IMMIGRAZIONE: DIGOS VENEZIA ARRESTA IMAN E TRE SIRIANI
news locale - 18/07/2012 11:04

VENEZIA, 18 LUG - L'iman di San Donà di Piave, già noto per i suoi rapporti con presunti estremisti, e altri tre siriani sono stati arrestati dalla Digos della Questura di Venezia. Gli arresti sono avvenuti in esecuzione di ordini di custodia cautelare in un'inchiesta su una presunta organizzazione criminale specializzata nel favorire l'ingresso e la permanenza illegale in Italia di extracomunitari provenienti, principalmente, dall'area mediorientale. L'imam è conosciuto dall'Antiterrorismo italiano per il suo orientamento ideologico radicale e per le sue relazioni con estremisti coinvolti in precedenti indagini sulle reti di istradamento di combattenti verso terre di jihad. Nel contesto delle investigazioni sono venuti alla luce numerosi casi di stranieri che, pur di entrare in Italia, versavano agli esponenti dell'organizzazione, forti somme di denaro, ottenendo così contratti di lavoro fittizi presso imprese riconducibili agli arrestati. In alcuni casi, poi, le vittime di tale meccanismo in realtà già vivevano irregolarmente in Italia, costrette a lavorare in nero presso i cantieri gestiti dall'imam e da suo fratello, nonché a subire minacce e violenze qualora non fossero state in grado di pagare la somma pattuita per ottenere la "regolarizzazione". Si sospetta che parte dei proventi di tali traffici illegali siano stati utilizzati per sostenere organizzazioni eversive operanti all'estero.

IMMIGRAZIONE: DIGOS VENEZIA ARRESTA IMAN E TRE SIRIANI

VENEZIA, 18 LUG - L'iman di San Donà di Piave, già noto per i suoi rapporti con presunti estremisti, e altri tre siriani sono stati arrestati dalla Digos della Questura di Venezia. Gli arresti sono avvenuti in esecuzione di ordini di custodia cautelare in un'inchiesta su una presunta organizzazione criminale specializzata nel favorire l'ingresso e la permanenza illegale in Italia di extracomunitari provenienti, principalmente, dall'area mediorientale. L'imam è conosciuto dall'Antiterrorismo italiano per il suo orientamento ideologico radicale e per le sue relazioni con estremisti coinvolti in precedenti indagini sulle reti di istradamento di combattenti verso terre di jihad. Nel contesto delle investigazioni sono venuti alla luce numerosi casi di stranieri che, pur di entrare in Italia, versavano agli esponenti dell'organizzazione, forti somme di denaro, ottenendo così contratti di lavoro fittizi presso imprese riconducibili agli arrestati. In alcuni casi, poi, le vittime di tale meccanismo in realtà già vivevano irregolarmente in Italia, costrette a lavorare in nero presso i cantieri gestiti dall'imam e da suo fratello, nonché a subire minacce e violenze qualora non fossero state in grado di pagare la somma pattuita per ottenere la "regolarizzazione". Si sospetta che parte dei proventi di tali traffici illegali siano stati utilizzati per sostenere organizzazioni eversive operanti all'estero.

La Parità per crescere
Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Tags
trova altri articoli con gli stessi tags
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@gruppotv7.com

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy Cookie Policy
ARRESTATO IL PRESUNTO AUTORE DELLE SPACCATE - Grazie al lavoro costante e certosino della Polizia di Stato il presunto responsabile delle spaccate in città è stato catturato. Si ...

Arrestato dai carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile di Venezia per ipotesi di detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti un cittadino albane...

Verona | Argento, tablet, pc e alcuni strumenti di lavoro come motoseghe e chiavi inglesi. Spiccano nel bottino trafugato anche quattro auto rubate e utilizzat...

Verona | Due interventi, il primo a San Massimo da parte dei Carabinieri di Ver...

Verona | Arrestato a Madrid con un blitz da parte delle forze speciali iberiche Ion Nicolae, l’ultimo componente della banda che nel settembre del 2016 fece irruzione in una tra...

PRUFUGHI SGOMBERATI: L'AMMINISTRAZIONE A SOSTEGNO. E' stata sgomberata dalla Polizia Locale di Padova, la tendopoli in via Ugo Bassi situata...

GIRANO IL VENETO CON 100 MILA EURO DI EROINA Dopo ore di pedinamento per tre province venete, i Car...

Verona | Presentato il bilancio del progetto “Recupero farmaci validi non sca...

Verona | E gli altri bimbi? Questa la domanda che è sorta un po’ a tutti dopo l’arresto di Federica Vecchini il 3 ...

Ventiduenne senza fissa dimora originario del Marocco, trovato in possesso di un frammento di hashish al parco comunale di Legnago, ha dato ...