AEREO TURISMO PRECIPITATO: INIZIATE OPERAZIONI RECUPERO
news locale - 19/06/2013 10:34

BELLUNO, 19 GIU - Sono iniziate stamane le operazioni del recupero dei rottami e delle salme dei due passeggeri del Piper P28 precipitato ieri in Val Salatis, vicino a forcella Sestier, nella zona dell'Alpago (Belluno). Il Piper - con due passeggeri, un uomo ed una donna deceduti, e il pilota rimasto ferito e ricoverato all'ospedale di Belluno - era decollato da Losanna, con tre persone di nazionalità francese a bordo ed era diretto all'aeroporto sloveno di Lesce-Bled, meta turistica dei Balcani. Le operazioni in corso - secondo i vigili del fuoco di Belluno - prevedono il recupero delle due salme e, dopo, le indagini del caso sui rottami del velivolo, ma, prima di tutto, é necessaria la messa in sicurezza della zona che sarebbe a rischio incendio o esplosione per la notevole quantità di carburante che circonda il piccolo aereo. L'allarme è scattato nel pomeriggio quando il Piper, che stava operando a vista, non ha comunicato la propria posizione alla torre di controllo di Poggio Renatico. Le ricerche hanno coinvolto le squadre del Soccorso Alpino di entrambi i versanti della montagna, dall'Alpago e da Maniago (Pordenone), i Vigili del fuoco della località pordenonese e l'elisoccorso di Veneto e Friuli Venezia Giulia. Sull'incidente indaga la Procura della repubblica di Belluno, mentre l'Agenzia nazionale per la sicurezza del volo (Ansv) ha aperto un'inchiesta con l'invio di un proprio investigatore.

AEREO TURISMO PRECIPITATO: INIZIATE OPERAZIONI RECUPERO

BELLUNO, 19 GIU - Sono iniziate stamane le operazioni del recupero dei rottami e delle salme dei due passeggeri del Piper P28 precipitato ieri in Val Salatis, vicino a forcella Sestier, nella zona dell'Alpago (Belluno). Il Piper - con due passeggeri, un uomo ed una donna deceduti, e il pilota rimasto ferito e ricoverato all'ospedale di Belluno - era decollato da Losanna, con tre persone di nazionalità francese a bordo ed era diretto all'aeroporto sloveno di Lesce-Bled, meta turistica dei Balcani. Le operazioni in corso - secondo i vigili del fuoco di Belluno - prevedono il recupero delle due salme e, dopo, le indagini del caso sui rottami del velivolo, ma, prima di tutto, é necessaria la messa in sicurezza della zona che sarebbe a rischio incendio o esplosione per la notevole quantità di carburante che circonda il piccolo aereo. L'allarme è scattato nel pomeriggio quando il Piper, che stava operando a vista, non ha comunicato la propria posizione alla torre di controllo di Poggio Renatico. Le ricerche hanno coinvolto le squadre del Soccorso Alpino di entrambi i versanti della montagna, dall'Alpago e da Maniago (Pordenone), i Vigili del fuoco della località pordenonese e l'elisoccorso di Veneto e Friuli Venezia Giulia. Sull'incidente indaga la Procura della repubblica di Belluno, mentre l'Agenzia nazionale per la sicurezza del volo (Ansv) ha aperto un'inchiesta con l'invio di un proprio investigatore.

La Parità per crescere
Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Tags
trova altri articoli con gli stessi tags
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@gruppotv7.com

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy Cookie Policy
BELLUNO, 19 GIU - Sono stati recuperati i corpi dei due occupanti del Piper Pa 28 precipitato ieri sulle montagne dell'Alpago nel bellunese. L'area dove è ca...