SANITA':FVG; TONDO, DA TEMPO COLLABORAZIONE TRANSFRONTALIERA
news locale - 18/06/2012 13:56

TRIESTE, 18 GIU - Il Friuli Venezia Giulia ha incominciato per tempo a ragionare e a muoversi sulla collaborazione transfrontaliera, anche nel settore della tutela della salute e delle cure sanitarie. Ne ha parlato oggi il presidente della Regione, Renzo Tondo, al convegno promosso a Verona sulle strategie per gestire il cambiamento in sanità, dedicato ai flussi di pazienti nel sistema sanitario europeo. "Parliamo spesso di globalizzazione in campo economico - ha rilevato Tondo - ma in un'area di confine come il Friuli Venezia Giulia i settori di collaborazione transfrontaliera vanno a toccare diversi servizi, con in primo piano la sanità. Del resto, è proprio partendo dalla sanità che Veneto e Friuli Venezia Giulia si sono mossi nel progettare assieme alla Carinzia il percorso che ci sta portando all'Euroregione Senza Confini. Una gestione virtuosa della sanità ed esigenze di riforma del sistema devono realisticamente tenere conto delle possibilità che offrono le collaborazioni transfrontaliere. Se con la Carinzia abbiamo già da anni un protocollo sul trattamento delle emergenze, non sfugge l'opportunità di valutare la capacità di risposta sanitaria che la collaborazione con la Slovenia potrebbe offrire, in particolare - ha sottolineato - in aree come quella isontina". La Direttiva dell'Unione Europea sull'assistenza sanitaria transfrontaliera, secondo Tondo "rafforza un impianto generale che abbiamo adottato all'interno del nostro territorio e lo trasporta su orizzonti di collaborazione più vasti, transfrontalieri e oltre. Siamo usciti dal Servizio sanitario nazionale e finanziamo la sanità con il nostro bilancio, ma questo non significa chiusura nel nostro territorio perché siano consapevoli che l'alta qualità delle prestazioni specialistiche e il mantenimento in generale di livelli elevati porta necessariamente a una organizzazione di rete - ha concluso - all'interno e all'esterno dei territori regionali".

SANITA':FVG; TONDO, DA TEMPO COLLABORAZIONE TRANSFRONTALIERA

TRIESTE, 18 GIU - Il Friuli Venezia Giulia ha incominciato per tempo a ragionare e a muoversi sulla collaborazione transfrontaliera, anche nel settore della tutela della salute e delle cure sanitarie. Ne ha parlato oggi il presidente della Regione, Renzo Tondo, al convegno promosso a Verona sulle strategie per gestire il cambiamento in sanità, dedicato ai flussi di pazienti nel sistema sanitario europeo. "Parliamo spesso di globalizzazione in campo economico - ha rilevato Tondo - ma in un'area di confine come il Friuli Venezia Giulia i settori di collaborazione transfrontaliera vanno a toccare diversi servizi, con in primo piano la sanità. Del resto, è proprio partendo dalla sanità che Veneto e Friuli Venezia Giulia si sono mossi nel progettare assieme alla Carinzia il percorso che ci sta portando all'Euroregione Senza Confini. Una gestione virtuosa della sanità ed esigenze di riforma del sistema devono realisticamente tenere conto delle possibilità che offrono le collaborazioni transfrontaliere. Se con la Carinzia abbiamo già da anni un protocollo sul trattamento delle emergenze, non sfugge l'opportunità di valutare la capacità di risposta sanitaria che la collaborazione con la Slovenia potrebbe offrire, in particolare - ha sottolineato - in aree come quella isontina". La Direttiva dell'Unione Europea sull'assistenza sanitaria transfrontaliera, secondo Tondo "rafforza un impianto generale che abbiamo adottato all'interno del nostro territorio e lo trasporta su orizzonti di collaborazione più vasti, transfrontalieri e oltre. Siamo usciti dal Servizio sanitario nazionale e finanziamo la sanità con il nostro bilancio, ma questo non significa chiusura nel nostro territorio perché siano consapevoli che l'alta qualità delle prestazioni specialistiche e il mantenimento in generale di livelli elevati porta necessariamente a una organizzazione di rete - ha concluso - all'interno e all'esterno dei territori regionali".

La Parità per crescere
Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Tags
trova altri articoli con gli stessi tags
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@gruppotv7.com

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy Cookie Policy
INFLUENZA STAGIONALE: MIGLIORAMENTI IN VISTA - Per quanto concerne la sanità in Veneto, oltre al Coronavirus, la Direzione Prevenzione della Regione tiene d...

SPECIALIZZANDI IN CORSIA, ECCO COSA CAMBIA - Le nuove assunzioni di specializzandi negli ospedali veneti non inficieranno la qualità dell'assistenza, grazie a una programmazione dei ruoli di responsa...

INFLUENZA, NUOVO REPORT DALLA REGIONE - 13.500 casi nella prima settimana dell'anno, con un totale stagionale che arriva a 90.900 casi di influenza in Veneto. L'ultimo Rapporto Epidemiologico elaborat...

INFLUENZA, IN VENETO INCIDENZA BASSA - 51.200 sono i casi registrati di influenz...

BISNONNA ELENA DONA RENI E FEGATO A 93 ANNI - Un gesto di estremo altruismo quello compiuto da una bisnonna novantatreenne padovana, venuta a mancare improvvisamente, che ha donat...

MEDICI SPECIALIZZANDI, ACCORDO REGIONE-UNIVERSITA' - La Giunta Regionale ha autorizzato la firma dei protocolli di intesa tra Regione Venet...

GIORNATA MONDIALE AIDS, IL BILANCIO PER IL VENETO - Dal 1984 al 2018 sono stati poco meno di 4000 i casi notificati di AIDS in Veneto, a fronte di più di 13.000 diagnosi del virus HIV effettuate, con...

120 dipendenti dell'Ulss 6 Euganea hanno dato una grande lezione di umanità e coesione lavorativa con un gesto di grande solidarietà nei confronti di una loro collega. Collega che, dato l'aiuto rice...

Martedì 25 giugno l’Azienda Ospedaliera di Padova inizierà a ricevere 600 nuovi letti di ultima generazione che andranno a sostituire quelli presenti. Una m...

COSÌ L'AUTONOMIA POTREBBE AIUTARE LA SANITÀ VENETA Tra i tanti punti che il Veneto intende chiedere a Roma nel pacche...