ENERGIA:CONFINDUSTRIA PADOVA A PARLAMENTARI VENETI,GIU'COSTI
news locale - 29/03/2013 12:48

PADOVA, 29 MAR - Ridurre di almeno il 30% le componenti parafiscali della bolletta energetica per le imprese manifatturiere e accelerare la libera concorrenza elettrica. E' la richiesta che Confindustria Padova avanza oggi ai parlamentari veneti perché intervengono al più presto. "Nel 2012 il prezzo dell'energia all'ingrosso ha raggiunto i 75,5 euro per megawattora (MWh) per la media tensione, contro i 43,5 della Germania, a cui vanno aggiunti oneri di sistema, accise e imposte, il cui peso è pari al 53% della bolletta energetica - denuncia il presidente di Confindustria Padova, Massimo Pavin - Un livello che affossa ogni speranza di ripresa. Il paradosso è che mentre nell'ultimo anno il prezzo dell'energia all'ingrosso è sceso del 20%, la curva degli oneri impropri si è impennata: negli ultimi tre anni sono aumentati del 174% (da 17,6 euro/MWh a 48,3 per la media tensione). Solo la componente di incentivazione delle rinnovabili (A3) è cresciuta del 45% nel 2012 e il suo peso è balzato al 31% della bolletta". Per Pavin si tratta di oneri parafiscali che non hanno uguali in Europa. Il risultato è che le imprese chiudono: da qui l'appello ai parlamentari del Veneto. Secondo il delegato di Confindustria Padova all'Energia, Alberto Marenghi è necessario "rivedere il sistema di incentivazione delle rinnovabili, con regole certe per lo sviluppo della green economy. Il prossimo esecutivo - afferma - dia seguito alla strategia energetica nazionale presentata dal Governo uscente. Due esempi concreti del caro-energia: un'impresa industriale che consuma 10 milioni di chilowattora (kWh) all'anno ha avuto nel 2012 una spesa per l'energia di 1,5 milioni di euro, salita del 30% rispetto all'anno precedente (450mila euro in più). Un'azienda con consumi di 1 milione di kWh ha speso 204mila euro, 42mila più del 2011".

ENERGIA:CONFINDUSTRIA PADOVA A PARLAMENTARI VENETI,GIU'COSTI

PADOVA, 29 MAR - Ridurre di almeno il 30% le componenti parafiscali della bolletta energetica per le imprese manifatturiere e accelerare la libera concorrenza elettrica. E' la richiesta che Confindustria Padova avanza oggi ai parlamentari veneti perché intervengono al più presto. "Nel 2012 il prezzo dell'energia all'ingrosso ha raggiunto i 75,5 euro per megawattora (MWh) per la media tensione, contro i 43,5 della Germania, a cui vanno aggiunti oneri di sistema, accise e imposte, il cui peso è pari al 53% della bolletta energetica - denuncia il presidente di Confindustria Padova, Massimo Pavin - Un livello che affossa ogni speranza di ripresa. Il paradosso è che mentre nell'ultimo anno il prezzo dell'energia all'ingrosso è sceso del 20%, la curva degli oneri impropri si è impennata: negli ultimi tre anni sono aumentati del 174% (da 17,6 euro/MWh a 48,3 per la media tensione). Solo la componente di incentivazione delle rinnovabili (A3) è cresciuta del 45% nel 2012 e il suo peso è balzato al 31% della bolletta". Per Pavin si tratta di oneri parafiscali che non hanno uguali in Europa. Il risultato è che le imprese chiudono: da qui l'appello ai parlamentari del Veneto. Secondo il delegato di Confindustria Padova all'Energia, Alberto Marenghi è necessario "rivedere il sistema di incentivazione delle rinnovabili, con regole certe per lo sviluppo della green economy. Il prossimo esecutivo - afferma - dia seguito alla strategia energetica nazionale presentata dal Governo uscente. Due esempi concreti del caro-energia: un'impresa industriale che consuma 10 milioni di chilowattora (kWh) all'anno ha avuto nel 2012 una spesa per l'energia di 1,5 milioni di euro, salita del 30% rispetto all'anno precedente (450mila euro in più). Un'azienda con consumi di 1 milione di kWh ha speso 204mila euro, 42mila più del 2011".

La Parità per crescere
Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Tags
trova altri articoli con gli stessi tags
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@gruppotv7.com

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy Cookie Policy
DOMENICA SI DORME UN'ORA IN MENO: TORNA L'ORA LEGALE. Nel prossimo fine settimana torna l'ora legale, nella notte tra sabato e domenica si dovranno spostare in avanti le lancette d...

Tv7 con Voi del 28/02/2019 - Le corrette abitudini per utilizzo energia Ospite: - Filippo Agostini Amm. Del. Antenore Energia  - Rosanna Uriani, Responsabile Operativa Antenore ...

QUANTE BUFALE PER UN CONTRATTO IN PIÙ - Federconsumatori ha stilato una classifica delle truffe più assurde che gli op...

VENETO PARSIMONIOSO NEI CONSUMI DI ENERGIA - La nostra regione è penultima in Italia per consumo medio annuo di kilowattora, un risultato c...

INFLAZIONE RALLENTA, MA SALGONO LE SPESE FAMILIARI. I dati Istat di febbraio 2018 mostrano un genera...

BOLLETTE: QUELLE DEI FURBETTI LE PAGANO GLI ONESTI. - Gli oneri non pagati sulle bollette elettriche saranno a carico della collettività. Una normativa decisa dall'autorità che g...

ENERGIA, SERVIZI, TARIFFE: SARÀ UN 2018 DI RINCARI. L'hanno chiamato il "salasso di Capodanno", perchè quello che è appena iniziato sarà un anno di rincari...

Verona | L’azienda veronese ha ricevuto martedì scorso il Premio Innovazione Amica dell’Ambien...

Verona | Per resistere all’impulso di stracciarle, disperandosi per conti da pagare inaspettati,...

Verona | Più energia e gas per aumentare l'efficienza e abbattere i costi. Oggi la formalizzazione dell'accordo tra le due municipalizzate che dovrà essere approvato entro il 30 ...