Autostrade: Valdegamberi, Governo azzeri tutte le concessioni
Notizie e politica - 30/09/2013 13:45

VENEZIA, 30 SET - "Finalmente anche qualcun altro si è accordo di quanto sta accadendo nelle autostrade venete. Non posso che essere contento del fatto che il mio collega in Consiglio regionale Diego Bottacin abbia affermato che è necessario bloccare le concessioni alle società autostradali, quello che io vado ripetendo da mesi". Stefano Valdegamberi, consigliere regionale di Futuro Popolare, commenta con favore il fatto che, in seguito anche alla verifica che in Veneto ci sono le strade a pedaggio più care d'Italia, divenga un tema di discussione, un argomento sul quale egli si sta battendo da mesi. "Ci sono chiare inefficienze di un sistema gestionale che ora deve essere messo sul mercato, - afferma Valdegamberi - perché per le autostrade del Veneto vengono concesse continue proroghe, che di fatto consentono alle società di agire in un regime di monopolio. Una situazione - ribadisce l'esponente di FP - alla quale il Governo, invece di pensare ai problemi personali di qualcuno, deve porre immediatamente rimedio, bloccando finalmente gravissimi sprechi. L'Holdig A4 da cinque anni - dichiara Valdegamberi - brucia risorse per una media di 40 milioni l'anno a causa di operazioni fallimentari compiute dalle sue partecipate. Senza questi sprechi sarebbe possibile ridurre le tariffe autostradali del 15-20 per cento, invece la società, per tappare i buchi, chiede l'intervento dei suoi soci, compresi quelli pubblici. Così, ad esempio, il Comune di Verona spende una parte dei proventi dell'Imu per sostenere l'aumento di capitale di A4. Alla fine, insomma, tocca sempre ai cittadini pagare. Il Governo blocchi tutto e si riparta da zero!".

Autostrade: Valdegamberi, Governo azzeri tutte le concessioni

VENEZIA, 30 SET - "Finalmente anche qualcun altro si è accordo di quanto sta accadendo nelle autostrade venete. Non posso che essere contento del fatto che il mio collega in Consiglio regionale Diego Bottacin abbia affermato che è necessario bloccare le concessioni alle società autostradali, quello che io vado ripetendo da mesi". Stefano Valdegamberi, consigliere regionale di Futuro Popolare, commenta con favore il fatto che, in seguito anche alla verifica che in Veneto ci sono le strade a pedaggio più care d'Italia, divenga un tema di discussione, un argomento sul quale egli si sta battendo da mesi. "Ci sono chiare inefficienze di un sistema gestionale che ora deve essere messo sul mercato, - afferma Valdegamberi - perché per le autostrade del Veneto vengono concesse continue proroghe, che di fatto consentono alle società di agire in un regime di monopolio. Una situazione - ribadisce l'esponente di FP - alla quale il Governo, invece di pensare ai problemi personali di qualcuno, deve porre immediatamente rimedio, bloccando finalmente gravissimi sprechi. L'Holdig A4 da cinque anni - dichiara Valdegamberi - brucia risorse per una media di 40 milioni l'anno a causa di operazioni fallimentari compiute dalle sue partecipate. Senza questi sprechi sarebbe possibile ridurre le tariffe autostradali del 15-20 per cento, invece la società, per tappare i buchi, chiede l'intervento dei suoi soci, compresi quelli pubblici. Così, ad esempio, il Comune di Verona spende una parte dei proventi dell'Imu per sostenere l'aumento di capitale di A4. Alla fine, insomma, tocca sempre ai cittadini pagare. Il Governo blocchi tutto e si riparta da zero!".

La Parità per crescere
Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Tags
trova altri articoli con gli stessi tags
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@gruppotv7.com

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy Cookie Policy