TURISMO: ALBERGATORI AVA A TAR, NON SIAMO AGENTI CONTABILI
news locale - 16/04/2013 13:06

VENEZIA, 16 APR - L'associazione veneziana albergatori (Ava) presenterà ricorso al Tar contro il nuovo regolamento del Comune di Venezia che, recependo il parere della Corte dei Conti Veneto, attribuisce ai gestori delle strutture ricettive, relativamente alla riscossione dell'imposta di soggiorno, la qualifica di 'agenti contabili di fatto'. Lo ha annunciato il presidente dell'Ava, Vittorio Bonacini. "Prima della sua partenza per il Giappone - ha spiegato Bonacini - abbiamo avuto un incontro con il sindaco Odi Venezia rsoni, IL quale ci ha detto che 'sicuramente questa procedura non va e sicuramente sarebbe stata trovata una soluzione'. Sicuramente - ha detto Bonacini - questo non è stato fatto e il nostro consiglio direttivo ha deciso di intraprendere la strada del ricorso, richiedendo anche la sospensiva che, se non sarà accordata, ci spingerà a proseguire la linea d'azione attraverso tutte le vie legali". Bonacini ha spiegato che la nuova normativa prevede l'obbligo per gli albergatori, anche in fase di check out, non solo di scorporare e sdoppiare la ricevuta fiscale, ma anche di rimettere in campo note tutti i dati del cliente già inviati alla questura in fase di check in. "Il Comune - ha sottolineato - ritiene di non poter ottenere tali dati dalla questura, non sappiamo se per motivi di privacy o che altro. Tale adempimento gravante sugli albergatori serve solo e unicamente per poter correre dietro a chi non paga, ma, nel 99,9% dei casi, gli albergatori fanno il loro dovere e l' imposta viene pagata. E poi non si possono penalizzare le imprese con adempimenti burocratici ulteriori, che comportano ulteriori nuovi costi, oltre a complicazioni particolari nel caso dei gruppi, per i quali, ai fini di sicurezza, viene registrato in entrata solo il capogruppo".

TURISMO: ALBERGATORI AVA A TAR, NON SIAMO AGENTI CONTABILI

VENEZIA, 16 APR - L'associazione veneziana albergatori (Ava) presenterà ricorso al Tar contro il nuovo regolamento del Comune di Venezia che, recependo il parere della Corte dei Conti Veneto, attribuisce ai gestori delle strutture ricettive, relativamente alla riscossione dell'imposta di soggiorno, la qualifica di 'agenti contabili di fatto'. Lo ha annunciato il presidente dell'Ava, Vittorio Bonacini. "Prima della sua partenza per il Giappone - ha spiegato Bonacini - abbiamo avuto un incontro con il sindaco Odi Venezia rsoni, IL quale ci ha detto che 'sicuramente questa procedura non va e sicuramente sarebbe stata trovata una soluzione'. Sicuramente - ha detto Bonacini - questo non è stato fatto e il nostro consiglio direttivo ha deciso di intraprendere la strada del ricorso, richiedendo anche la sospensiva che, se non sarà accordata, ci spingerà a proseguire la linea d'azione attraverso tutte le vie legali". Bonacini ha spiegato che la nuova normativa prevede l'obbligo per gli albergatori, anche in fase di check out, non solo di scorporare e sdoppiare la ricevuta fiscale, ma anche di rimettere in campo note tutti i dati del cliente già inviati alla questura in fase di check in. "Il Comune - ha sottolineato - ritiene di non poter ottenere tali dati dalla questura, non sappiamo se per motivi di privacy o che altro. Tale adempimento gravante sugli albergatori serve solo e unicamente per poter correre dietro a chi non paga, ma, nel 99,9% dei casi, gli albergatori fanno il loro dovere e l' imposta viene pagata. E poi non si possono penalizzare le imprese con adempimenti burocratici ulteriori, che comportano ulteriori nuovi costi, oltre a complicazioni particolari nel caso dei gruppi, per i quali, ai fini di sicurezza, viene registrato in entrata solo il capogruppo".

La Parità per crescere
Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Tags
trova altri articoli con gli stessi tags
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@gruppotv7.com

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy Cookie Policy
3 MILIONI E MEZZO PER RILANCIARE IL TURISMO - La Giunta Regionale del Veneto ha deciso di incrementa...

IL COMMERCIO AD ABANO SENZA TURISTI E' CRITICO - E’ una voce unanime quella del commercio aponense, che chiede all’amministrazione di Abano Terme di analizzare obiettivi di ril...

TURISMO: NESSUNA CERTEZZA PER LA RIPARTENZA. Se è vero che per l'economia del p...

FONDI IN ARRIVO PER LO SVILUPPO DI SAN MARTINO  ---- Compito di ogni Amministrazione, quello di fare il possibile per incentivare la crescita e lo sviluppo del proprio territorio....

BOOM TURISTICO AD AGOSTO, + 9% SUL 2018 - Dopo una partenza di stagione molto incerta, per il Veneto è iniziato un agos...

PADOVA TURISTICA, COSA SI PREVEDE PER L'ESTATE - Si è aperta una nuova stagione turistica per la Città del Santo, che potrebbe, però, essere diversa dalle sc...

TURISTI IN ARRIVO, LA PADOVA NATALIZIA È RICHIESTA - Dicembre sarà un mese soddisfacente per l'osp...

Si è tenuto oggi al Terminal Passeggeri della Stazione Marittima di Venezia, l'incontro di presentazione delle linee guida del Piano Strategico del Turismo Veneto (PSTV). Al centro dell'incontro, val...

Non solo Montegrotto Terme ma “Terme Montegrotto - Colli Euganei Natural Park”: questo recita la grande insegna con il logo della destinazione turistica che da martedì campeggia nel sottopasso d...

IN MILIONI PER L'ESTATE ITALIANA, VENETO SOLD OUT - È arrivato il cloud dell'estate e le presenze di turisti e visitatori fanno registrare numeri impressionant...