ACQUA: CONSIGLIO, LUNEDI' 5 IL PUNTO SU ALLUVIONI E SICCITA'
news locale - 31/10/2012 11:35

VENEZIA, 31 OTT - La colpa non è solo del clima, sempre più estremo tra piogge alluvionali e torride siccità, ma soprattutto della cementificazione e di una gestione arretrata del territorio e dell'attività agricola. Se ne discute lunedì 5 novembre a Venezia, nella sede del Consiglio regionale del Veneto, dove il presidente Clodovaldo Ruffato ha convocato gli stati generali sulla risorsa acqua. Si tratta del secondo anniversario della grande alluvione che ha sommerso mezzo Veneto a Ognissanti del 2010 e a consuntivo di un'estate da dimenticare per i raccolti di mais, soia e ortaggi. Istituzioni e associazioni del mondo agricolo si interrogano, insieme ad esperti ed operatori, sulla "gestione della risorsa acqua in agricoltura nella prospettiva dei nuovi assetti tematici", questo il tema del confronto, visti l'accelerazione dei cambiamenti climatici e sugli effetti di decenni di sviluppo disordinato e senza regole. Lo scopo è "prevenire i gravi danni ai raccolti causati dalla siccità estiva, che ha messo in ginocchio maiscoltori e allevatori, si può, cambiando tecniche di coltura e metodi di irrigazione e gestendo in modo più razionale le risorse idriche che, per il 70 per cento, sono a servizio del settore primario". "Siamo tutti convinti che occorra cambiare approccio e superare la logica dell'emergenza per definire un piano di azione che consenta di affrontare in modo strutturale e sistematico la gestione della risorsa acqua - premette il presidente Ruffato - possiamo investire in nuove tecniche di irrigazione, creare bacini di accumulo, cambiare tipologie e metodi di coltivazioni, partendo dalle risorse del piano irriguo nazionale che il Veneto attende dal 2009". Il confronto nel salone degli Specchi di palazzo Ferro-Fini coinvolgerà i consiglieri regionali delle commissioni Agricoltura e Ambiente (presiedute rispettivamente da Davide Bendinelli e da Nicola Finco), gli assessori regionali di riferimento (Franco Manzato per l'agricoltura e Maurizio Conte per l'ambiente), le organizzazioni professionali agricole e l'Unione delle bonifiche. In veste di esperti e operatori interverranno Carlo Emanuele Pepe direttore generale di Arpav e Marco Monai del servizio meteoreologico regionale di Teolo (su cambiamenti climatici ed esigenze idriche), Vincenzo Bixio docente all'Università di Padova (sulla gestione delle reti idriche), Mariano Carraro segretario regionale per l'ambiente della Regione (sui piani regionali di intevrento), Giuseppe Blasi capodipartimento del ministero per le politiche agricole e forestali sul piano irriguo nazionale e i programmi comunitari 2014-2020, e Massimo Gargano presidente dell'associazione nazionale Bonifiche.

ACQUA: CONSIGLIO, LUNEDI' 5 IL PUNTO SU ALLUVIONI E SICCITA'

