Contraffazione ed evasione fiscale per 10 mln di euro
28/06/2012 13:42
La Guardia di finanza di Padova ha smantellato un’organizzazione criminale che nel periodo 2009-2012 ha commercializzato all’estero milioni di borse, giubbotti, cinture, portamonete e accessori per l’abbigliamento falsi per un valore commerciale di oltre 10 milioni di euro. L’operazione, denominata «Neverfull», è stata condotta in varie regioni d’Italia. I prodotti d’abbigliamento e pelletteria erano talmente perfetti da trarre in inganno le stesse case produttrici. Hermes, Vuitton, Balenciaga, Chanel, Gucci, Fendi sono solo alcune delle marche che la gang del falso era riuscita a realizzare e rivendere in tutto il mondo a prezzi quasi identici a quelli dei prodotti originali. Un business illecito che non passava, come spesso accade, attraverso la rete internet ma veniva alimentato attraverso una vera e propria multinazionale del falso: dai produttori della merce contraffatta, ai «rappresentanti di commercio» pagati a percentuale sul venduto, dagli autotrasportatori di fiducia cui venivano corrisposte oltre 500 euro a viaggio ai magazzinieri, il tutto nel rispetto di una rigida suddivisione dei ruoli. Le indagini delle Fiamme Gialle, avviate dopo alcuni fermi effettuati presso uffici postali, sono state condotte anche attraverso intercettazioni telefoniche e ambientali che hanno permesso agli inquirenti non solo di monitorare i 29 membri dell’organizzazione criminale, tutti denunciati, ma anche di ricostruire i rapporti che gli stessi avevano con gli Emirati Arabi ed i Paesi dell’est Europa.
Contraffazione ed evasione fiscale per 10 mln di euro La Guardia di finanza di Padova ha smantellato un’organizzazione criminale che nel periodo 2009-2012 ha commercializzato all’estero milioni di borse, giubbotti, cinture, portamonete e accessori per l’abbigliamento falsi per un valore commerciale di oltre 10 milioni di euro. L’operazione, denominata «Neverfull», è stata condotta in varie regioni d’Italia. I prodotti d’abbigliamento e pelletteria erano talmente perfetti da trarre in inganno le stesse case produttrici. Hermes, Vuitton, Balenciaga, Chanel, Gucci, Fendi sono solo alcune delle marche che la gang del falso era riuscita a realizzare e rivendere in tutto il mondo a prezzi quasi identici a quelli dei prodotti originali. Un business illecito che non passava, come spesso accade, attraverso la rete internet ma veniva alimentato attraverso una vera e propria multinazionale del falso: dai produttori della merce contraffatta, ai «rappresentanti di commercio» pagati a percentuale sul venduto, dagli autotrasportatori di fiducia cui venivano corrisposte oltre 500 euro a viaggio ai magazzinieri, il tutto nel rispetto di una rigida suddivisione dei ruoli. Le indagini delle Fiamme Gialle, avviate dopo alcuni fermi effettuati presso uffici postali, sono state condotte anche attraverso intercettazioni telefoniche e ambientali che hanno permesso agli inquirenti non solo di monitorare i 29 membri dell’organizzazione criminale, tutti denunciati, ma anche di ricostruire i rapporti che gli stessi avevano con gli Emirati Arabi ed i Paesi dell’est Europa.
La Parità per crescere
Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Tags
trova altri articoli con gli stessi tags
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@gruppotv7.com

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy Cookie Policy
ASCOM, CHIUSE ATTIVITA' PER IL PUGNO DURO DEL FISCO - "Per un pugno di euro, rischiamo di mandare al macero la cultura commerciale di un intero Paese". A sottolineare una pericolos...

SCONTRINO ELETTRONICO OBBLIGATORIO DAL 1 GENNAIO - Esteso anche agli esercenti che fatturano meno di...

CONFAPI: PADOVA VERSA PIÙ TASSE DELL'INTERA UMBRIA. Suscitano impressione, i da...

LAVORO NERO, FATTURE FALSE: INDAGATI ANCHE A PADOVA. Una maxi-operazione della Guardia di Finanza di Pordenone ha scoperchiato un sistema di lavoro nero, false fatturazioni ed elus...

IL PADOVA A FANO, LA FINANZA NELLA SEDE DEL VICENZA. Domani in campo la Serie C per l'ultima giornata dell'anno solare: testacoda a Fano tra i padroni di casa di Oscar Brevi, ultimi in classifica, e i...

La Guardia di finanza del Veneto nel 2016, per la repressione della corruzione, ha effettuato 176 indagini per reati contro la Pubblica Amministrazione, denunciando 301 persone ed ...

Verona | Aumentano i contribuenti stranieri nel Nord Est. Il Veneto si posiziona infatti al secondo posto in Italia per numero di contribuenti stranieri. Tra le venete, Treviso sul podio, seguita da V...

Nel tardo pomeriggio di ieri il prefetto di Padova, Patrizia Impresa, ha firmato il decreto per la sospensione del Consiglio Comunale di Aba...

Abano Terme (Pd)- E' quasi un plebiscito il risultato del nostro sondaggio tra le vie della stazione...

Padova- Il Dr. Pasquale Aversa nuovo commissario prefettizio di Abano rassicura la comunità termale. Sono ore di preoccupazione per il commercio e per la cittadinanza visto l'arresto per mano della G...