CALDO: GIUNTA VENETA,PIANO PREVENZIONE PATOLOGIE PER ANZIANI
news locale - 18/06/2012 12:53

VENEZIA, 18 GIU - La Giunta regionale, su proposta dell'assessore alla sanità Luca Coletto, ha approvato e attivato anche per quest'anno il "Protocollo 2012 per la Prevenzione delle Patologie da Elevate Temperature nella Popolazione Anziana della Regione del Veneto", che è pronto a scattare in caso di necessità. "Si tratta - sottolinea Coletto - di una procedura definita da uno specifico gruppo di esperti regionali, che costituisce una garanzia di efficacia dell'intervento delle strutture sanitarie e sociali nell'eventualità di situazioni climatiche pericolose per l'uomo durante l'estate. Siamo pronti a fronteggiare la prima ondata di caldo di questa stagione". Una rete nella quale interagiscono gli uffici Regionali della Sanità, dei Servizi Sociali e della Protezione Civile, l'Arpav per gli aspetti previsionali, il Coordinamento Regionale in Emergenza - COREM, le Direzioni Generali delle Ullss, le Centrali Operative 118, le Unità Operative di Pronto Soccorso, i Distretti Sociosanitari, le Direzioni sanitarie e sociali delle Ullss, il Servizio Epidemiologico Regionale. "L'obiettivo - aggiunge Coletto - è quello di essere quanto più tempestivi possibile nell'attivazione e soprattutto nell'azione di aiuto alle persone in difficoltà e d'intervento nei casi di patologie improvvise, come i colpi di calore". Le procedure del "Piano Caldo 2012, che ricalcano quelle dell'anno precedente, prevedono che sia l'Arpav ad emettere, fino al 15 settembre, un bollettino quotidiano sullo stato climatico di 4 aree individuate (montana, pedemontana, continentale e costiera), integrando le previsioni del tempo con il monitoraggio dell'ozono, dell'indice di disagio fisico e della qualità dell'aria. Qualora il bollettino indicasse una previsione di disagio prolungato, il Coordinamento Regionale in Emergenza - Sala Operativa di Protezione Civile attiverà l'allarme climatico ai servizi sanitari (segnatamente 118, Pronto Soccorso e Distretti Sanitari) in grado di rispondere ai bisogni della popolazione e alle Direzioni Generali di riferimento. E' anche previsto che le Ullss abbiano propri referenti aziendali ed eventuali sostituti e predispongano elenchi di referenti dei Distretti, dei Pronto Soccorso e delle Centrali 118. Il Piano comprende anche un "format" contenente le informazioni standard per le Ullss da diffondere alla popolazione con ogni mezzo possibile, ed in particolare "cosa si comunica", "chi rischia di più", "consigli pratici", "cosa fare in caso di colpo di calore", "chi contattare". Su base epidemiologica, le categorie più a rischio sono gli anziani, gli ultrasessantacinquenni con patologie croniche invalidanti, i bambini da zero a 4 anni, i diabetici, gli ipertesi, chi soffre di malattie venose e renali, le persone non autosufficienti, chi è sottoposto a trattamenti farmacologici.. Sulla base dell'indice di disagio climatico "humidex", nel 2011 le giornate prive di disagio ambientale sono state 27; quelle con disagio ambientale moderato-elevato 32; quelle con condizioni climatiche pericolose per la salute 8.

