CHIMICA: MARGHERA; ZACCARIOTTO, LA PROVINCIA VENEZIA C'E'
news locale - 28/08/2012 11:53

VENEZIA, 28 AGO - La presidente della Provincia di Venezia, Francesca Zaccariotto, risponde all'appello rivolto alla Provincia di Venezia e alle istituzioni locali nei giorni scorsi dai lavoratori chimici di Porto Marghera, che hanno manifestato davanti all'ex Sirma e che non vedono risultati concreti per il loro futuro occupazionale, dopo l'accordo sulle bonifiche sottoscritto lo scorso 16 aprile. "Comprendo pienamente - afferma - lo sconforto dei lavoratori, e dico loro che non li abbiamo abbandonati, anzi li ringrazio perché facendo appello alla Provincia e 'tirando le orecchie' all'istituzione ne riconoscono il ruolo istituzionale e parimenti l'attività svolta incessantemente a favore dell'occupazione e del lavoro. E' importante ricordarlo anche oggi, come fanno i lavoratori chimici, e soprattutto in relazione all'applicazione dell'accordo di bonifica di Porto Marghera che ha visto tutte le istituzioni siglare l'accordo, ma non tutte, purtroppo, chiamate a partecipare ai tavoli per la redazione dell'accordo stesso, e per poter decidere in modo efficiente e condiviso quali iniziative avviare al più presto". "La Provincia sull'accordo - prosegue - avrebbe avuto ed ha un ruolo molto complesso da svolgere: deve attuare tutti i controlli tecnici e normativi necessari per verificare e certificare la bonifica avvenuta, svolge un compito primario in materia di lavoro, e una funzione importante in ambito urbanistico. E' la Provincia che avvia le istruttorie sui singoli progetti, fornendo pareri tecnici e individuando le tecniche standard di bonifica, per poi controllare e certificare l'effettiva bonifica dell'area. Vi sembra poco? Allora come è possibile che la Provincia non venga costantemente interpellata e informata sullo stato di avanzamento del percorso di bonifica come previsto dall'accordo siglato? La Provincia c'é ancora, è viva e attiva, non è un'istituzione superata come in molti vorrebbero far credere". "Giustamente - conclude - i lavoratori si attendono quanto prima delle risposte concrete. Il problema è enorme e urgente, e la situazione resta purtroppo ancora stagnante. Abbiamo scritto lettere al governo e ai ministri, abbiamo promosso il riconoscimento di Porto Marghera come area di crisi complessa, abbiamo proposto soluzioni concrete per poter rilanciare i siti industriali, e per quanto di nostra competenza continueremo a percorrere tutte le vie possibili per uscire da questa crisi".

CHIMICA: MARGHERA; ZACCARIOTTO, LA PROVINCIA VENEZIA C'E'

VENEZIA, 28 AGO - La presidente della Provincia di Venezia, Francesca Zaccariotto, risponde all'appello rivolto alla Provincia di Venezia e alle istituzioni locali nei giorni scorsi dai lavoratori chimici di Porto Marghera, che hanno manifestato davanti all'ex Sirma e che non vedono risultati concreti per il loro futuro occupazionale, dopo l'accordo sulle bonifiche sottoscritto lo scorso 16 aprile. "Comprendo pienamente - afferma - lo sconforto dei lavoratori, e dico loro che non li abbiamo abbandonati, anzi li ringrazio perché facendo appello alla Provincia e 'tirando le orecchie' all'istituzione ne riconoscono il ruolo istituzionale e parimenti l'attività svolta incessantemente a favore dell'occupazione e del lavoro. E' importante ricordarlo anche oggi, come fanno i lavoratori chimici, e soprattutto in relazione all'applicazione dell'accordo di bonifica di Porto Marghera che ha visto tutte le istituzioni siglare l'accordo, ma non tutte, purtroppo, chiamate a partecipare ai tavoli per la redazione dell'accordo stesso, e per poter decidere in modo efficiente e condiviso quali iniziative avviare al più presto". "La Provincia sull'accordo - prosegue - avrebbe avuto ed ha un ruolo molto complesso da svolgere: deve attuare tutti i controlli tecnici e normativi necessari per verificare e certificare la bonifica avvenuta, svolge un compito primario in materia di lavoro, e una funzione importante in ambito urbanistico. E' la Provincia che avvia le istruttorie sui singoli progetti, fornendo pareri tecnici e individuando le tecniche standard di bonifica, per poi controllare e certificare l'effettiva bonifica dell'area. Vi sembra poco? Allora come è possibile che la Provincia non venga costantemente interpellata e informata sullo stato di avanzamento del percorso di bonifica come previsto dall'accordo siglato? La Provincia c'é ancora, è viva e attiva, non è un'istituzione superata come in molti vorrebbero far credere". "Giustamente - conclude - i lavoratori si attendono quanto prima delle risposte concrete. Il problema è enorme e urgente, e la situazione resta purtroppo ancora stagnante. Abbiamo scritto lettere al governo e ai ministri, abbiamo promosso il riconoscimento di Porto Marghera come area di crisi complessa, abbiamo proposto soluzioni concrete per poter rilanciare i siti industriali, e per quanto di nostra competenza continueremo a percorrere tutte le vie possibili per uscire da questa crisi".

La Parità per crescere
Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Tags
trova altri articoli con gli stessi tags
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@gruppotv7.com

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy Cookie Policy
VENEZIA, PER IL 2030 MENO BARRIERE ARCHITETTONICHE - Il comune di Venezia ha approvato un importante piano, a scadenza decennale, per la riduzione delle barriere architettoniche presenti nel centro st...

FUSIONE NUCLEARE: ANCHE MARGHERA TRA LE CANDIDATURE. Si saprà entro il 10 aprile se sarà Marghera ad ospitare la macchina sperimentale per la ricerca sulla fu...

FIAMME IN UN RICOVERO DI SENZA TETTO: NESSUN FERITO. Poco dopo le ore 13.30, i vigili del fuoco sono intervenuti in via Fratelli Bandiera a Marghera, in provincia di Venezia, per l’incendio divampa...

Padova- Forse l'Europa commette un grave errore a detta del noto giornalista e conduttore tv Tony Capuozzo, non impone la propria identità. Si parla di emergenza migranti e l'iden...

Ritorna per la quindicesima edizione a PadovaFiere la mostra scientifica interattiva "Sperimentando 2016- Scienza e Sport", promossa dal Comune Padova. Una most...

Nel pomeriggio di domani i segretari generali di Cgil, Cisl, Uil e dei sindacati del settore Filctem...

Scoperti grazie alla webcam installata in azienda e collegata al computer del titolare. Così due cittadini romeni sono ...

Venzia- Scherza gettando le molte polemiche alle spalle il Sindaco Luigi Brugnaro. Propone il primo Gay Pride in barca al mondo che sicuramente richiamerebbe da tutte le parti del ...

E' stato presentato al padiglione Expo Aquae Venezia a Marghera, un piano sperimentale di gestione delle principali risorse ittiche della laguna di Venezia. L’occasione è data d...

È finito in manette per estorsione Francesco Soranzo, 45enne veneziano, incensurato, sorpreso dagli...