VENEZIA, 31 OTT - La colpa non è solo del clima, sempre più estremo tra piogge alluvionali e torride siccità, ma soprattutto della cementificazione e di una gestione arretrata del territorio e dell'attività agricola. Se ne discute lunedì 5 novembre a Venezia, nella sede del Consiglio regionale del Veneto, dove il presidente Clodovaldo Ruffato ha convocato gli stati generali sulla risorsa acqua. Si tratta del secondo anniversario della grande alluvione che ha sommerso mezzo Veneto a Ognissanti del 2010 e a consuntivo di un'estate da dimenticare per i raccolti di mais, soia e ortaggi. Istituzioni e associazioni del mondo agricolo si interrogano, insieme ad esperti ed operatori, sulla "gestione della risorsa acqua in agricoltura nella prospettiva dei nuovi assetti tematici", questo il tema del confronto, visti l'accelerazione dei cambiamenti climatici e sugli effetti di decenni di sviluppo disordinato e senza regole. Lo scopo è "prevenire i gravi danni ai raccolti causati dalla siccità estiva, che ha messo in ginocchio maiscoltori e allevatori, si può, cambiando tecniche di coltura e metodi di irrigazione e gestendo in modo più razionale le risorse idriche che, per il 70 per cento, sono a servizio del settore primario". "Siamo tutti convinti che occorra cambiare approccio e superare la logica dell'emergenza per definire un piano di azione che consenta di affrontare in modo strutturale e sistematico la gestione della risorsa acqua - premette il presidente Ruffato - possiamo investire in nuove tecniche di irrigazione, creare bacini di accumulo, cambiare tipologie e metodi di coltivazioni, partendo dalle risorse del piano irriguo nazionale che il Veneto attende dal 2009". Il confronto nel salone degli Specchi di palazzo Ferro-Fini coinvolgerà i consiglieri regionali delle commissioni Agricoltura e Ambiente (presiedute rispettivamente da Davide Bendinelli e da Nicola Finco), gli assessori regionali di riferimento (Franco Manzato per l'agricoltura e Maurizio Conte per l'ambiente), le organizzazioni professionali agricole e l'Unione delle bonifiche. In veste di esperti e operatori interverranno Carlo Emanuele Pepe direttore generale di Arpav e Marco Monai del servizio meteoreologico regionale di Teolo (su cambiamenti climatici ed esigenze idriche), Vincenzo Bixio docente all'Università di Padova (sulla gestione delle reti idriche), Mariano Carraro segretario regionale per l'ambiente della Regione (sui piani regionali di intevrento), Giuseppe Blasi capodipartimento del ministero per le politiche agricole e forestali sul piano irriguo nazionale e i programmi comunitari 2014-2020, e Massimo Gargano presidente dell'associazione nazionale Bonifiche.

La Parità per crescere
Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Tags
trova altri articoli con gli stessi tags
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@gruppotv7.com

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy Cookie Policy
RIENTRO IN CLASSE: DE BERTI, "I MEZZI CI SONO"----Grande il lavoro della Regione del Veneto per una ripartenza della scuola in sicurezza. Lunedì 1 febbraio gli studenti delle supe...

AUTO CADE NEL BACCHIGLIONE, TRAGEDIA SFIORATA - A Pontelongo, lunedì mattina, una Ford Fiesta perde improvvisamente il controllo e cade nel Bacchiglione. In a...

BUSITALIA: PALAZZO MORONI RIDUCE LA SUA QUOTA. Il Consiglio comunale di Padova ha deciso di ridurre ...

TRASPORTO E RIQUALIFICAZIONI: IL CONSIGLIO COMUNALE. Lunedì è in programma la prossima sessione del Consiglio comunale di Padova. Diversi gli argomenti all'ordine del giorno tra ...

PROVINCIA: APPROVATO IL RENDICONTO DI BILANCIO. Anche la Provincia di Padova deve fare i conti con perdite e minori entrare dovute al Corona...

GOLENA E MURA: UN'OASI TRA STORIA E NATURA. Sopralluogo nel cantiere del ponte delle Gradelle e della golena San Massimo...

NUOVO OSPEDALE: VIA LIBERA DAL CONSIGLIO COMUNALE. Con un solo voto contrario e un astenuto, il cons...

ARPAV: LO STATO DELLE ACQUE IN VENETO - Con l'insediamento del nuovo direttore generale, l'ARPAV fa il punto sullo stato...

PROTEGGERE DAL FREDDO I CONTATORI DELL'ACQUA - Con le gelate invernali, occorre prestare attenzioni a eventuali malfunzi...

OGGI SI CELEBRA L'ACQUA, TRA I TESORI PIÙ PREZIOSI - L'elemento che permette la vita e che permette all'umanità di prosperare non è un be...