COOPERAZIONE: RURALNET, PER AGRITURISMO SENZA FRONTIERE
news locale - 24/07/2012 11:50

VENEZIA, 24 LUG - L'ospitalità rurale senza frontiere, in funzione della promozione dei rispettivi territori, è una prospettiva che deve trovare spazio anche nella programmazione comunitaria 2014 - 2020, perchè capace di valorizzare le singolarità, le specificità e le risorse locali. E' questa la prospettiva emersa a conclusione del progetto Ruralnet 2007 - 2013, Network per lo sviluppo e la promozione dell'ospitalità rurale transfrontaliera nel quadro della cooperazione territoriale Interreg IV Italia - Austria, che ha verificato sul campo le opportunità e le potenzialità di cooperazione Italia - Austria nel campo dell'agriturismo. Sulla base delle conclusioni della Conferenza finale del progetto, svoltasi a Treviso (la cui Provincia era capofila del progetto), la Regione del Veneto - informa una nota - ha peraltro confermato l'intenzione di mantenere il proprio impegno e il sostegno ai soggetti che elaboreranno progetti nei vari settori. Nel corso della conferenza finale, un operatore trevigiano, Lorenzo Surian di Agriturismo Tenuta Collalto, uno udinese, Luigina Missana di Agriturismo Casali di Cjanor di Fagagna, e Hubert Reiner presidente dell'Associazione "Vacanze in Agriturismo" della Carinzia, in rappresentanza dei tre partner territoriali, hanno raccontato l'esperienza vissuta all'interno dell'iniziativa, con scambi di visite ai rispettivi territori e ad aziende significative, e con il confronto tra modalità operative e organizzative sia nei confronti degli ospiti che nei rapporti tra operatori e loro associazioni. Interesse ha suscitato l'immagine consolidata su web delle attività di progetto: le cosiddette "cene esperienziali", con scambi bilaterali di esperienze ai fornelli realizzati nei diversi territori quasi come tornei sportivi, hanno ricevuto le valutazioni positive dei blogger del settore enogastronomico. Proprio le "esperienze" a tavola e in cucina sono candidate a essere uno dei punti di forza dei prossimi progetti di cooperazione territoriale sul turismo rurale. Il sito di progetto, www.ruralnet-interreg.eu, ha avuto quasi 10 mila visite, per il 73% provenienti da ricerche on line: è dunque un'opportunità per gli operatori coinvolti, anche perchè predisposto per accogliere pagine dedicate a tutte le strutture ricettive dei territori, organizzate per area tematica.

COOPERAZIONE: RURALNET, PER AGRITURISMO SENZA FRONTIERE

VENEZIA, 24 LUG - L'ospitalità rurale senza frontiere, in funzione della promozione dei rispettivi territori, è una prospettiva che deve trovare spazio anche nella programmazione comunitaria 2014 - 2020, perchè capace di valorizzare le singolarità, le specificità e le risorse locali. E' questa la prospettiva emersa a conclusione del progetto Ruralnet 2007 - 2013, Network per lo sviluppo e la promozione dell'ospitalità rurale transfrontaliera nel quadro della cooperazione territoriale Interreg IV Italia - Austria, che ha verificato sul campo le opportunità e le potenzialità di cooperazione Italia - Austria nel campo dell'agriturismo. Sulla base delle conclusioni della Conferenza finale del progetto, svoltasi a Treviso (la cui Provincia era capofila del progetto), la Regione del Veneto - informa una nota - ha peraltro confermato l'intenzione di mantenere il proprio impegno e il sostegno ai soggetti che elaboreranno progetti nei vari settori. Nel corso della conferenza finale, un operatore trevigiano, Lorenzo Surian di Agriturismo Tenuta Collalto, uno udinese, Luigina Missana di Agriturismo Casali di Cjanor di Fagagna, e Hubert Reiner presidente dell'Associazione "Vacanze in Agriturismo" della Carinzia, in rappresentanza dei tre partner territoriali, hanno raccontato l'esperienza vissuta all'interno dell'iniziativa, con scambi di visite ai rispettivi territori e ad aziende significative, e con il confronto tra modalità operative e organizzative sia nei confronti degli ospiti che nei rapporti tra operatori e loro associazioni. Interesse ha suscitato l'immagine consolidata su web delle attività di progetto: le cosiddette "cene esperienziali", con scambi bilaterali di esperienze ai fornelli realizzati nei diversi territori quasi come tornei sportivi, hanno ricevuto le valutazioni positive dei blogger del settore enogastronomico. Proprio le "esperienze" a tavola e in cucina sono candidate a essere uno dei punti di forza dei prossimi progetti di cooperazione territoriale sul turismo rurale. Il sito di progetto, www.ruralnet-interreg.eu, ha avuto quasi 10 mila visite, per il 73% provenienti da ricerche on line: è dunque un'opportunità per gli operatori coinvolti, anche perchè predisposto per accogliere pagine dedicate a tutte le strutture ricettive dei territori, organizzate per area tematica.

La Parità per crescere
Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Tags
trova altri articoli con gli stessi tags
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@gruppotv7.com

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy Cookie Policy
LA RICERCA DELLA COOPERAZIONE SOCIALE IN VENETO :  Spesso la Cooperazione è al centro delle cronache  come "buona" o "cattiva", per quest...

Padova- Dal 9 al 10 Maggio le ONG, Organizzazioni non Governative, regaleranno al caffè Pedrocchi due giorni di eventi e riflessioni su "Abbondanza e Privazione". Non tutti hanno...

Dal 9 al 10 Maggio le maggiori associazioni italiane impegnate nella cooperazione internazionale, si danno appuntament...

Una signora straniera, residente da pochi anni in Italia, commenta la tragedia di Milano, dove un padre ha ucciso moglie e due figli: "Sempre visto questa vio...

"La collaborazione con i lavoratori è il nostro modo di fare impresa, deve es...