CRISI: GOBBO, PENSARE DOPPIA MONETA E MACROREGIONI EUROZONA
news locale - 21/06/2012 12:06

VENEZIA, 21 GIU - "No, assolutamente, noi l'abbiamo detto anche in tempi non sospetti": così il sindaco di Treviso, Gian Paolo Gobbo, ospite di "24 Mattino" su Radio 24, ha risposto alla domanda se sia una bestemmia l'ipotesi di uscire dall'euro, come sostenuto da Silvio Berlusconi. "Quantomeno - ha aggiunto Gobbo - si potrebbe fare un'Eurozona composta da macroregioni accorpate in base a potenziali di produttività, magari istituendo una doppia moneta, l'euro e la lira, insomma una moneta più forte e una più debole. Certo bisognerebbe verificare le conseguenze sul debito pubblico. Se di dovesse fare la doppia moneta e si raddoppiasse il debito, questo sarebbe un problema. Ma è una verifica da fare, anche riprendendo ciò che ha rilanciato di recente il Financial Times e come da anni dice Umberto Bossi". "Non vedo - ha poi detto Gobbo sul tema secessione - quali angosce ci debbano essere di fronte a una secessione, se è morbida come fu in Cecoslovacchia, dove non ci siano contrasti che creino guerre civili. Se si ferma l'economia come succede anche dalle nostre parti, se c'è una concorrenza sleale data dalla tassazione diretta del 54% e una indiretta dell'11% in Italia mentre in Slovenia, in Carinzia la tassazione è al 24%, se dobbiamo pagare questo Stato che continua a fare buchi e si rifugia nella spesa storica, bisognerà risolverlo questo problema. Come? Un'ipotesi è la secessione, o la formazione di macroregioni come era nel progetto iniziale della Lega, di Bossi e Miglio".

CRISI: GOBBO, PENSARE DOPPIA MONETA E MACROREGIONI EUROZONA

VENEZIA, 21 GIU - "No, assolutamente, noi l'abbiamo detto anche in tempi non sospetti": così il sindaco di Treviso, Gian Paolo Gobbo, ospite di "24 Mattino" su Radio 24, ha risposto alla domanda se sia una bestemmia l'ipotesi di uscire dall'euro, come sostenuto da Silvio Berlusconi. "Quantomeno - ha aggiunto Gobbo - si potrebbe fare un'Eurozona composta da macroregioni accorpate in base a potenziali di produttività, magari istituendo una doppia moneta, l'euro e la lira, insomma una moneta più forte e una più debole. Certo bisognerebbe verificare le conseguenze sul debito pubblico. Se di dovesse fare la doppia moneta e si raddoppiasse il debito, questo sarebbe un problema. Ma è una verifica da fare, anche riprendendo ciò che ha rilanciato di recente il Financial Times e come da anni dice Umberto Bossi". "Non vedo - ha poi detto Gobbo sul tema secessione - quali angosce ci debbano essere di fronte a una secessione, se è morbida come fu in Cecoslovacchia, dove non ci siano contrasti che creino guerre civili. Se si ferma l'economia come succede anche dalle nostre parti, se c'è una concorrenza sleale data dalla tassazione diretta del 54% e una indiretta dell'11% in Italia mentre in Slovenia, in Carinzia la tassazione è al 24%, se dobbiamo pagare questo Stato che continua a fare buchi e si rifugia nella spesa storica, bisognerà risolverlo questo problema. Come? Un'ipotesi è la secessione, o la formazione di macroregioni come era nel progetto iniziale della Lega, di Bossi e Miglio".

La Parità per crescere
Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Tags
trova altri articoli con gli stessi tags
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@gruppotv7.com

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy Cookie Policy
UN ANNO SENZA SPETTACOLI AL GRAN TEATRO GEOX - È trascorso esattamente un anno da quando si sono chiusi i battenti dei teatri e degli spett...

Nel corso del 2020, il sistema economico della provincia di Padova ha registrato una perdita di tre miliardi di euro, una diminuzione di ricchezza rispetto all’anno precedente del 10,7%, e ha pagato...

SANREMO SENZA PUBBLICO: IL PENSIERO DEI PADOVANI -  Il Festival di Sanremo, in programma per cinque serate dal 2 al 6 marzo, sta dividendo ...

300 RISTORANTI DIVENTANO MENSE NEL PADOVANO-----Attualmente 50 a Padova e 250 in provincia, le realt...

COMMERCIO: TUTTO FERMO A CITTADELLA----Cittadella è come una fotografia. Tutto è fermo, tutto si è bloccato per colpa...

CROLLANO I CONSUMI IN VENETO - "Una cifra impressionante che da sola la dice lun...

IL COMMERCIO AD ABANO SENZA TURISTI E' CRITICO - E’ una voce unanime quella de...

UN'APP PER VALORIZZARE I COMMERCIANTI DI CARMIGNANO Una App per creare un filo diretto tra commercianti, alcune categorie di professionisti e cittadini per favorire l’acquisto di...

+++RISTORANTI E ALBERGHI: PERSI 1,6 MILIARDI IN VENETO+++ A livello regionale, dopo la Lombardia e il Lazio, la più colpita è il Veneto con -1,6 miliardi di euro, ben 906.550milioni di euro in meno ...

I COMMERCIANTI DEL CAMPOSAMPIERESE NON SI ARRENDONO ---- Non si arrendono i comm...