AGRICOLTURA: MANZATO, SISTEMA VENETO CREDE IN INNOVAZIONE
news locale - 13/08/2012 16:24

VENEZIA, 13 AGO - Il sistema primario del Veneto vuole ammodernarsi, innovarsi e rendersi protagonista all'interno delle filiere produttive e la Regione riesce a dare risposte all'altezza della domanda. Lo dimostrano i risultati relativi alla Misura 121 del Programma di Sviluppo Rurale, della quale hanno voluto usufruire anche molti giovani imprenditori under 40. "Sono proprio loro i primi protagonisti della rivoluzione del sistema rurale veneto - ricorda l'assessore all'agricoltura Franco Manzato - anche rispetto a questa misura del nostro Psr che significa investimenti per affrontare le nuove sfide del mercato migliorando la competitività dei settori agricolo e forestale; significa sostegno a investimenti che rendono le imprese più funzionali sviluppando un sistema produttivo moderno ed integrato e che ne favoriscono l'ammodernamento anche in termini di ricambio generazionale. Su questo il PSR veneto ha puntato molto e l'esito dei bandi per l'anno corrente è a dir poco travolgente".

"Per quanto riguarda le aree di montagna - fa presente l'assessore - sono state presentate complessivamente 201 domande, delle quali 182 sono state ritenute ammissibile, cioé sostanzialmente in regola con gli obiettivi del bando. Di queste ne sono state finanziate 166, pari al 91 per cento, per un contributo complessivo di circa 10 milioni 488 mila euro su un investimento ammesso di quasi 20,5 milioni di euro. Ben 63 domane, cioé il 38 per cento, sono state presentate da giovani e finanziate con 4 milioni 435 mila euro. Sfiora addirittura il 60 per cento la percentuale di giovani nella graduatoria utile delle imprese in zone non di montagna: le domande presentate sono state 808, delle quali 696 ammesse. Di queste è stato possibile finanziare le prime 456 in graduatoria, pari al 66 per cento del totale, per un contributo di oltre 31 milioni 555 mila euro su un investimento superiore ai 70 milioni di euro. Le domande dei giovani finanziate sono complessivamente 272, per un contributo di quasi 18 milioni di euro". "Questi numeri - conclude Manzato - dimostrano che l'agricoltura veneta è cresciuta, soprattutto nella consapevolezza delle sue potenzialità e dell'esigenza di rinnovare il suo 'modus operandi'. Ma dimostrano anche che la capacità di intervento e di spesa regionale rispetto ai fondi comunitari ha raggiunto una capacità ottimale. L'auspicio è che la prossima PAC non sia una sovvenzione ma un vero incentivo".

AGRICOLTURA: MANZATO, SISTEMA VENETO CREDE IN INNOVAZIONE

VENEZIA, 13 AGO - Il sistema primario del Veneto vuole ammodernarsi, innovarsi e rendersi protagonista all'interno delle filiere produttive e la Regione riesce a dare risposte all'altezza della domanda. Lo dimostrano i risultati relativi alla Misura 121 del Programma di Sviluppo Rurale, della quale hanno voluto usufruire anche molti giovani imprenditori under 40. "Sono proprio loro i primi protagonisti della rivoluzione del sistema rurale veneto - ricorda l'assessore all'agricoltura Franco Manzato - anche rispetto a questa misura del nostro Psr che significa investimenti per affrontare le nuove sfide del mercato migliorando la competitività dei settori agricolo e forestale; significa sostegno a investimenti che rendono le imprese più funzionali sviluppando un sistema produttivo moderno ed integrato e che ne favoriscono l'ammodernamento anche in termini di ricambio generazionale. Su questo il PSR veneto ha puntato molto e l'esito dei bandi per l'anno corrente è a dir poco travolgente".

"Per quanto riguarda le aree di montagna - fa presente l'assessore - sono state presentate complessivamente 201 domande, delle quali 182 sono state ritenute ammissibile, cioé sostanzialmente in regola con gli obiettivi del bando. Di queste ne sono state finanziate 166, pari al 91 per cento, per un contributo complessivo di circa 10 milioni 488 mila euro su un investimento ammesso di quasi 20,5 milioni di euro. Ben 63 domane, cioé il 38 per cento, sono state presentate da giovani e finanziate con 4 milioni 435 mila euro. Sfiora addirittura il 60 per cento la percentuale di giovani nella graduatoria utile delle imprese in zone non di montagna: le domande presentate sono state 808, delle quali 696 ammesse. Di queste è stato possibile finanziare le prime 456 in graduatoria, pari al 66 per cento del totale, per un contributo di oltre 31 milioni 555 mila euro su un investimento superiore ai 70 milioni di euro. Le domande dei giovani finanziate sono complessivamente 272, per un contributo di quasi 18 milioni di euro". "Questi numeri - conclude Manzato - dimostrano che l'agricoltura veneta è cresciuta, soprattutto nella consapevolezza delle sue potenzialità e dell'esigenza di rinnovare il suo 'modus operandi'. Ma dimostrano anche che la capacità di intervento e di spesa regionale rispetto ai fondi comunitari ha raggiunto una capacità ottimale. L'auspicio è che la prossima PAC non sia una sovvenzione ma un vero incentivo".

La Parità per crescere
Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Tags
trova altri articoli con gli stessi tags
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@gruppotv7.com

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy Cookie Policy
Quest’anno in gara a Sanremo due voci venete, Francesca Michielin e Madame. La prima, ventiseienne...

COVID, ASSUNZIONI IN CALO IN AGRICOLTURA - Da un'indagine di Cia Padova e Veneto Lavoro emerge che ...

In Veneto il tumore colpisce più gli uomini che le donne ma negli ultimi anni le nuove diagnosi hanno registrato dei cali importanti. Sono questi alcuni dei dati che emergono dal ...

VIRUS, IL DICEMBRE DEL VENETO RIMANE INSPIEGABILE - Prima una scalata vertiginosa ben al di sopra dei numeri della prima ondata, poi il crollo verticale addirit...

MORTI SUL LAVORO, IL 40% A CAUSA DEL COVID ---- Drammatici i dati sulle morti bianche da gennaio a dicembre 2020 elaborati da Vega Engineering di Mestre. L’incremento è in parte dovuto allo scoppio...

SALDI AL VIA IN VENETO: OSSIGENO PER I NEGOZIANTI-----Primo giorno di saldi per il Veneto. Grandi le aspettative che potrebbero essere confe...

TAMPONI IN FARMACIA: ADESIONI IN CRESCITA-----Sempre più farmacie del territorio, hanno aderito in questi giorni all’accordo con la Regione del Veneto per la realizzazione in fo...

COMINCIANO I SALDI IN VENETO----Inversione di marcia per il mondo dello shopping. La categoria si interroga sul saldo, c...

L'AGRICOLTURA RISENTE DEGLI EFFETTI DELLA PANDEMIA - L'agricoltura in Veneto è stata penalizzata dalle restrizioni dovute al Covid, ma è sopravissuta grazie ai 148 milioni di euro di contributi. Ne...

STUDENTI IN PROTESTA PER IL MANCATO RIENTRO IN AULA - Numerose sono state le proteste che gli studen...