PATTO STABILITA': VENETO, 20 MLN A ENTI LOCALI PER FORNITORI
news locale - 31/10/2012 13:05

VENEZIA, 31 OTT - Comuni e Province del Veneto potranno utilizzare 20 milioni complessivi al di là dei limiti loro concessi dal Patto di Stabilità: il presidente della Regione Luca Zaia ha infatti firmato ieri tre decreti d'urgenza che rimodulano le partite del Patto. In deroga al patto di Stabilità per i comuni colpiti dal terremoto di maggio, inoltre, Occhiobello potrà utilizzare 800 mila euro. La somma così ridistribuita è immediatamente spendibile e servirà soprattutto a pagare i fornitori. I provvedimenti sono stati adottati dal presidente perché, in concomitanza con Ognissanti, è slittata di una settimana la consueta seduta settimanale di Giunta, la quale provvederà a ratificare le decisioni. "Questa 'manovra', piccola ma importante, si aggiunge a quella di fine settembre da una settantina di milioni - ha spiegato l'assessore al bilancio Roberto Ciambetti - è per 15 milioni si riferisce al Patto di stabilità verticale, per 5 milioni al Patto di Stabilità orizzontale, più le deroghe previste per i Comuni terremotati". Quanto al Patto di stabilità verticale, sono stati ripartiti tra Province e Comuni (in tutto 197) una quota spendibile di 15 milioni di euro, derivante dai risparmi sulla spesa corrente della Regione stessa. "Si tratta di piccole somme, spesso però essenziali in questo momento di asfissia finanziaria - ha fatto presente Ciambetti - dove tra riduzione dei trasferimenti e Patto molti Comuni rischiano di non poter erogare servizi". Altri 5 milioni si riferiscono invece al Patto di stabilità orizzontale, cioé a somme risparmiate da enti locali che non utilizzano tutta la disponibilità del loro plafond di Patto, messe a disposizione per le esigenze di altre amministrazioni. Il provvedimento riguarda 24 Comuni e la Provincia di Vicenza. "E' la prima volta che applichiamo il Patto di Stabilità orizzontale - ha detto Ciambetti - grazie alla disponibilità delle amministrazioni locali. Da segnalare in particolare 2,3 milioni assegnati al Comune di Chioggia".

PATTO STABILITA': VENETO, 20 MLN A ENTI LOCALI PER FORNITORI

VENEZIA, 31 OTT - Comuni e Province del Veneto potranno utilizzare 20 milioni complessivi al di là dei limiti loro concessi dal Patto di Stabilità: il presidente della Regione Luca Zaia ha infatti firmato ieri tre decreti d'urgenza che rimodulano le partite del Patto. In deroga al patto di Stabilità per i comuni colpiti dal terremoto di maggio, inoltre, Occhiobello potrà utilizzare 800 mila euro. La somma così ridistribuita è immediatamente spendibile e servirà soprattutto a pagare i fornitori. I provvedimenti sono stati adottati dal presidente perché, in concomitanza con Ognissanti, è slittata di una settimana la consueta seduta settimanale di Giunta, la quale provvederà a ratificare le decisioni. "Questa 'manovra', piccola ma importante, si aggiunge a quella di fine settembre da una settantina di milioni - ha spiegato l'assessore al bilancio Roberto Ciambetti - è per 15 milioni si riferisce al Patto di stabilità verticale, per 5 milioni al Patto di Stabilità orizzontale, più le deroghe previste per i Comuni terremotati". Quanto al Patto di stabilità verticale, sono stati ripartiti tra Province e Comuni (in tutto 197) una quota spendibile di 15 milioni di euro, derivante dai risparmi sulla spesa corrente della Regione stessa. "Si tratta di piccole somme, spesso però essenziali in questo momento di asfissia finanziaria - ha fatto presente Ciambetti - dove tra riduzione dei trasferimenti e Patto molti Comuni rischiano di non poter erogare servizi". Altri 5 milioni si riferiscono invece al Patto di stabilità orizzontale, cioé a somme risparmiate da enti locali che non utilizzano tutta la disponibilità del loro plafond di Patto, messe a disposizione per le esigenze di altre amministrazioni. Il provvedimento riguarda 24 Comuni e la Provincia di Vicenza. "E' la prima volta che applichiamo il Patto di Stabilità orizzontale - ha detto Ciambetti - grazie alla disponibilità delle amministrazioni locali. Da segnalare in particolare 2,3 milioni assegnati al Comune di Chioggia".

La Parità per crescere
Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Tags
trova altri articoli con gli stessi tags
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@gruppotv7.com

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy Cookie Policy
Quest’anno in gara a Sanremo due voci venete, Francesca Michielin e Madame. La prima, ventiseienne originaria di Bassa...

COVID, ASSUNZIONI IN CALO IN AGRICOLTURA - Da un'indagine di Cia Padova e Venet...

In Veneto il tumore colpisce più gli uomini che le donne ma negli ultimi anni l...

VIRUS, IL DICEMBRE DEL VENETO RIMANE INSPIEGABILE - Prima una scalata vertiginosa ben al di sopra dei numeri della prima ondata, poi il crollo verticale addirittura prima che le re...

MORTI SUL LAVORO, IL 40% A CAUSA DEL COVID ---- Drammatici i dati sulle morti bianche da gennaio a d...

SALDI AL VIA IN VENETO: OSSIGENO PER I NEGOZIANTI-----Primo giorno di saldi per il Veneto. Grandi le aspettative che potrebbero essere confermate dal vivace movimento che si registra già dalle prime ...

TAMPONI IN FARMACIA: ADESIONI IN CRESCITA-----Sempre più farmacie del territorio, hanno aderito in questi giorni all’...

COMINCIANO I SALDI IN VENETO----Inversione di marcia per il mondo dello shopping. La categoria si interroga sul saldo, c...

L'AGRICOLTURA RISENTE DEGLI EFFETTI DELLA PANDEMIA - L'agricoltura in Veneto è stata penalizzata dalle restrizioni dovute al Covid, ma è sopravissuta grazie ...

STUDENTI IN PROTESTA PER IL MANCATO RIENTRO IN AULA - Numerose sono state le proteste che gli studenti delle scuole superiori hanno avviato oggi davati agli istituti scolastici e ...