VENEZIA:BENI CULTURALI STIMOLO A RIFLESSIONE SU INTEGRAZIONE
news locale - 04/07/2013 13:17

VENEZIA, 4 LUG - "I beni culturali non possono restare lì come oggetti inanimati, non sono solo un pezzo di memoria, ma, oggi più che mai, in un Paese come l'Italia, crocevia di tanti influssi, sono stimolo a una riflessione sull'inclusione, sullo scambio". Così lo scrittore e giornalista Marco Politi, all'incontro 'Beni culturali e interculturalita', ha sintetizzato il senso il convegno organizzato da Coopculture con il supporto della Comunità ebraica di Venezia, tenutosi questa mattina nella sala Montefiore, in campo di Ghetto vecchio. L'incontro è stato introdotto dai saluti del presidente della Comunità ebraica di Venezia, Riccardo Calimani, ("Gli ebrei in Italia sono un mondo molto vivace, un elemento di stimolo in un Paese abituato al conformismo piatto"), prima di quelli di Stefano Beltrame, delegato della Regione Veneto ai rapporti con le comunità ebraiche, e del consigliere comunale Beppe Caccia. "Il sindaco Orsoni è a Roma - ha spiegato - e l'assessore alla Cultura Vettese a Milano, entrambi a cercare soldi, perché la condizione che oggi vivono le Amministrazioni comunali presenta, in particolare in settori come questo, problemi drammatici, per mancanza di risorse e, soprattutto, per mancanza di autonomia". Ad aprire il tavolo dei relatori è stato poi Amos Luzzatto. "Interculturalità: cos'é? - si è chiesto in apertura - Non darò una risposta positiva, ma dirò cosa non è: non va confusa con un banale cosmopolitismo, molto comodo in certe circostanze. E non risponderò nemmeno alla domanda se sono interculturale o no, ma ricorderò che, nella mia vita personale, sono venuto a continuo contatto con lingue, abitudini e modi di vivere fondamentalmente diversi. Parlando poi di assimilazione, va ricordato che ha due versanti: gli ebrei sono diventati europei, ma anche gli europei hanno preso alcuni aspetti degli ebrei, a partire dalla religione, che è gemmazione di quella ebraica".

VENEZIA:BENI CULTURALI STIMOLO A RIFLESSIONE SU INTEGRAZIONE

VENEZIA, 4 LUG - "I beni culturali non possono restare lì come oggetti inanimati, non sono solo un pezzo di memoria, ma, oggi più che mai, in un Paese come l'Italia, crocevia di tanti influssi, sono stimolo a una riflessione sull'inclusione, sullo scambio". Così lo scrittore e giornalista Marco Politi, all'incontro 'Beni culturali e interculturalita', ha sintetizzato il senso il convegno organizzato da Coopculture con il supporto della Comunità ebraica di Venezia, tenutosi questa mattina nella sala Montefiore, in campo di Ghetto vecchio. L'incontro è stato introdotto dai saluti del presidente della Comunità ebraica di Venezia, Riccardo Calimani, ("Gli ebrei in Italia sono un mondo molto vivace, un elemento di stimolo in un Paese abituato al conformismo piatto"), prima di quelli di Stefano Beltrame, delegato della Regione Veneto ai rapporti con le comunità ebraiche, e del consigliere comunale Beppe Caccia. "Il sindaco Orsoni è a Roma - ha spiegato - e l'assessore alla Cultura Vettese a Milano, entrambi a cercare soldi, perché la condizione che oggi vivono le Amministrazioni comunali presenta, in particolare in settori come questo, problemi drammatici, per mancanza di risorse e, soprattutto, per mancanza di autonomia". Ad aprire il tavolo dei relatori è stato poi Amos Luzzatto. "Interculturalità: cos'é? - si è chiesto in apertura - Non darò una risposta positiva, ma dirò cosa non è: non va confusa con un banale cosmopolitismo, molto comodo in certe circostanze. E non risponderò nemmeno alla domanda se sono interculturale o no, ma ricorderò che, nella mia vita personale, sono venuto a continuo contatto con lingue, abitudini e modi di vivere fondamentalmente diversi. Parlando poi di assimilazione, va ricordato che ha due versanti: gli ebrei sono diventati europei, ma anche gli europei hanno preso alcuni aspetti degli ebrei, a partire dalla religione, che è gemmazione di quella ebraica".

La Parità per crescere
Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Tags
trova altri articoli con gli stessi tags
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@gruppotv7.com

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy Cookie Policy
TARI, CIMP e COSAP: RINVIATE LE SCADENZE A VENEZIA - Arriva il sostegno tanto atteso dai Veneziani. Dopo le disavventure dell’acqua alta e le recenti conseguenze dell’allarmism...

CARNEVALE, WEEKEND DI EVENTI A PADOVA E VENEZIA - Dal Volo dell'aquila in piazza San Marco alla grande sfilata dei carri allegorici in Prato della Valle, domeni...

VENEZIA, WEEKEND DI CARNEVALE CON VOLO DELL'ANGELO - Entra nel vivo il carnevale di Venezia, con il ...

COMMERCIANTI A VENEZIA, IL DOPO ACQUA GRANDA - A tre mesi dalla seconda marea più alta della storia...

VENEZIA, PER IL 2030 MENO BARRIERE ARCHITETTONICHE - Il comune di Venezia ha approvato un importante piano, a scadenza decennale, per la riduzione delle barriere architettoniche presenti nel centro st...

NUOVA MAREA ANNUNCIATA PER DOMENICA A VENEZIA  --- Una nuova marea è stata annunciata per questa domenica a Venenzia, ...

Tv7 Match del 15/11/2019 - MURO DI BERLINO-ACQUA ALTA VENEZIA Ospiti: - PATRIZIO ZANELLA,docente di Storia - NEREO TISO,cons. com. PD - ENRICO PINO,gen. C.A. (aus) - Prof. ERMANNO...

BAGNI PUBBLICI VENEZIANI, SERVIZI DA USARE CON CURA - Sono un servizio necessario necessario per i molti turisti che affollano Venezia ma i ...

Venerdì 28 giugno sarà bloccata l’attivita di Tribunali e Procure per lo sciopero di tutto il pe...

"La Carta di Venezia contiene le password per aprire la strada a un futuro sostenibile e inclusivo attento alle esigenze dell'ambiente come di tutte le classi s...