Inchiesta Ville Venete: tangenti per contributi, 9 indagati
news locale - 31/07/2013 12:15

VENEZIA, 31 LUG - Sono 9 i proprietari di antiche ville venete raggiunti dalla comunicazione di chiusura indagini nei loro confronti per l'ambito dell'inchiesta della Procura di Venezia sull'ipotesi del pagamento di tangenti per 'pilotare' le pratiche dei contributi pubblici in favore delle nobili dimore. L'inchiesta, condotta dal pm Paola Tonini, aveva portato nel marzo 2012 agli arresti domiciliari Marco Brancaleoni, funzionario veneziano dell'Istituto Ville Venete accusato di aver incassato somme illecite per favorire alcuni proprietari. Gli indagati - riferisce 'Il Gazzettino' - dovranno rispondere a vario titolo delle accuse di corruzione, abuso d'ufficio, e truffa aggravata ai danni della Regione Veneto, per i finanziamenti percepiti illecitamente. Secondo quanto appurato dagli inquirenti, il funzionario dell'Ivv potrebbe aver percepito tra i 5 e i 10 mila euro per ogni pratica, con quale avrebbe permesso ai proprietari di alcune ville di percepire i contributi più alti possibili. Brancaleoni si era difeso sostenendo che le somme di denaro ricevute dai proprietari delle ville non erano tangenti, ma denaro avuto per le consulenze sulle varie pratiche effettuate a titolo personale.

Inchiesta Ville Venete: tangenti per contributi, 9 indagati

VENEZIA, 31 LUG - Sono 9 i proprietari di antiche ville venete raggiunti dalla comunicazione di chiusura indagini nei loro confronti per l'ambito dell'inchiesta della Procura di Venezia sull'ipotesi del pagamento di tangenti per 'pilotare' le pratiche dei contributi pubblici in favore delle nobili dimore. L'inchiesta, condotta dal pm Paola Tonini, aveva portato nel marzo 2012 agli arresti domiciliari Marco Brancaleoni, funzionario veneziano dell'Istituto Ville Venete accusato di aver incassato somme illecite per favorire alcuni proprietari. Gli indagati - riferisce 'Il Gazzettino' - dovranno rispondere a vario titolo delle accuse di corruzione, abuso d'ufficio, e truffa aggravata ai danni della Regione Veneto, per i finanziamenti percepiti illecitamente. Secondo quanto appurato dagli inquirenti, il funzionario dell'Ivv potrebbe aver percepito tra i 5 e i 10 mila euro per ogni pratica, con quale avrebbe permesso ai proprietari di alcune ville di percepire i contributi più alti possibili. Brancaleoni si era difeso sostenendo che le somme di denaro ricevute dai proprietari delle ville non erano tangenti, ma denaro avuto per le consulenze sulle varie pratiche effettuate a titolo personale.

La Parità per crescere
Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Tags
trova altri articoli con gli stessi tags
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@gruppotv7.com

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy Cookie Policy