Fisco: conclusa inchiesta su maxi frode 19mln euro a Bassano
Notizie e politica - 18/10/2013 13:13
BASSANO DEL GRAPPA (VICENZA), 18 OTT - Costi non deducibili per quasi 2 milioni di euro, Iva dovuta all'erario per oltre 2,5 milioni e proventi illeciti per ulteriori 1,5 milioni. E alla fine è stato accertato che complessivamente le imprese principali beneficiarie della frode hanno annotato nella propria contabilità fatture false complessivamente pari a 19 milioni di euro, ottenendo così la disponibilità di ingenti "fondi neri". Sono i risultati emersi dalle verifiche fiscali compiuti dalla compagnia della Guardia di Finanza di Bassano del Grappa (Vicenza), che in questi giorni ha concluso i controlli alle società bassanesi coinvolte nelle indagini di polizia giudiziaria. Inchieste che, nel febbraio 2012, avevano portato all'arresto di cinque persone, tra cui l'imprenditore Simone Girardi, 42 anni, di Romano d'Ezzelino (Vicenza). Durante il proseguimento dell'inchiesta le fiamme gialle hanno inoltre individuate ulteriori 20 aziende operanti in altre province del Nord Italia che hanno illecitamente beneficiato delle false fatturazioni emesse dalle società "cartiere" ideate e create proprio da Girardi, alle quali sarà contestato l'utilizzo di altri 9 milioni di euro di fatture per operazioni inesistenti. Nel corso delle indagini, durate circa due anni, i finanzieri bassanesi hanno indagato 30 persone che, a vario titolo, hanno avuto ruoli attivi nella composita ed organizzata frode fiscale. Eseguite 50 perquisizioni personali e locali, con sequestri preventivi di beni mobili ed immobili per un valore di oltre 4,5 milioni di euro, al fine di assicurare allo Stato il pagamento delle imposte evase da parte degli evasori.
Fisco: conclusa inchiesta su maxi frode 19mln euro a Bassano BASSANO DEL GRAPPA (VICENZA), 18 OTT - Costi non deducibili per quasi 2 milioni di euro, Iva dovuta all'erario per oltre 2,5 milioni e proventi illeciti per ulteriori 1,5 milioni. E alla fine è stato accertato che complessivamente le imprese principali beneficiarie della frode hanno annotato nella propria contabilità fatture false complessivamente pari a 19 milioni di euro, ottenendo così la disponibilità di ingenti "fondi neri". Sono i risultati emersi dalle verifiche fiscali compiuti dalla compagnia della Guardia di Finanza di Bassano del Grappa (Vicenza), che in questi giorni ha concluso i controlli alle società bassanesi coinvolte nelle indagini di polizia giudiziaria. Inchieste che, nel febbraio 2012, avevano portato all'arresto di cinque persone, tra cui l'imprenditore Simone Girardi, 42 anni, di Romano d'Ezzelino (Vicenza). Durante il proseguimento dell'inchiesta le fiamme gialle hanno inoltre individuate ulteriori 20 aziende operanti in altre province del Nord Italia che hanno illecitamente beneficiato delle false fatturazioni emesse dalle società "cartiere" ideate e create proprio da Girardi, alle quali sarà contestato l'utilizzo di altri 9 milioni di euro di fatture per operazioni inesistenti. Nel corso delle indagini, durate circa due anni, i finanzieri bassanesi hanno indagato 30 persone che, a vario titolo, hanno avuto ruoli attivi nella composita ed organizzata frode fiscale. Eseguite 50 perquisizioni personali e locali, con sequestri preventivi di beni mobili ed immobili per un valore di oltre 4,5 milioni di euro, al fine di assicurare allo Stato il pagamento delle imposte evase da parte degli evasori.
La Parità per crescere
Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Tags
trova altri articoli con gli stessi tags
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@gruppotv7.com

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy Cookie Policy
ASCOM, CHIUSE ATTIVITA' PER IL PUGNO DURO DEL FISCO - "Per un pugno di euro, rischiamo di mandare al macero la cultura c...

SCONTRINO ELETTRONICO OBBLIGATORIO DAL 1 GENNAIO - Esteso anche agli esercenti c...

CONFAPI: PADOVA VERSA PIÙ TASSE DELL'INTERA UMBRIA. Suscitano impressione, i dati elaborati da Confapi Padova sulle entrate tributarie incassate dallo Stato. Nel 2015 la provincia di Padova ha versat...

Verona | Aumentano i contribuenti stranieri nel Nord Est. Il Veneto si posiziona infatti al secondo posto in Italia per numero di contribuen...

Maxi cartella per Cariparo arrivata a fine dicembre dopo i controlli effettuati dalla Guardia di Finanza. Riguarda i guadagni realizzati nel 2005 grazie ai derivati sui titoli San...

Cambiano le cose in Svizzera, rientrano i soldi in "nero", quelli non dichiarati al Fisco, che in passato gli spallieri italiani hanno ben n...

  Parliamo di tasse - Tv7 con Voi del 12/2/14    A Tv7 con Voi, affronteremo lo scottante tema delle tasse. Molte le difficoltà che stanno at...

PADOVA - "L'Italia è un paese dove la civiltà non esiste più, dove...

VENEZIA, 15 NOV - Lo scatto dell'aliquota Iva il primo ottobre scorso ha gelato la ripresa. Ne è convinto il direttore Ufficio studi della Confcomme...

VENEZIA, 4 NOV - "Mentre il meridione viene ampiamente sussidiato con fondi a pioggia, frutto della rapina fiscale che lo ...