REGIONI: PIANO SOCIOSANITARIO; COLETTO, E' INDIFFERIBILE
news locale - 14/06/2012 12:55

VENEZIA, 14 GIU - "A distanza di tanti anni una nuova programmazione è assolutamente indifferibile, sia per migliorare l'offerta al cittadino, sia per fronteggiare i pesanti interventi del governo sulla spesa corrente e su quella degli investimenti. Il Consiglio sta facendo un lavoro proficuo. Quest'aula rappresenta il territorio veneto ed è giusto che qui si discuta anche delle esigenze polverizzate che dal territorio giungono tramite i consiglieri". Lo ha detto l'assessore alla sanità Luca Coletto, intervenendo alla riapertura dei lavori del Consiglio regionale sul nuovo Piano Sociosanitario. "Operiamo in un quadro nazionale fosco - ha aggiunto - con il Governo che mira a nuovi tagli per un miliardo e mezzo di euro e con il ministero dell'economia che non ha ancora dato il suo assenso al riparto nazionale 2012 definito dalle Regioni già a febbraio". Anche per questo, Coletto ha posto l'accento sull'importanza dell'articolo del Piano che riguarda gli investimenti e la creazione di un fondo specifico. "Gli investimenti - ha ricordato - non possono essere finanziati con il fondo riservato all'erogazione dei livelli essenziali di assistenza, ma di sicuro non possiamo fermarli. Una risposta l'abbiamo data con l'accordo di rateizzazione degli ammortamenti non sterilizzati raggiunto con il Mef, che ci consente di reintrodurre cifre importanti nelle Ullss anche per allentare la tensione sul fronte dei pagamenti ai fornitori, ma un articolo specifico di piano è fondamentale". Coletto ha anche ricordato che "sulla base dei decreti vigenti sul federalismo, se i conti sanitari vanno in disequilibrio, la responsabilità amministrativa e politica è posta in capo all'assessore ed al presidente: il primo viene commissariato, il secondo, se non mette le cose a posto, diviene ineleggibile. Per questo alcune scelte fondamentali è giusto che rimangano in capo alla Giunta, naturalmente obbligata ad operare rigorosamente nell'alveo di quanto legiferato dal Consiglio. Finora credo che abbiamo lavorato bene, portando in attivo gli ultimi due bilanci di gestione, erogando oltre 100 milioni di extralea senza applicare l'addizionale Irpef e senza mettere le mani nelle tasche dei cittadini - ha aggiunto Coletto - e siamo determinati a proseguire. Per farlo abbiamo il diritto-dovere di assumere delle decisioni e di risponderne sul piano amministrativo". Accennando agli emendamenti da lui presentati, l'assessore ha tenuto a sottolineare che "sono supportati da un articolato parere degli uffici legislativi della Regione e basati su fonti normative certe. Non sono assolutamente in contrasto con il Consiglio - ha detto con forza - ma rivolti all'obiettivo che tutti abbiamo di varare la miglior pianificazione possibile. Non ho dubbi che il vaglio dell'aula possa essere sereno e costruttivo".

