PA:CGIA,RIDOTTI DI 10 GG TEMPI PAGAMENTI MA ULTIMI IN EUROPA
news locale - 18/05/2013 10:59

VENEZIA, 18 MAG - Nei primi mesi del 2013 lo Stato e le sue autonomie locali hanno ridotto di 10 giorni i tempi di pagamento nei confronti dei propri fornitori.

Lo indica la Cgia di Mestre sottolineando che l'Italia continua comunque ad essere il peggior pagatore d'Europa. Se l'anno scorso le fatture venivano saldate mediamente dopo 180 giorni, quest'anno, stando all'elaborazione della Cgia di Mestre su dati presentati nei giorni scorsi da Intrum Justitia, i fornitori devono attendere 10 giorni in meno, cioé 170. Solo la Grecia, che nella graduatoria generale è al penultimo posto, ha fatto meglio di noi: per l'anno in corso ha accorciato i tempi di pagamento di 15 giorni.

L'accorciamento dei tempi, secondo Giuseppe Bortolussi segretario della Cgia di Mestre è prodotto "sia dagli effetti della nuova legge entrata in vigore il primo gennaio sia perché nel Paese si è diffusa una certa sensibilità nei confronti di questo problema". Se la Pa italiana salda le fatture mediamente dopo 170 giorni, la media europea è di 61 giorni (-5 rispetto al 2012). La Pa francese onora i suoi impegni a 60 giorni, quella inglese a 41 giorni e quella tedesca a 36. La riduzione dei tempi di pagamento della Pa italiana trova conferma anche nella Sanità che storicamente è uno dei settori dove i ritardi, soprattutto al Sud, "sono spaventosi".

Ancora adesso il pagamento medio a livello nazionale avviene dopo 284 giorni. Nel 2013, sempre secondo un'elaborazione della Cgia questa volta su dati Assobiomedica, i tempi di pagamento delle strutture sanitarie pubbliche, con riferimento alle forniture di dispositivi medici, si sono accorciati a livello nazionale di 14 giorni, con punte di -83 in Campania, di -41 in Sardegna, di -40 in Calabria e di -32 in Puglia. Nelle transazioni commerciali tra imprese private, invece, la situazione rimane immutata. Anche in questi primi mesi del 2013 i committenti pagano i propri subfornitori a 96 giorni, mentre in Francia i giorni di calendario necessari per essere saldati sono scesi a 55, nel Regno Unito a 41 e in Germania a 34. La media europea è di 49 giorni (-3 rispetto al 2012).

PA:CGIA,RIDOTTI DI 10 GG TEMPI PAGAMENTI MA ULTIMI IN EUROPA

VENEZIA, 18 MAG - Nei primi mesi del 2013 lo Stato e le sue autonomie locali hanno ridotto di 10 giorni i tempi di pagamento nei confronti dei propri fornitori.

Lo indica la Cgia di Mestre sottolineando che l'Italia continua comunque ad essere il peggior pagatore d'Europa. Se l'anno scorso le fatture venivano saldate mediamente dopo 180 giorni, quest'anno, stando all'elaborazione della Cgia di Mestre su dati presentati nei giorni scorsi da Intrum Justitia, i fornitori devono attendere 10 giorni in meno, cioé 170. Solo la Grecia, che nella graduatoria generale è al penultimo posto, ha fatto meglio di noi: per l'anno in corso ha accorciato i tempi di pagamento di 15 giorni.

L'accorciamento dei tempi, secondo Giuseppe Bortolussi segretario della Cgia di Mestre è prodotto "sia dagli effetti della nuova legge entrata in vigore il primo gennaio sia perché nel Paese si è diffusa una certa sensibilità nei confronti di questo problema". Se la Pa italiana salda le fatture mediamente dopo 170 giorni, la media europea è di 61 giorni (-5 rispetto al 2012). La Pa francese onora i suoi impegni a 60 giorni, quella inglese a 41 giorni e quella tedesca a 36. La riduzione dei tempi di pagamento della Pa italiana trova conferma anche nella Sanità che storicamente è uno dei settori dove i ritardi, soprattutto al Sud, "sono spaventosi".

Ancora adesso il pagamento medio a livello nazionale avviene dopo 284 giorni. Nel 2013, sempre secondo un'elaborazione della Cgia questa volta su dati Assobiomedica, i tempi di pagamento delle strutture sanitarie pubbliche, con riferimento alle forniture di dispositivi medici, si sono accorciati a livello nazionale di 14 giorni, con punte di -83 in Campania, di -41 in Sardegna, di -40 in Calabria e di -32 in Puglia. Nelle transazioni commerciali tra imprese private, invece, la situazione rimane immutata. Anche in questi primi mesi del 2013 i committenti pagano i propri subfornitori a 96 giorni, mentre in Francia i giorni di calendario necessari per essere saldati sono scesi a 55, nel Regno Unito a 41 e in Germania a 34. La media europea è di 49 giorni (-3 rispetto al 2012).

La Parità per crescere
Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Tags
trova altri articoli con gli stessi tags
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@gruppotv7.com

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy Cookie Policy
CONTRIBUTI E FINANZIAMENTI AGEVOLATI PER LE IMPRESE. Intervenuto nella trasmissione Primus Inter Pares, l'Assessore regionale Roberto Marcat...

BORGORICCO CHIEDE RIDUZIONE RETTE ASILI PARROCCHIE ----   In questi giorni particolari, molti i bam...

TARI, CIMP e COSAP: RINVIATE LE SCADENZE A VENEZIA - Arriva il sostegno tanto atteso dai Veneziani. Dopo le disavventure dell’acqua alta e...

UTENZE RINCARATE NEL 2018, IL GAS SALIRA' ANCORA - Dopo un anno di continui aume...

SE I SALDI SONO UNA QUESTIONE DI SOLDI - L'avvio dei saldi, che domani irromperanno in tutta Italia, potrebbe essere compromesso dalle spese per l'energia che i cittadini veneti si trovano costretti a...

IL PADOVA AL "ROCCO" SPINTO DAI SUOI MILLE TIFOSI . In Serie C il padova è sempre più vicino a tagliare il traguardo ...

CARTE O CONTANTI, AD OGNUNO LE SUE RAGIONI. C'è chi rimane affezionato al contante, come una volta,...

IL PUNTO: "SCARSA EDUCAZIONE ED ECONOMIA SOMMERSA". In Italia cresce il numero di operazioni elettroniche, ma rispetto al resto dell'Europa il Bel paese è anco...

TASSE ALTE E POCA SPESA SOCIALE: SEMPRE PIÙ POVERI. Il rischio di povertà ed esclusione sociale ormai tocca più 18 mi...

TRE DERBY VENETI IN SERIE C, CLOU LUNEDÌ A BASSANO. Triplo incrocio tra squadre del Triveneto in questo fine settimana in Serie C: domenica...