivando anche ad impossessarsi di capi di abbigliamenti nei negozi. Disperato, l'imprenditore aveva meditato di suicidarsi scrivendo una lettera ai familiari per spiegarne il motivo. L'intervento della Squadra mobile di Mestre e di Marsala (Trapani) ha portato all'arresto dei due immigrati nei cui confronti il gip di Venezia Michele Medici aveva emesso le ordinanze di custodia cautelare chieste dal pm Walter Ignazitto.

La Parità per crescere
Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Tags
trova altri articoli con gli stessi tags
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@gruppotv7.com

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy Cookie Policy
VERONA, 26 NOV - Entravano nei ristoranti e rubavano i portafogli agli avventori le due bulgare arrestate dai carabinieri della Compagnia ...

VERONA, 23 OTT - I carabinieri della Compagnia di Verona hanno arrestato un ro...

PADOVA, 9 MAR - Uno è stato bloccato dai carabinieri di Padova all'aeroporto di Milano in procinto di lasciare l'Italia per fare rientro in Cina, l'altro si ...

PERUGIA, 5 DIC - Oltre 160 chili di marijuana sono stati sequestrati dalla squadra mobile di Perug...

VERONA, 26 SET - Due giovani veronesi di 19 anni, Francesco Katter e Simona Pirolli, conosciuti da...