FISCO: IVA AL 22%; MANZATO, IMPOVERIRA' ECONOMIA
news locale - 15/11/2012 12:17

VENEZIA, 15 NOV - "Dal laboratorio d'alchimia del Parlamento sta uscendo una Legge di stabilità, ovvero una Finanziaria, che in estrema sintesi debilita ulteriormente la capacità di spesa delle famiglie, prevede di fatto nuove entrate fiscali e nulla tocca delle costose strutture statali e nemmeno di quelle parlamentari. Per dirla come un vecchio proverbio: l'unico vero risultato è che si spenderà più per vestire e la stessa somma per il cibo, salvo inflazione ormai irrecuperata e irrecuperabile". Franco Manzato, assessore alla tutela del consumatore del Veneto, traccia un'analisi sommaria dei contenuti della proposta che andrà all'approvazione definitiva delle Camere, "ad un anno di governo Monti - aggiunge - i cui numeri sono un PIL al -2,3 per cento, una maggiore spesa per interessi di BOT su un debito Statale ormai ai 2 mila miliardi, un calo feroce di consumi e di domanda interna dell'ordine del 4 - 5 per cento effettivo, una diminuzione per ora inarrestabile dell'occupazione, una pressione fiscale senza eguali al mondo e nella storia in cambio di quasi nulla". "Tutto questo è certo effetto anche di una crisi straordinaria - dice ancora Manzato - affrontata finora, però, solo dal punto di vista delle necessità finanziarie dello Stato, che al suo sembra il relitto di un realismo socialista fuori tempo massimo e si definisce all'esterno, purché lo si paghi e non si pretenda. Per me il fatto più sconvolgente è la bussola che guida la mano predona di Roma, è cioé la convinzione che gli italiani abbiano vissuto e vivano al di sopra delle loro possibilità e non che sia lo Stato a vivere al di sopra delle possibilità dei suoi cittadini: testimonianza di un apparato, di una classe politica e di lobby economiche che ormai hanno ampiamente perso di vista la gente e vivono in un altro pianeta, dove atri e logge sembrano la stessa cosa". "Il testardo aumento dell'IVA - secondo Manzato - non compenserà nemmeno il calo inevitabile dei consumi e impoverirà una volta di più i redditi fissi tutti, a partire ovviamente dai più bassi. Ma fanno sorridere anche gli scarsi benefit, come le sedicenti per il mantenimento dei figli, che sembrano calcolate da incalliti single sterili. A questi, su un'altra partita, si aggiunge il taglio delle indicizzazioni alle pensioni cosiddette "d'oro", quelle cioé 6 volte il minimo, lordo, per riparare a errori pratici e concettuali di una riforma che ha privato i nostri figli e moltissimi anziani delle pensioni stesse, quasi fossero stati loro a deciderne le regole. Ma allora certi stipendi che cosa sono? Platino diamantato esentasse?". "Di certo la faccenda IVA è la più becera: perché sostanzialmente dannosa, perché non punisce gli evasori ma i redditi da lavoro, perché rende ancora meno concorrenziali i nostri servizi (penso all'economia turistica), perché impoverirà ulteriormente la nostra economia. Il tutto senza che si vedano sacrifici predicati e di fatto irrealizzati da parte di coloro che li impongono agli altri".

