BIMBO CONTESO: TUTORE MINORI, SENTENZA CASSAZIONE PREOCCUPA
news locale - 25/03/2013 11:23

VENEZIA, 25 MAR - "La sentenza della Corte di Cassazione di annullamento del decreto della Corte d'Appello di Venezia e di rinvio alla Corte d'Appello di Brescia colpisce e preoccupa": lo afferma in una nota il Pubblico Tutore dei Minori della Regione del Veneto Aurea Dissegna, in relazione alla vicenda del bimbo padovano conteso dai genitori e dalla sentenza di annullamento riaffidato alla madre. Per il Tutore il provvedimento "colpisce per l'ulteriore repentino cambiamento, peraltro non definitivo, a cui viene sottoposto il minore, cambiamento messo in atto ancora una volta con 'forza' e clamore e preoccupa, perché sembra che i mesi trascorsi non siano serviti ai genitori per sviluppare maggiori capacità di ascolto dei bisogni del loro bambino". Secondo Dissegna "non si tratta di mettere in discussione il diritto del bambino alla bi-genitorialità, quanto di cogliere che non si sono realizzate le condizioni affinché il minore possa beneficiare di relazioni positive con entrambi i genitori e le famiglie allargate". Il Tutore infine auspica che "il rinvio alla Corte d'Appello di Brescia possa giungere nel più breve tempo possibile, in base ad ulteriori valutazioni che terranno conto anche di quanto é avvenuto negli ultimi mesi, ad un effettivo riconoscimento del superiore interesse del bambino, in ordine alla definizione dei suoi rapporti con i genitori".

BIMBO CONTESO: TUTORE MINORI, SENTENZA CASSAZIONE PREOCCUPA

VENEZIA, 25 MAR - "La sentenza della Corte di Cassazione di annullamento del decreto della Corte d'Appello di Venezia e di rinvio alla Corte d'Appello di Brescia colpisce e preoccupa": lo afferma in una nota il Pubblico Tutore dei Minori della Regione del Veneto Aurea Dissegna, in relazione alla vicenda del bimbo padovano conteso dai genitori e dalla sentenza di annullamento riaffidato alla madre. Per il Tutore il provvedimento "colpisce per l'ulteriore repentino cambiamento, peraltro non definitivo, a cui viene sottoposto il minore, cambiamento messo in atto ancora una volta con 'forza' e clamore e preoccupa, perché sembra che i mesi trascorsi non siano serviti ai genitori per sviluppare maggiori capacità di ascolto dei bisogni del loro bambino". Secondo Dissegna "non si tratta di mettere in discussione il diritto del bambino alla bi-genitorialità, quanto di cogliere che non si sono realizzate le condizioni affinché il minore possa beneficiare di relazioni positive con entrambi i genitori e le famiglie allargate". Il Tutore infine auspica che "il rinvio alla Corte d'Appello di Brescia possa giungere nel più breve tempo possibile, in base ad ulteriori valutazioni che terranno conto anche di quanto é avvenuto negli ultimi mesi, ad un effettivo riconoscimento del superiore interesse del bambino, in ordine alla definizione dei suoi rapporti con i genitori".

La Parità per crescere
Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Tags
trova altri articoli con gli stessi tags
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@gruppotv7.com

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy Cookie Policy
CITTADELLA (PADOVA), 25 MAR - "Era stata una decisione affrettata immaginare che mio figlio tornasse a scuola oggi. Ma...