NO GARE BIMBA IMMIGRATA; ZAIA, SI' CITTADINANZA NO IUS SOLI
news locale - 26/06/2013 12:35

VENEZIA - 26 GIU - "Rimango contrario allo ius soli ma il caso della nuotatrice padovana esclusa dalla Federazione offre la necessità di un dibattito sul diritto di cittadinanza". A spiegarlo è il presidente del veneto Luca Zaia secondo il quale "serve un segnale di civiltà e di attenzione nei confronti delle aspirazioni di questa giovane e dei tanti bambini che vivono da anni in Veneto, terra dove l'integrazione é concreta, funziona e rappresenta un modello a livello nazionale". "Questo caso - aggiunge il governatore - smonta gli alibi e le giustificazioni di chi individua nello ius soli l'unica soluzione ai problemi relativi alla cittadinanza. L'unica colpa della bambina di Camposampiero - spiega Zaia - è quella di non essere maggiorenne e non quella di non rispettare le regole perché è in Italia da oltre dieci anni, non ha nessun legame con la terra di origine dei genitori essendo nata e vissuta qui. C'é un evidente cortocircuito burocratico che va risolto e su cui serve una meditazione seria e approfondita. Il tema che pongo sotto la luce dei riflettori è quello di una giovane nuotatrice, una bambina che si allena con le proprie compagne in una squadra locale a testimonianza di una perfetta integrazione con la nostra comunita". Zaia si augura che la vicendA "inneschi una discussione proficua senza che, per una volta, a simbolo di una mancata o carente integrazione venga portato il solito calciatore strapagato". "E' un tema che riguarda la vita di tanti figli di stranieri che hanno sempre vissuto in Veneto - sostiene Zaia - In questa situazione, immagino che i genitori della bambina, che sono qui da anni, avrebbero voluto ammirare la propria figlia impegnata nelle gare. Di casi come questi in Veneto ce ne sono molti". "Quella sulla cittadinanza ai bambini - conclude Zaia - è una riflessione che parte da una terra come il Veneto, nella quale molti immigrati lavorano in modo onesto, integrandosi nella nostra comunità: permettere ai loro figli di essere cittadini italiani è una questione di vera civiltà che non a niente a che fare con lo ius soli".

NO GARE BIMBA IMMIGRATA; ZAIA, SI' CITTADINANZA NO IUS SOLI

VENEZIA - 26 GIU - "Rimango contrario allo ius soli ma il caso della nuotatrice padovana esclusa dalla Federazione offre la necessità di un dibattito sul diritto di cittadinanza". A spiegarlo è il presidente del veneto Luca Zaia secondo il quale "serve un segnale di civiltà e di attenzione nei confronti delle aspirazioni di questa giovane e dei tanti bambini che vivono da anni in Veneto, terra dove l'integrazione é concreta, funziona e rappresenta un modello a livello nazionale". "Questo caso - aggiunge il governatore - smonta gli alibi e le giustificazioni di chi individua nello ius soli l'unica soluzione ai problemi relativi alla cittadinanza. L'unica colpa della bambina di Camposampiero - spiega Zaia - è quella di non essere maggiorenne e non quella di non rispettare le regole perché è in Italia da oltre dieci anni, non ha nessun legame con la terra di origine dei genitori essendo nata e vissuta qui. C'é un evidente cortocircuito burocratico che va risolto e su cui serve una meditazione seria e approfondita. Il tema che pongo sotto la luce dei riflettori è quello di una giovane nuotatrice, una bambina che si allena con le proprie compagne in una squadra locale a testimonianza di una perfetta integrazione con la nostra comunita". Zaia si augura che la vicendA "inneschi una discussione proficua senza che, per una volta, a simbolo di una mancata o carente integrazione venga portato il solito calciatore strapagato". "E' un tema che riguarda la vita di tanti figli di stranieri che hanno sempre vissuto in Veneto - sostiene Zaia - In questa situazione, immagino che i genitori della bambina, che sono qui da anni, avrebbero voluto ammirare la propria figlia impegnata nelle gare. Di casi come questi in Veneto ce ne sono molti". "Quella sulla cittadinanza ai bambini - conclude Zaia - è una riflessione che parte da una terra come il Veneto, nella quale molti immigrati lavorano in modo onesto, integrandosi nella nostra comunità: permettere ai loro figli di essere cittadini italiani è una questione di vera civiltà che non a niente a che fare con lo ius soli".

La Parità per crescere
Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Tags
trova altri articoli con gli stessi tags
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@gruppotv7.com

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy Cookie Policy
MEZZI DI TRASPORTO: SI SALE CON GUANTI E MASCHERINE. E' entrata in vigore dalla scorsa mezzanotte e lo sarà fino al 13 aprile la nuova ordinanza regionale che ...

SPECIALIZZANDI IN CORSIA, ECCO COSA CAMBIA - Le nuove assunzioni di specializzandi negli ospedali veneti non inficierann...

SINDACATI: "DALLA REGIONE PIU' RISORSE AGLI ANZIANI" - Nella conferenza stampa congiunta di SPI CGIL, FNP CISL e UILP, le richieste dei pensionati in una regione in cui nonostante ...

VENETO, NUOVI INTROITI DALLA VENDITA DEGLI IMMOBILI - 6 milioni di introito nel 2019, 38 milioni complessivi dal 2010 e altri 67 immobili per cui è già attiva la procedura per l...

MEDICI SPECIALIZZANDI, ACCORDO REGIONE-UNIVERSITA' - La Giunta Regionale ha autorizzato la firma dei protocolli di inte...

ACCESO L'ABETE VENETO IN PIAZZA SAN PIETRO -  Anche quest'anno c'è molto Veneto nelle celebrazioni natalizie in Vaticano: Papa Francesco o...

SP47, PONTE CURTAROLO, ZAIA RISPONDE ALLA PROVINCIA --- Porta la data del 27 settembre 2019, la lettera che il Presidente della Provincia di Padova , Fabio Bui ha scritto al Govern...

BUFERA SU AUTONOMIA, ZAIA "IL PROGETTO È SERIO" - Botta e risposta fra il premi...

La Protezione civile del Veneto sta valutando di attivare uno svaso dell'acqua dell'Adige nel lago di Garda, attraverso la galleria Mori Torbole. La manovra, che da quasi vent'anni...

Si è tenuto oggi al Terminal Passeggeri della Stazione Marittima di Venezia, l'incontro di presentazione delle linee guida del Piano Strategico del Turismo Ven...