REGIONI:VENETO: REOLON (PD),SU DOLOMITI IMMOBILISMO TOTALE
news locale - 30/05/2012 12:51

VENEZIA, 30 MAG - "Siamo di fronte ad un vergognoso, totale immobilismo. Invito il Presidente Zaia ed il commissario straordinario della Provincia a convocare urgentemente un incontro con gli enti locali e gli operatori economici, sociali e culturali interessati, per ridefinire finalmente una linea operativa che consenta una ricaduta positiva su tutto il territorio bellunese degli effetti benefici dell'inclusione delle Dolomiti nel patrimonio mondiale dell'umanità. Un compito doveroso che fino ad ora è stato totalmente e colpevolmente lasciato alle Province di Trento e Bolzano". La richiesta viene dal consigliere regionale del Pd, Sergio Reolon. L'esponente democratico avanza pesanti critiche sulla gestione della Fondazione Unesco, attribuendo le principali responsabilità a Provincia a Regione. "Dopo lo straordinario lavoro fatto per il conseguimento del riconoscimento - afferma Reolon - la Provincia di Belluno, prima sotto la presidenza Bottacin e poi con il commissario, ha brillato per la sua assenza, il suo disinteresse e la sua incapacità, come dimostrano gli affidamenti degli incarichi di presidente e direttore della Fondazione. E così pure la Regione Veneto, che dopo aver preteso a suo tempo una modifica dello statuto della Fondazione per trovarsi un posto ad hoc, non ha più saputo battere un colpo". Conclude l'esponente bellunese del Pd: "Sarebbe stato lecito aspettarsi che, oltre alla volontà di essere incluso nella Fondazione la Regione mostrasse determinazione ed impegno concreto per la valorizzazione del riconoscimento anche a scopo turistico e per la realizzazione degli adempimenti connessi al riconoscimento stesso. Invece, a parte l'esiguo contributo inserito a bilancio in Consiglio dopo la totale dimenticanza della Giunta, null'altro è stato fatto".

REGIONI:VENETO: REOLON (PD),SU DOLOMITI IMMOBILISMO TOTALE

VENEZIA, 30 MAG - "Siamo di fronte ad un vergognoso, totale immobilismo. Invito il Presidente Zaia ed il commissario straordinario della Provincia a convocare urgentemente un incontro con gli enti locali e gli operatori economici, sociali e culturali interessati, per ridefinire finalmente una linea operativa che consenta una ricaduta positiva su tutto il territorio bellunese degli effetti benefici dell'inclusione delle Dolomiti nel patrimonio mondiale dell'umanità. Un compito doveroso che fino ad ora è stato totalmente e colpevolmente lasciato alle Province di Trento e Bolzano". La richiesta viene dal consigliere regionale del Pd, Sergio Reolon. L'esponente democratico avanza pesanti critiche sulla gestione della Fondazione Unesco, attribuendo le principali responsabilità a Provincia a Regione. "Dopo lo straordinario lavoro fatto per il conseguimento del riconoscimento - afferma Reolon - la Provincia di Belluno, prima sotto la presidenza Bottacin e poi con il commissario, ha brillato per la sua assenza, il suo disinteresse e la sua incapacità, come dimostrano gli affidamenti degli incarichi di presidente e direttore della Fondazione. E così pure la Regione Veneto, che dopo aver preteso a suo tempo una modifica dello statuto della Fondazione per trovarsi un posto ad hoc, non ha più saputo battere un colpo". Conclude l'esponente bellunese del Pd: "Sarebbe stato lecito aspettarsi che, oltre alla volontà di essere incluso nella Fondazione la Regione mostrasse determinazione ed impegno concreto per la valorizzazione del riconoscimento anche a scopo turistico e per la realizzazione degli adempimenti connessi al riconoscimento stesso. Invece, a parte l'esiguo contributo inserito a bilancio in Consiglio dopo la totale dimenticanza della Giunta, null'altro è stato fatto".

La Parità per crescere
Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Tags
trova altri articoli con gli stessi tags
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@gruppotv7.com

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy Cookie Policy
Quest’anno in gara a Sanremo due voci venete, Francesca Michielin e Madame. La prima, ventiseienne originaria di Bassano del Grappa, vinci...

COVID, ASSUNZIONI IN CALO IN AGRICOLTURA - Da un'indagine di Cia Padova e Veneto Lavoro emerge che nel 2020, l'anno dell'inizio dell'emergenza sanitaria da covid, il territorio padovano ha perso più...

In Veneto il tumore colpisce più gli uomini che le donne ma negli ultimi anni le nuove diagnosi hanno registrato dei cali importanti. Sono ...

VIRUS, IL DICEMBRE DEL VENETO RIMANE INSPIEGABILE - Prima una scalata vertiginosa ben al di sopra dei numeri della prima ondata, poi il crollo verticale addirittura prima che le re...

MORTI SUL LAVORO, IL 40% A CAUSA DEL COVID ---- Drammatici i dati sulle morti bi...

SALDI AL VIA IN VENETO: OSSIGENO PER I NEGOZIANTI-----Primo giorno di saldi per il Veneto. Grandi le aspettative che potrebbero essere confermate dal vivace movimento che si registra già dalle prime ...

TAMPONI IN FARMACIA: ADESIONI IN CRESCITA-----Sempre più farmacie del territorio, hanno aderito in questi giorni all’accordo con la Regione del Veneto per la...

COMINCIANO I SALDI IN VENETO----Inversione di marcia per il mondo dello shopping...

L'AGRICOLTURA RISENTE DEGLI EFFETTI DELLA PANDEMIA - L'agricoltura in Veneto è stata penalizzata dalle restrizioni dovute al Covid, ma è sopravissuta grazie ...

ZAIA: "PARAMETRI UNIFORMI PER LE NUOVE RESTRIZIONI" - Il Presidente del Veneto s...