FISCO: IVA AL 22%; MANZATO, IMPOVERIRA' ECONOMIA

VENEZIA, 15 NOV - "Dal laboratorio d'alchimia del Parlamento sta uscendo una Legge di stabilità, ovvero una Finanziaria, che in estrema sintesi debilita ulteriormente la capacità di spesa delle famiglie, prevede di fatto nuove entrate fiscali e nulla tocca delle costose strutture statali e nemmeno di quelle parlamentari. Per dirla come un vecchio proverbio: l'unico vero risultato è che si spenderà più per vestire e la stessa somma per il cibo, salvo inflazione ormai irrecuperata e irrecuperabile". Franco Manzato, assessore alla tutela del consumatore del Veneto, traccia un'analisi sommaria dei contenuti della proposta che andrà all'approvazione definitiva delle Camere, "ad un anno di governo Monti - aggiunge - i cui numeri sono un PIL al -2,3 per cento, una maggiore spesa per interessi di BOT su un debito Statale ormai ai 2 mila miliardi, un calo feroce di consumi e di domanda interna dell'ordine del 4 - 5 per cento effettivo, una diminuzione per ora inarrestabile dell'occupazione, una pressione fiscale senza eguali al mondo e nella storia in cambio di quasi nulla". "Tutto questo è certo effetto anche di una crisi straordinaria - dice ancora Manzato - affrontata finora, però, solo dal punto di vista delle necessità finanziarie dello Stato, che al suo sembra il relitto di un realismo socialista fuori tempo massimo e si definisce all'esterno, purché lo si paghi e non si pretenda. Per me il fatto più sconvolgente è la bussola che guida la mano predona di Roma, è cioé la convinzione che gli italiani abbiano vissuto e vivano al di sopra delle loro possibilità e non che sia lo Stato a vivere al di sopra delle possibilità dei suoi cittadini: testimonianza di un apparato, di una classe politica e di lobby economiche che ormai hanno ampiamente perso di vista la gente e vivono in un altro pianeta, dove atri e logge sembrano la stessa cosa". "Il testardo aumento dell'IVA - secondo Manzato - non compenserà nemmeno il calo inevitabile dei consumi e impoverirà una volta di più i redditi fissi tutti, a partire ovviamente dai più bassi. Ma fanno sorridere anche gli scarsi benefit, come le sedicenti per il mantenimento dei figli, che sembrano calcolate da incalliti single sterili. A questi, su un'altra partita, si aggiunge il taglio delle indicizzazioni alle pensioni cosiddette "d'oro", quelle cioé 6 volte il minimo, lordo, per riparare a errori pratici e concettuali di una riforma che ha privato i nostri figli e moltissimi anziani delle pensioni stesse, quasi fossero stati loro a deciderne le regole. Ma allora certi stipendi che cosa sono? Platino diamantato esentasse?". "Di certo la faccenda IVA è la più becera: perché sostanzialmente dannosa, perché non punisce gli evasori ma i redditi da lavoro, perché rende ancora meno concorrenziali i nostri servizi (penso all'economia turistica), perché impoverirà ulteriormente la nostra economia. Il tutto senza che si vedano sacrifici predicati e di fatto irrealizzati da parte di coloro che li impongono agli altri".

La Parità per crescere
Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Tags
trova altri articoli con gli stessi tags
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@gruppotv7.com

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy Cookie Policy
ASCOM, CHIUSE ATTIVITA' PER IL PUGNO DURO DEL FISCO - "Per un pugno di euro, rischiamo di mandare al macero la cultura commerciale di un intero Paese". A sottolineare una pericolos...

SCONTRINO ELETTRONICO OBBLIGATORIO DAL 1 GENNAIO - Esteso anche agli esercenti che fatturano meno di...

CONFAPI: PADOVA VERSA PIÙ TASSE DELL'INTERA UMBRIA. Suscitano impressione, i dati elaborati da Confapi Padova sulle entrate tributarie incassate dallo Stato. Nel 2015 la provincia di Padova ha versat...

Verona | Aumentano i contribuenti stranieri nel Nord Est. Il Veneto si posiziona infatti al secondo posto in Italia per numero di contribuenti stranieri. Tra le...

Maxi cartella per Cariparo arrivata a fine dicembre dopo i controlli effettuati dalla Guardia di Finanza. Riguarda i guadagni realizzati nel 2005 grazie ai derivati sui titoli SanPaolo. Antonio Finot...

Cambiano le cose in Svizzera, rientrano i soldi in "nero", quelli non dichiarati al Fisco, che in pa...

  Parliamo di tasse - Tv7 con Voi del 12/2/14    A Tv7 con Voi, affronteremo lo scottante tema delle tasse. Molte le difficoltà che stanno at...

PADOVA - "L'Italia è un paese dove la civiltà non esiste più, dove tu paghi le tasse in base ai tuoi guadagni e finito di pagare le tasse, se hai la sfortuna di esser...

VENEZIA, 15 NOV - Lo scatto dell'aliquota Iva il primo ottobre scorso ha gelato la ripres...

VENEZIA, 4 NOV - "Mentre il meridione viene ampiamente sussidiato con fondi a piog...