Reati contro la Pa: indagati Ascierto (Pdl) e sindaco Salvò
Notizie e politica - 21/10/2013 11:46
PADOVA, 21 OTT - Compaiono nomi celebri tra i funzionari e i politici finiti nei guai a seguito dell'indagine denominata 'Pantano'. Tra gli arrestati compare Aldo Luciano Marcon, direttore dell'Ater di Venezia. Tra gli indagati l'ex deputato del Pdl Filippo Ascierto, la sua ex compagna Luana Levis e Luciano Salvò, sindaco di Villafranca Padovana ed ex assessore provinciale. Ai domiciliari anche Nazario Borina, funzionario del settore edilizia scolastica della Provincia di Padova. Da quanto emerge dalle indagini, condotte da oltre 100 carabinieri e finanzieri impiegati in 40 perquisizione a carico dei 30 indagati, esisteva una vasta rete di relazioni, contatti, amicizie e connivenze finalizzate ad aggiudicarsi appalti di ristrutturazione edilizia di scuole e caserme dell'esercito. Dietro il pagamento di denaro contante, cene, viaggi, ricambi di autovetture e ristrutturazione ad abitazioni private, i dipendenti pubblici favorivano imprenditori amici nell'aggiudicazione delle gare. Passati al setaccio contratti, bandi di gara, appalti ed aggiudicazioni varie degli ultimi cinque anni, banditi dal Comune, dalla Provincia, dall'Esercito e dall'Ater di Padova.
Reati contro la Pa: indagati Ascierto (Pdl) e sindaco Salvò PADOVA, 21 OTT - Compaiono nomi celebri tra i funzionari e i politici finiti nei guai a seguito dell'indagine denominata 'Pantano'. Tra gli arrestati compare Aldo Luciano Marcon, direttore dell'Ater di Venezia. Tra gli indagati l'ex deputato del Pdl Filippo Ascierto, la sua ex compagna Luana Levis e Luciano Salvò, sindaco di Villafranca Padovana ed ex assessore provinciale. Ai domiciliari anche Nazario Borina, funzionario del settore edilizia scolastica della Provincia di Padova. Da quanto emerge dalle indagini, condotte da oltre 100 carabinieri e finanzieri impiegati in 40 perquisizione a carico dei 30 indagati, esisteva una vasta rete di relazioni, contatti, amicizie e connivenze finalizzate ad aggiudicarsi appalti di ristrutturazione edilizia di scuole e caserme dell'esercito. Dietro il pagamento di denaro contante, cene, viaggi, ricambi di autovetture e ristrutturazione ad abitazioni private, i dipendenti pubblici favorivano imprenditori amici nell'aggiudicazione delle gare. Passati al setaccio contratti, bandi di gara, appalti ed aggiudicazioni varie degli ultimi cinque anni, banditi dal Comune, dalla Provincia, dall'Esercito e dall'Ater di Padova.
La Parità per crescere
Share
Condividi su Facebook/ Google+/ Twitter
Facebook share Google+ share Twitter share
Commenti
commenta la notizia con il tuo account facebook
Invia il tuo video/foto
Inizia subito ad essere un iReporter
Tags
trova altri articoli con gli stessi tags
Contattaci
Contatta la nostra redazione






Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

GRUPPO TV7
TEL: 049.8077754
FAX: 049.8074636
Via Francesco Scipione Orologio, 2
35129 Padova [google maps]

direttore responsabile : Ermanno Chasen

E-Mail redazione: redazione@triveneta.tv
E-Mail commerciale: commerciale@gruppotv7.com

P.iva: 00769700287

Informativa sulla privacy Cookie Policy
VENEZIA, 21 OTT - "Io sono per la chiarezza. Sto sempre dalla parte della magistratura, l'ho detto in tempi non sospetti anche nei recenti casi nazionali, penso che sia un grande elemento di democrazi...