CRISI:TAVOLO CONSIGLIO VENETO PER STIPENDI-OCCUPAZIONE PANTO
news locale - 20/09/2012 13:09

VENEZIA, 20 SET - Il Consiglio regionale del Veneto hanno approvato con voto unanime un atto di indirizzo che dà avvio a un tavolo tra il vertici della Panto di San Biagio di Callata (Treviso), organizzazioni sindacali ed enti locali per trovare il modo di garantire gli stipendi ai 120 lavoratori in arretrato da giugno e impostare un nuovo piano industriale che rilanci la produzione dell'azienda, produttrice di finestre e 'madrina' dell'emittente regionale Antenna Tre. La mozione, primo firmatario il consigliere Pietrangelo Pettenò, impegna la Giunta veneta a farsi parte attiva nella vertenza. "La proprietà - si legge nella mozione - ha ventilato l'ipotesi di chiudere tutto e riaprire una sorta di 'Panto 2.0', una nuova azienda dove potrebbero al massimo essere assorbiti una sessantina di lavoratori. Ma, ad oggi, l'azienda non ha presentato nessun piano industriale - prosegue -, mentre si ventilano situazioni poco trasparenti (gli eventuali lavoratori riassunti dovrebbero accettare contratti in cui si rinuncia a ogni rivendicazione regressa); nel contempo l'azienda ha già richiesto la cassa integrazione ordinaria per i 120 dipendenti". Il documento approvato indica che la strada del risanamento del gruppo passi attraverso un riordino finanziario delle varie attività e investimenti del gruppo, al fine di recuperare le risorse necessarie per sanare gli ammanchi che si sono venuti a creare.

CRISI:TAVOLO CONSIGLIO VENETO PER STIPENDI-OCCUPAZIONE PANTO

VENEZIA, 20 SET - Il Consiglio regionale del Veneto hanno approvato con voto unanime un atto di indirizzo che dà avvio a un tavolo tra il vertici della Panto di San Biagio di Callata (Treviso), organizzazioni sindacali ed enti locali per trovare il modo di garantire gli stipendi ai 120 lavoratori in arretrato da giugno e impostare un nuovo piano industriale che rilanci la produzione dell'azienda, produttrice di finestre e 'madrina' dell'emittente regionale Antenna Tre. La mozione, primo firmatario il consigliere Pietrangelo Pettenò, impegna la Giunta veneta a farsi parte attiva nella vertenza. "La proprietà - si legge nella mozione - ha ventilato l'ipotesi di chiudere tutto e riaprire una sorta di 'Panto 2.0', una nuova azienda dove potrebbero al massimo essere assorbiti una sessantina di lavoratori. Ma, ad oggi, l'azienda non ha presentato nessun piano industriale - prosegue -, mentre si ventilano situazioni poco trasparenti (gli eventuali lavoratori riassunti dovrebbero accettare contratti in cui si rinuncia a ogni rivendicazione regressa); nel contempo l'azienda ha già richiesto la cassa integrazione ordinaria per i 120 dipendenti". Il documento approvato indica che la strada del risanamento del gruppo passi attraverso un riordino finanziario delle varie attività e investimenti del gruppo, al fine di recuperare le risorse necessarie per sanare gli ammanchi che si sono venuti a creare.

La Parità per crescere
Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Tags
trova altri articoli con gli stessi tags
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@gruppotv7.com

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy Cookie Policy
UN ANNO SENZA SPETTACOLI AL GRAN TEATRO GEOX - È trascorso esattamente un anno da quando si sono chiusi i battenti dei teatri e degli spettacoli dal vivo, ma c...

Nel corso del 2020, il sistema economico della provincia di Padova ha registrato...

SANREMO SENZA PUBBLICO: IL PENSIERO DEI PADOVANI -  Il Festival di Sanremo, in ...

300 RISTORANTI DIVENTANO MENSE NEL PADOVANO-----Attualmente 50 a Padova e 250 in provincia, le realtà della ristorazione che hanno aderito alla “riconversione” del proprio ese...

COMMERCIO: TUTTO FERMO A CITTADELLA----Cittadella è come una fotografia. Tutto è fermo, tutto si è bloccato per colpa dalla pandemia. Eppure questa cittadina dell’Alta Padovana, solitamente è un...

CROLLANO I CONSUMI IN VENETO - "Una cifra impressionante che da sola la dice lunga sulla necessità di provvedimenti rapidi che invece tardano ad arrivare", commenta così il presidente di Confcommerc...

IL COMMERCIO AD ABANO SENZA TURISTI E' CRITICO - E’ una voce unanime quella del commercio aponense, che chiede all’amministrazione di Ab...

UN'APP PER VALORIZZARE I COMMERCIANTI DI CARMIGNANO Una App per creare un filo diretto tra commercianti, alcune categorie di professionisti ...

+++RISTORANTI E ALBERGHI: PERSI 1,6 MILIARDI IN VENETO+++ A livello regionale, dopo la Lombardia e il Lazio, la più colpita è il Veneto co...

I COMMERCIANTI DEL CAMPOSAMPIERESE NON SI ARRENDONO ---- Non si arrendono i commercianti del camposampierese nonostante il periodo di difficoltà. La conta del ...