REGIONI: PIANO SOCIOSANITARIO; COLETTO, E' INDIFFERIBILE

VENEZIA, 14 GIU - "A distanza di tanti anni una nuova programmazione è assolutamente indifferibile, sia per migliorare l'offerta al cittadino, sia per fronteggiare i pesanti interventi del governo sulla spesa corrente e su quella degli investimenti. Il Consiglio sta facendo un lavoro proficuo. Quest'aula rappresenta il territorio veneto ed è giusto che qui si discuta anche delle esigenze polverizzate che dal territorio giungono tramite i consiglieri". Lo ha detto l'assessore alla sanità Luca Coletto, intervenendo alla riapertura dei lavori del Consiglio regionale sul nuovo Piano Sociosanitario. "Operiamo in un quadro nazionale fosco - ha aggiunto - con il Governo che mira a nuovi tagli per un miliardo e mezzo di euro e con il ministero dell'economia che non ha ancora dato il suo assenso al riparto nazionale 2012 definito dalle Regioni già a febbraio". Anche per questo, Coletto ha posto l'accento sull'importanza dell'articolo del Piano che riguarda gli investimenti e la creazione di un fondo specifico. "Gli investimenti - ha ricordato - non possono essere finanziati con il fondo riservato all'erogazione dei livelli essenziali di assistenza, ma di sicuro non possiamo fermarli. Una risposta l'abbiamo data con l'accordo di rateizzazione degli ammortamenti non sterilizzati raggiunto con il Mef, che ci consente di reintrodurre cifre importanti nelle Ullss anche per allentare la tensione sul fronte dei pagamenti ai fornitori, ma un articolo specifico di piano è fondamentale". Coletto ha anche ricordato che "sulla base dei decreti vigenti sul federalismo, se i conti sanitari vanno in disequilibrio, la responsabilità amministrativa e politica è posta in capo all'assessore ed al presidente: il primo viene commissariato, il secondo, se non mette le cose a posto, diviene ineleggibile. Per questo alcune scelte fondamentali è giusto che rimangano in capo alla Giunta, naturalmente obbligata ad operare rigorosamente nell'alveo di quanto legiferato dal Consiglio. Finora credo che abbiamo lavorato bene, portando in attivo gli ultimi due bilanci di gestione, erogando oltre 100 milioni di extralea senza applicare l'addizionale Irpef e senza mettere le mani nelle tasche dei cittadini - ha aggiunto Coletto - e siamo determinati a proseguire. Per farlo abbiamo il diritto-dovere di assumere delle decisioni e di risponderne sul piano amministrativo". Accennando agli emendamenti da lui presentati, l'assessore ha tenuto a sottolineare che "sono supportati da un articolato parere degli uffici legislativi della Regione e basati su fonti normative certe. Non sono assolutamente in contrasto con il Consiglio - ha detto con forza - ma rivolti all'obiettivo che tutti abbiamo di varare la miglior pianificazione possibile. Non ho dubbi che il vaglio dell'aula possa essere sereno e costruttivo".

La Parità per crescere
Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Tags
trova altri articoli con gli stessi tags
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@gruppotv7.com

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy Cookie Policy
ZAIA: "PARAMETRI UNIFORMI PER LE NUOVE RESTRIZIONI" - Il Presidente del Veneto si fa portavoce delle istanze delle Regioni. Intanto migliorano i dati sui ricoveri.

Secondo l'Agenzia per la Coesione Territoriale, i cittadini veneti hanno sborsato una somma di denaro pari a 71,843 miliardi di euro riguardante qualsiasi tipo di tassa. I dati, ra...

BILANCIO IN ATTIVO PER LA SANITÀ VENETA: +13,7 MLN. La sanità della Regione veneto chiude il 2016 con un bilancio in attivo di 13 milioni e 729 mila euro. L'ha sancito il Tavolo Ministeriale Adempim...

CASO PFAS, I CINQUE STELLE INVOCANO DIMISSIONI Continua a tenere banco il caso Pfas, e il Movimento...

E' stata presentata a Padova in anteprima “Romea Strata”, l'iniziativa fortemente voluta nell'Anno del Giubileo e ch...

Con la nuova legge di stabilità il Governo Renzi gioca d'azzardo sulla pelle dei cittadini, infatti ha finanziato il taglio della Tasi incremendando il debito, tagliando oltre 3 m...

I Popolari per l'Italia hano fatto la loro scelta , appoggeranno il Sindaco scaligero Flavio Tosi candidato Presidente alle Regionali 2015. Molti i punti in comune che hanno fatto...

Da domenica 22 a martedì 24 febbraio, torna in Prato della Valle la manifestazione enogastronomica "Bell'Italia" giunta quest'anno alla 9^ edizione. Oltre 60 espositori proporranno i prodotti tipici ...

VENEZIA - "Su molti siti internet stanno circolando informazioni false sul fatto che il primo luglio cambierebbero le modalità per l'esenzione per reddito dal...

VENEZIA - Il presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, h...