CALDO: GIUNTA VENETA,PIANO PREVENZIONE PATOLOGIE PER ANZIANI

VENEZIA, 18 GIU - La Giunta regionale, su proposta dell'assessore alla sanità Luca Coletto, ha approvato e attivato anche per quest'anno il "Protocollo 2012 per la Prevenzione delle Patologie da Elevate Temperature nella Popolazione Anziana della Regione del Veneto", che è pronto a scattare in caso di necessità. "Si tratta - sottolinea Coletto - di una procedura definita da uno specifico gruppo di esperti regionali, che costituisce una garanzia di efficacia dell'intervento delle strutture sanitarie e sociali nell'eventualità di situazioni climatiche pericolose per l'uomo durante l'estate. Siamo pronti a fronteggiare la prima ondata di caldo di questa stagione". Una rete nella quale interagiscono gli uffici Regionali della Sanità, dei Servizi Sociali e della Protezione Civile, l'Arpav per gli aspetti previsionali, il Coordinamento Regionale in Emergenza - COREM, le Direzioni Generali delle Ullss, le Centrali Operative 118, le Unità Operative di Pronto Soccorso, i Distretti Sociosanitari, le Direzioni sanitarie e sociali delle Ullss, il Servizio Epidemiologico Regionale. "L'obiettivo - aggiunge Coletto - è quello di essere quanto più tempestivi possibile nell'attivazione e soprattutto nell'azione di aiuto alle persone in difficoltà e d'intervento nei casi di patologie improvvise, come i colpi di calore". Le procedure del "Piano Caldo 2012, che ricalcano quelle dell'anno precedente, prevedono che sia l'Arpav ad emettere, fino al 15 settembre, un bollettino quotidiano sullo stato climatico di 4 aree individuate (montana, pedemontana, continentale e costiera), integrando le previsioni del tempo con il monitoraggio dell'ozono, dell'indice di disagio fisico e della qualità dell'aria. Qualora il bollettino indicasse una previsione di disagio prolungato, il Coordinamento Regionale in Emergenza - Sala Operativa di Protezione Civile attiverà l'allarme climatico ai servizi sanitari (segnatamente 118, Pronto Soccorso e Distretti Sanitari) in grado di rispondere ai bisogni della popolazione e alle Direzioni Generali di riferimento. E' anche previsto che le Ullss abbiano propri referenti aziendali ed eventuali sostituti e predispongano elenchi di referenti dei Distretti, dei Pronto Soccorso e delle Centrali 118. Il Piano comprende anche un "format" contenente le informazioni standard per le Ullss da diffondere alla popolazione con ogni mezzo possibile, ed in particolare "cosa si comunica", "chi rischia di più", "consigli pratici", "cosa fare in caso di colpo di calore", "chi contattare". Su base epidemiologica, le categorie più a rischio sono gli anziani, gli ultrasessantacinquenni con patologie croniche invalidanti, i bambini da zero a 4 anni, i diabetici, gli ipertesi, chi soffre di malattie venose e renali, le persone non autosufficienti, chi è sottoposto a trattamenti farmacologici.. Sulla base dell'indice di disagio climatico "humidex", nel 2011 le giornate prive di disagio ambientale sono state 27; quelle con disagio ambientale moderato-elevato 32; quelle con condizioni climatiche pericolose per la salute 8.

La Parità per crescere
Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Tags
trova altri articoli con gli stessi tags
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@gruppotv7.com

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy Cookie Policy
SBALZI TERMICI, GLI EFFETTI SULLA SALUTE  - Le temperature in brusco calo, gli sbalzi repentini dovuti ai cambiamenti c...

TORNA IL CALDO TORRIDO, ASSALTO AL PRONTO SOCCORSO - Con temperature intorno ai 37 gradi questa settimana si sta dimostrando davvero rovente per Padova. Sebbene...

TORNA LA MORSA DEL CALDO, ATTESI 36 GRADI - La ritrovata stabilità climatica porterà almeno per tutta la prima parte della settimana alte ...

PADOVA FRONTEGGIA LA GIORNATA PIÙ CALDA - Giovedì rovente per la Città del Sa...

CALDO TORRIDO, I PADOVANI CORRONO AI RIPARI - Un'ondata di caldo eccezionale sta...

PRIMO STRESS TEST PER IL TRAFFICO ESTIVO - Si prepara un fine settimana all'insegna del caldo estivo, un clima favorevole per passare due giorni in spiaggia. A...

LOTTA ALLE ZANZARE, LE ARMI DELLA NATURA - Come ogni estate si rinnova la difficile lotta contro le zanzare che disturbano le nostre serate all'aperto. Accanto ...

CALDO RECORD AD APRILE, ESTATE ROVENTE ALLE PORTE - Lo scorso aprile è stato il più caldo degli ultimi 40 anni, con temperature di 2,8 gradi in più rispetto alla media stagional...

Verona | Per resistere all’impulso di stracciarle, disperandosi per conti da...

Verona | Pennisi, segretario degli autoferrotranvieri dell'UGL di Verona, contro la direzione di ATV: "L'azienda venti giorni fa ci aveva dato rassicurazioni, m...