MAFIA: SEQUESTRO BENI A SORVEGLIATO SPECIALE NEL VERONESE
news locale - 10/07/2012 13:13

PADOVA, 10 LUG - Sorvegliato speciale con obbligo di firma perche' ritenuto affiliato al clan 'Dragone' della 'ndrangheta Domenico Multari, detto 'Gheddafì, trasferitosi da tempo nel veronese, si è visto sequestrare beni per 500mila euro dalla Direzione investigativa di Padova. Multari, ritenuto elemento di spicco della 'ndrangheta, ha precedenti per sequestro di persona, omicidio colposo, bancarotta fraudolenta e ricettazione con pene passate in giudicato. Da tempo Multari si e' trasferito con la famiglia nel veronese dove è avvenuta parte del sequestro di beni che sarebbero il frutto della sua attività delittuosa. La Dia di Padova ha così messo i sigilli a una abitazione di Gazzo Veronese (Verona), a due case a Sena di Cropani (Catanzaro), a una Mercedes C220, a cinque motorini e a una quota rilevante del capitale della Real Costruzioni con sede a Verona. Altri beni non sono stati sequestrati perché oggetto di procedure di confisca da parte di istituti di credito. Multari - secondo la Dia - risulta aver mantenuto una condotta delittuosa che avallerebbe la tesi che ancora oggi sia appartenente alla 'ndrangheta. La sua pericolosita' - secondo gli investigatori - sarebbe comprovata dal tentativo di nascondere il frutto della propria attività criminale utilizzando prestanome a cominciare da alcuni membri del suo nucleo familiare.

MAFIA: SEQUESTRO BENI A SORVEGLIATO SPECIALE NEL VERONESE

PADOVA, 10 LUG - Sorvegliato speciale con obbligo di firma perche' ritenuto affiliato al clan 'Dragone' della 'ndrangheta Domenico Multari, detto 'Gheddafì, trasferitosi da tempo nel veronese, si è visto sequestrare beni per 500mila euro dalla Direzione investigativa di Padova. Multari, ritenuto elemento di spicco della 'ndrangheta, ha precedenti per sequestro di persona, omicidio colposo, bancarotta fraudolenta e ricettazione con pene passate in giudicato. Da tempo Multari si e' trasferito con la famiglia nel veronese dove è avvenuta parte del sequestro di beni che sarebbero il frutto della sua attività delittuosa. La Dia di Padova ha così messo i sigilli a una abitazione di Gazzo Veronese (Verona), a due case a Sena di Cropani (Catanzaro), a una Mercedes C220, a cinque motorini e a una quota rilevante del capitale della Real Costruzioni con sede a Verona. Altri beni non sono stati sequestrati perché oggetto di procedure di confisca da parte di istituti di credito. Multari - secondo la Dia - risulta aver mantenuto una condotta delittuosa che avallerebbe la tesi che ancora oggi sia appartenente alla 'ndrangheta. La sua pericolosita' - secondo gli investigatori - sarebbe comprovata dal tentativo di nascondere il frutto della propria attività criminale utilizzando prestanome a cominciare da alcuni membri del suo nucleo familiare.

La Parità per crescere
Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Tags
trova altri articoli con gli stessi tags
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@gruppotv7.com

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy Cookie Policy
"PADOVA, NUOVO BERSAGLIO DEGLI INTERESSI CRIMINALI". La mafia non è più un problema meramente del Meridione. Lo dicono...

PADOVA RICORDA LE VITTIME INNOCENTI DI MAFIA. Questa mattina, nel giorno in cui si celebra la giornata nazionale in memoria delle vittime innocenti delle mafie, si sono tenute manifestazioni e commemo...

USURA ED ESTORSIONE IN VENETO: CATTURATO LATITANTE. Un'operazione della DIA di Padova è riuscita a individuare in Messico, dove era latitante dal 2007, un napoletano affiliato al ...

MAFIE A NORDEST: I NUMERI DI UN PROBLEMA DIFFUSO. La maxi indagine della DIA, che ha scoperto infiltrazioni della 'Ndrangheta a Padova, sposta nuovamente la len...

MAFIA A PADOVA, DROGA E DENARO: 16 ARRESTI. Operazione della DIA di Padova contro un traffico di stupefacenti dalla Calabria al Veneto: sedici persone arrestate...

COSÌ LA NDRANGHETA S'ERA INFILTRATA A PADOVA. Nelle parole del capo della DIA di padova, la ricostruzione del collegamento tra i tre calabresi arrestati oggi a Padova e la cosca Giglio, coinvolta nel...

DECAPITATA LA MAFIA CINESE: UN FERMO A PADOVA. La maxi operazione di stamattina denominata "China truck", che ha scoperchiato un'associazione a delinquere cinese che gestiva il mo...

Verona | Ennesimo incendio doloso nel settore trasporti, il deputato del PD invo...

Verona | Un giorno di luglio di 25 anni fa, in via d’Amelio, la mano feroce di Cosa Nostra prese il magistrato siciliano. Come e quanto i veronesi ricordano ...

Verona | Moriva assassinato 39 anni fa Giuseppe (Peppino) Impastato. Molto si fa per estirpare questa piaga che affligge anche Verona